I bambini sono tornati in sala

Il gruppo comico canadese The Kids in the Hall sta tornando sui nostri schermi dopo una lunga pausa. Ventisette anni dopo la fine della serie originale su CBC, sono diretti su Amazon Prime, con una nuova stagione che debutterà il 13 maggio.

Prodotto dalla società di video Broadway Lorne Michaels e dalla società di produzione canadese Project 10, il revival vedrà i membri originali Dave Foley, Bruce McCulloch, Kevin MacDonald, Mark McKinney e Scott Thompson per otto episodi.

Thompson ha detto a CBC News che, nonostante il tempo perso, è stato facile per gli attori tornare al ritmo dell’azione.

“Siamo sempre stati insieme – anche quando non ci vediamo da molto tempo, torniamo subito dentro. È come una famiglia. Una famiglia che ama”.

Guarda | Rimorchio per bambini in sala:

In arrivo anche un nuovo documentario sul gruppo, I bambini nella sala: la commedia dei cattiviche dovrebbe apparire all’Hot Docs Canadian International Documentary Festival a Toronto all’inizio di maggio, prima di arrivare ad Amazon Prime il 20 maggio.

mentre lanciato Si sono anche riuniti nel 2010 in una miniserie in otto parti chiamata La morte arriva in cittàe si sono esibiti dal vivo insieme, quest’ultimo progetto sarà la prima serie comica televisiva dal 1995.

La serie conterrà le apparizioni di numerosi ospiti di serie A, inclusi gli attori Jay Baruchell, Catherine O’Hara, Mark Hamill e Will Forte, anche se Foley ha scherzato: “Non stiamo rinunciando al primo schermo per nessuno”.

Guarda | I bambini in sala hanno colpito il tappeto rosso:

I ragazzi nell’auditorium sono scesi sul tappeto rosso a Toronto

Kids in the Hall è interpretato da Scott Thompson e Dave Foley nella nuova stagione della popolare serie canadese, che debutta 27 anni dopo la fine della sua serie originale. 3:49

READ  La violazione dei dati di Pro Wrestling Tees ha colpito 31.000 clienti

spettacolo originale Gli è stato attribuito il merito di essere in anticipo sui tempie spingendo i confini di ciò che può essere fatto sulla televisione canadese. McKinney ha notato che spingere le buste è una parte normale del processo, non qualcosa che pianificano attivamente di fare.

“Non credo che spingeremo gli stessi limiti, ma ce ne saranno di nuovi”, ha detto. “Non pensiamo davvero in termini di ‘Oh, andremo in crash [boundaries]”. È un po’ come, ‘Scriviamo ciò che fa ridere gli altri.'”

“Detto questo, c’è la nudità completa di fronte a me”, ha detto McCulloch con sarcasmo.

Guarda | I bambini in sala stanno tornando ed escludi tutto:

I bambini nella hall tornano e rivelano tutto!

Kids in the Hall, le star Mark McKinney e Bruce McCulloch presentano in anteprima la nuova stagione della loro iconica serie canadese sul red carpet di Toronto. 1:45

La serie originale era Noto anche – e talvolta controverso – per la sua rappresentazione grottesca. Thompson, che è gay, ha detto che il panorama su quel fronte è cambiato radicalmente.

“È mille volte diverso. …la mia generazione, sono un veterano di guerra – tipo, sono andato in guerra. Quindi, questo è come il tempo di pace. Per me, come potresti migliorare?”

Lo spettacolo originale della serie è iniziato nel 1988 ed è andato in onda per cinque stagioni, con l’episodio finale in onda nell’aprile 1995. Il cast è sempre stato felice di sapere che lo spettacolo aiuta le persone a sentirsi meno isolate, ha osservato Foley.

In un certo senso, non molte cose sono cambiate per la squadra comica dietro gli schizzi signora del pollo E frantoio di testa.

READ  Gruppo Mission Impossible: Tom Cruise costruisce un castello sicuro da Corona - Cinema

“Nelle nostre teste, quando siamo insieme, ci sentiamo ancora come se questi cattivi avessero vent’anni”, ha detto Foley.

Guarda | Trailer di The Kids in the Hall: Comedy Punks:

Anche se potrebbero non avere più vent’anni, Foley insiste che i ragazzi abbiano ancora qualche anno a disposizione, con Thompson: “Vogliamo davvero asciugarlo fino a quando non lo perdiamo”.

Fornisce anche una sinossi dal vivo della nuova serie.

“Stiamo solo facendo sketch comici, a questo punto della nostra vita. Cerchiamo di rispecchiare il mondo in cui viviamo e di renderlo divertente. Tutto ciò che facciamo è cercare di farci ridere a vicenda – e se le altre persone ridono, è solo un davvero un bell’effetto collaterale.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.