La squadra di Abu Dhabi Rashid punta a consolidare il quarto titolo mondiale in Italia

La squadra di Abu Dhabi Rashid punta a consolidare il quarto titolo mondiale in Italia

Rashid Al Qamzi vara per la prima volta una barca nuova di zecca e affronta un formidabile gruppo di concorrenti.

Golfo Oggi, Reporter del personale

Il pilota del team di Abu Dhabi Rashid Al Qamzi afferma di non sentire alcuna pressione nella battaglia per diventare il quattro volte vincitore del Campionato del mondo UIM F2 mentre un altro compito difficile si avvicina al Gran Premio d’Italia questo fine settimana.

L’ultima vittoria degli Emirati è stata ottenuta nella gara di apertura in Lituania, regalandogli un vantaggio di cinque punti in campionato, in condizioni di regata particolarmente impegnative, varando una nuova barca al lavoro per la prima volta e affrontando uno schieramento formidabile di avversari . .

E con Stéphane Arand dell’Estonia, Giacomo Sacchi di Monaco e il pilota britannico Colin Guelph nel gruppo di caccia in Italia e weekend di Gran Premio consecutivi in ​​Portogallo alla fine di questo mese, Al Qamzi sta affrontando tutto con calma.

“Il campionato è molto competitivo quest’anno, ma non sento alcun nervosismo”, ha detto il campione di Formula 2 nel 2017, 2019 e 2021, che mira ad estendere la sequenza per unirsi allo svedese Erik Stark come quattro volte vincitore del titolo. “L’obiettivo è ottenere un’altra vittoria, vedremo come andrà.”

“Le condizioni in Lituania erano molto difficili, con forti onde e condizioni meteorologiche mutevoli, e abbiamo dovuto apportare alcune modifiche al peso della barca. Ma alla fine ha funzionato perfettamente, e per l’Italia ci concentreremo solo sulla scelta del giusto eliche.

In vista delle prove libere di venerdì a San Nazzaro, Al Qamzi e il compagno di squadra Mansour Al Mansouri trascorreranno due giorni di test sotto la supervisione del manager del Team Abu Dhabi, Guido Cappellini.

READ  Hyundai Motor presenta la N Vision 74 in una mostra in Italia

L’esperienza e la conoscenza locale del dieci volte campione di Formula 1H2 O. Cappellini giocherà un ruolo importante nell’aiutare Al Qamzi a raggiungere un altro titolo mondiale e nel spingere Al Mansoori a lasciarsi alle spalle un’enorme delusione in Lituania.

L’emirato era terzo prima di ribaltarsi al giro 28 su 35 per perdere il podio, e vuole riprendersi immediatamente per ravvivare le sue speranze di campionato dopo essere arrivato terzo l’anno scorso.

“Mansoor stava andando bene fino a quando non è avvenuto l’incidente quando era sotto pressione, e se lo è lasciato alle spalle”, ha detto Al-Qamzi. “Lavoriamo bene insieme e ci aiuteremo a vicenda come sempre in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *