Ian McKinley: Half-Fly dall’Italia per i non vedenti si ritira per la seconda volta dopo una passeggiata superba

Ian McKinley ha perso la vista dall’occhio sinistro nel 2011 mentre faceva parte della band di Leinster

Ian McKinley, il giocatore della nazionale italiana, ha annunciato il suo ritiro dopo la sua carriera di nove partite con la squadra nazionale delle Azzorre nonostante abbia perso di vista l’occhio sinistro nel 2011.

Sembra che la sua carriera sia finita nel 2011 quando ha sviluppato problemi alla vista mentre giocava per Leinster.

Tuttavia, dopo uno stage in Italia, è tornato a giocare con l’aiuto degli occhiali nel 2014.

Lunedì, McKinley ha detto: “Non vedo l’ora di vedere cosa riserva il futuro”.

Il suo ritorno al lavoro ha visto l’irlandese diventare il primo giocatore al mondo a indossare occhiali da rugby in una partita di rugby di alto profilo dopo una campagna globale di successo.

“Aiutando a implementare l’uso globale degli occhiali da rugby, sono stato un piacere incredibile vedere le migliaia di altri giocatori non vedenti che possono giocare a rugby. Questo mi darà sempre un senso di realizzazione e orgoglio”, ha detto il 31enne- vecchio.

“Dopo i Barbari, la Pro14, la Coppa dei Campioni, il Campionato Sei Nazioni e le campagne internazionali, oggi posso concludere di nuovo la mia carriera da giocatore, ma questa volta fortunatamente alle mie condizioni”.

McKinley ha ringraziato in particolare la comunità italiana di rugby.

Dublino ha dichiarato: “Sono particolarmente grato a coloro che in Italia mi hanno dato una seconda possibilità: Leonorso, Viadana, Zebri, Benetton e ovviamente la nazionale italiana.

“Vorrei anche ringraziare in modo particolare la comunità del rugby in Irlanda e Italia, che ha fornito un supporto incredibile nel mio viaggio giocando dall’inizio alla fine. E ai miei compagni di squadra che sono diventati amici per la vita.

“Ma soprattutto voglio ringraziare la mia meravigliosa moglie, la mia famiglia e gli amici che mi hanno cresciuto nei giorni più bui della mia vita e mi hanno sostenuto incondizionatamente per tutta la mia carriera da giocatore”.

Da quando è tornato in Irlanda la scorsa estate, McKinley, che vive nella contea di Derry, ha recitato in ruoli da allenatore con la scuola di Rainey Old Boys e la Ballymena Academy con sede alla McKinley Academy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *