Il coraggio di due giovani rumeni italiani di aprire un negozio con frutta, verdura e prodotti rumeni nel pieno della crisi conseguente all’epidemia di Covid-19



La pandemia di coronavirus ha costretto molte aziende e società italiane a chiudere, ma per altre è stato un buon momento per avviare un’attività in proprio. Di fronte alla paura di un futuro alquanto incerto, Paula e Adrian Hangano, due giovani rumeni vicino a Roma, hanno aperto un proprio negozio di verdura, frutta e prodotti rumeni convinti di aver fatto la scelta migliore.

“L’epidemia non ci spaventa, la nostra attività fa parte del business dei beni di prima necessità, e facciamo anche consegne a domicilio nel caso ci venga chiesto”, ha ammesso Paula.

Il negozio RO Frutta, di proprietà dei due giovani rumeni, vende frutta e verdura, oltre a prodotti tipici rumeni.

Paula e Adrian vivono da molti anni nella città di Monteliberti, che si trova a circa 50 chilometri da Roma. Sono andati in Italia da adolescenti con le loro famiglie. Ha lasciato Recita e Pietra ha lasciato Neamt.

I due giovani si sono conosciuti a Monteliberti, nella comunità romana e nella bella comunità dei cittadini. Insieme hanno sposato Sebastian, il loro giovane figlio che presto avrà 2 anni.

Paula lavora nel settore IT da circa 5 anni, in un’azienda italiana.Adrian ha maturato una vasta esperienza nella vendita e conservazione di frutta e verdura sin dalla sua presenza in Italia, da qui l’idea di aprire un’attività di questo tipo.

“Sì, lavoro in questo campo da molti anni. Qui, nella regione in cui viviamo, l’agricoltura è il ramo principale dell’attività. La regione è ricca di uliveti e estesi frutteti con alberi da frutta e ortaggi, che offrono le migliori colture della zona”, ci ha detto Adrian.

Il punto vendita RO Frutta in Via Garibaldi, n. 53, Montelibretti – Lazio. Proprietari Adrian e Paula Hanganu

un negozio Ro frutta, Situato in Via Garibaldi, n. 53, di Montelibretti, ha aperto il 23 novembre. Oltre a frutta e verdura, nel negozio si possono trovare molti prodotti rumeni non deperibili che non solo ricordano i rumeni di casa, ma promuovono anche la Romania tra i clienti italiani che varcano la soglia del negozio.

READ  20 migranti sono stati feriti a morte al largo della Tunisia

“Abbiamo clienti rumeni e italiani. Per cominciare, siamo contenti di come stanno andando le cose. Molte persone sanno ancora che abbiamo aperto, e ci vuole del tempo perché il mondo conosca e conosca la nostra attività, ma siamo sicuri che andrà sempre meglio”, ha assicurato Adrian Hangano.

Il punto vendita RO Frutta in Via Garibaldi, n. 53, Montelibretti – Lazio. Proprietari Adrian e Paula Hanganu

Più di 1,2 milioni di rumeni sono immigrati ufficialmente in Italia negli ultimi decenni, ma in realtà il loro numero è molto più alto. Molti di loro sono giovani o giovani, con idee e iniziative che mettono la comunità rumena al primo posto in questo paese in termini di numero di singole aziende con proprietari stranieri.

Oltre 49.000 aziende di proprietà rumena iscritte al Registro del Commercio Italiano, molti dei nostri cittadini scelgono di aprire un’attività autonoma dopo anni di esperienza maturata lavorando in un settore specifico.

“Volevamo avere una nostra attività, costruire qualcosa per noi stessi e non dipendere dagli altri. Non abbiamo imparato con spirito imprenditoriale, per molti di noi rinunciare al reddito di un dipendente e iniziare la propria attività è un atto coraggioso, ma se non ci proviamo non avremo modo di sapere se lo è Funziona o no “, hanno aggiunto, hanno detto Paula e Adrian Hangano.

Foto dal negozio RO FRUTTA a Montelibretti

Quanto ad un possibile ritorno in campagna, i due rumeni ci hanno confessato che il desiderio e la nostalgia per i luoghi in cui sono nati e cresciuti è sempre presente nelle loro anime “. Ci vorrà sicuramente del tempo, motivo per cui stiamo cercando di costruire un futuro qui “.

– Altri articoli dopo l’annuncio –
Il servizio funebre di Leonte



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *