Il direttore di produzione di Strange New Worlds afferma che le riprese della terza stagione potrebbero iniziare poco dopo la fine di Strikes – TrekMovie.com

Il direttore di produzione di Strange New Worlds afferma che le riprese della terza stagione potrebbero iniziare poco dopo la fine di Strikes – TrekMovie.com

nel nostro ultimo Tutti gli accessi a Star Trek Abbiamo parlato con il direttore di produzione Chris Fisher, che supervisiona la produzione Star Trek: Strani nuovi mondi. La discussione si è concentrata principalmente su cosa sarebbe necessario per produrre una seconda stagione, ma Fisher ha anche parlato di come lui e il team pensano di tornare in produzione per una terza stagione.

La terza stagione era pronta per iniziare

Quando lo sciopero della WGA iniziò a maggio, i lavori sulla terza stagione della serie furono interrotti Strani nuovi mondi. Mentre camminava lungo il picchetto alla Paramount, il co-showrunner Henry Alonso Myers ha affermato: “Non saremo in grado di filmare niente di tutto ciò”. [season 3] Anche dopo aver finito il colpo, sì. Ciò avvenne circa sei settimane prima che anche gli attori entrassero in sciopero.

Nella sua intervista audio con TrekMovie, Chris Fisher ha rivelato quanto il film fosse vicino Strani nuovi mondi Il team che ha avviato la produzione è stato:

Avrei diretto il primo episodio… Ho girato quasi tutto il primo episodio. Ecco quanto siamo vicini all’inizio delle riprese. Mancava un giorno al trasporto aereo del cast. E noi abbiamo pensato: “Facciamo arrivare gli attori?” È stato allora che ho superato la mia scala salariale.

Gran parte del lavoro di Fisher consiste nel gestire la raccolta virtuale di AR Wall. Gli effetti visivi dovevano essere creati prima della produzione e Fisher ha rivelato che la squadra era in viaggio quando lo sciopero della WGA ha interrotto i lavori:

Penso che abbiamo raggiunto l’episodio 307 con AR. Avevamo un documento, queste sono le vostre dieci specie, questi sono i vostri dieci mondi, ed eravamo nel 307 quando abbiamo chiuso i battenti e stavamo facendo delle cose entusiasmanti. Ora abbiamo trovato il modo di usarlo [the AR Wall] In quasi tutti gli episodi… Avevamo quasi finito con la stagione 3 in AR quando abbiamo chiuso a causa dello sciopero… Tutto quello che ho sentito dallo studio è che anche loro non vedevano l’ora di tornare in sella. Una volta terminato lo sciopero, non credo che ci vorrà molto per tornare al lavoro.

Ha anche parlato di cosa spera di fare nella terza stagione con AR Wall.

Direi che questo è stato un punto di svolta per il nostro show a livello visivo, questo è ciò che ha fatto sì che il nostro show funzionasse e sembrasse fantastico… Direi che la cosa importante nella seconda stagione è che abbiamo davvero imparato meglio la tecnologia, e l’abbiamo davvero migliorato. E penso che ora siamo molto fiduciosi a riguardo e ciò che faremo nella terza stagione e oltre sarà davvero sorprendente.

Dietro le quinte con AR Wall nella stagione 2 (Paramount+)

Pianifica molti viaggi dopo la fine dello sciopero

Al momento non si vede una fine chiara per quanto riguarda gli scioperi. La settimana scorsa, la WGA e l’AMPTP sono tornate al tavolo delle trattative, ma ieri Variety ha riferito che le trattative sono ormai in corso.LimboNon ci sono trattative in corso con SAG-AFTRA, ma domenica il sindacato ha detto che lo è “pronto in ogni momentoTorniamo al punto: da parte sua, Fischer ha affermato di non avere idea di cosa stesse succedendo con gli scioperi, ma che il suo team aveva costantemente pianificato in anticipo come avviare la produzione una volta terminati gli scioperi.

Io e i produttori di Toronto diciamo, okay [the strikes end] Alla fine di questo mese cosa accadrà? Cosa dobbiamo fare per iniziare dopo? Una volta terminato lo sciopero lo fissiamo per il mese successivo. Non mancano molte settimane prima di poter iniziare, in assenza di tutti gli altri conflitti che potrebbero essere sorti finora.

Oltre all’annuncio di una terza stagione Strani nuovi mondi All’inizio di quest’anno, anche Paramount+ ha annunciato l’intenzione di farlo Articolo 31 Il film è interpretato da Michelle Yeoh. Questo progetto era originariamente previsto per andare in produzione a Toronto in autunno, per essere diretto da Scoperta Produttore esecutivo/regista Olatunde Osunsanmi. IL Strani nuovi mondi e il Scoperta Le produzioni hanno condiviso troupe e risorse, incluso AR Wall a Toronto, quindi è probabile che ne condivideranno anche una parte. Fisher non vede problemi con la produzione che lavora in parallelo dopo la fine dello sciopero:

Non la penso così [running parallel with Section 31] Ci farà male. Olatunde Osunsanmi e tutta la troupe, è chiaro, sono la nostra famiglia. Quindi ci stiamo lavorando. Una cosa così bella durante un viaggio. Non è davvero un’esagerazione, ci si sente davvero come una famiglia. Ci abbiamo lavorato con Disco nella prima stagione condividendo il muro della realtà aumentata e tutto ciò che… abbiamo utilizzato [Discovery] imposta tutto il tempo. Condividiamo tutto… C’è tanta buona volontà. Non è che due spettacoli separati debbano capire come iniziare in tempo… ne sono davvero entusiasta Articolo 31. Sono così vicini ed è passato molto tempo. Tutto quello che ho sentito è che l’ultima sceneggiatura era eccezionale. Non capisco perché se lo sciopero finisce se dicono “vai via”, non capisco perché tutto in Star Trek possa iniziare e iniziare ad andare avanti.

Dietro le quinte sul set di The Bridge (Paramount+)

Altri colpi di scena nella terza stagione

La seconda stagione di Strani nuovi mondi Era noto per le sue “grandi oscillazioni” in diversi generi, che presentavano una serie di sfide per Fisher e la produzione. Ha affermato nel podcast che il lavoro sul complesso episodio musicale è iniziato prima del lavoro sulla premiere della stagione, anche se era il nono episodio della stagione. Recentemente, gli showrunner Henry Alonso Myers e Akiva Goldsman hanno rivelato i piani per una terza stagione che sarà “più grande”, con più generi. Quando gli è stato chiesto se alcune di queste idee lo spaventassero, Fisher ha rivelato che questo è il modo in cui gli piace:

Ognuna delle parole lì mi spaventa così tanto. È terrificante realizzare la serie e sapere che il mio capo è uno scrittore vincitore di un Oscar e che il mio primo lavoro da regista è stato dirigere la sua sceneggiatura. Sono terrorizzato. Ma questa è la cosa migliore del lavoro. Se non fosse entusiasmante in quel modo, se non fossi sfidato in quel modo, non sarebbe come è adesso. Ma sì, è una fluttuazione enorme. È sicuramente un grande swing.

Rebecca Romijn e Christina Chung sul set di un film "galleggiante" sequenza

Dietro le quinte di Subspace Rhapsody (Paramount+)

Per ulteriori informazioni su cosa serve per creare una stagione di Star Trek: Strange New Worlds, consulta la sezione completa Tutti gli accessi a Star Trek Discussione nel podcast con Chris Fisher.

READ  Il rocker italiano Manskin ha vinto l'Eurovision Song Contest 2021


Resta aggiornato sulle novità sull’universo di Star Trek su TrekMovie.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *