Hubble vede la Nebulosa Occhio di Cleopatra

Il telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA ha catturato questa immagine dal vivo di NGC 1535, o nebulosa dell’occhio di Cleopatra.

Questa immagine di Hubble mostra NGC 1535, una nebulosa planetaria situata a 5500-7500 anni luce di distanza nella costellazione dell’Eridano. Credito immagine: NASA/ESA/Bond e altri. / Gladys Cooper, NASA e Università Cattolica d’America.

NGC 1535 È una nebulosa planetaria di 10,5 gradi nella costellazione dell’Eridano.

Sono anche indicati come BD-13842, HD 26847 e IRAS 04119-1251 in vari cataloghi astronomici e si trovano tra 5.500 e 7.500 anni luce dalla Terra.

NGC 1535 fu spiato per la prima volta dall’astronomo britannico di origine tedesca William Herschel il 1 febbraio 1785.

“Una nebulosa planetaria si forma quando una stella delle dimensioni del nostro sole muore, esalando i suoi strati esterni nello spazio mentre il nucleo si trasforma in una stella nana bianca”, hanno detto gli astronomi di Hubble.

“Attraverso i primi telescopi, questi oggetti erano simili ai pianeti – e danno loro i loro nomi – ma le nebulose planetarie non hanno nulla a che fare con i pianeti reali”.

NGC 1535 ha un’estensione struttura insolita Questo è simile a ciò che è noto Nebulosa Eschimese (NGC 2392) con uno spazio esterno più luminoso e un centro interno.

“Hubble ha osservato questa nebulosa come parte di uno studio su più di 100 nebulose planetarie con stelle vicine”, hanno detto i ricercatori.

“La vicinanza delle stelle indica una possibile relazione gravitazionale tra le stelle vicine e le stelle centrali delle nebulose”.

“Le osservazioni della distanza tra la stella centrale di NGC 1535 e la sua potenziale compagna indicano che l’occhio di Cleopatra è davvero parte di un sistema stellare binario legato gravitazionalmente”.

READ  I ricercatori stanno valutando come le maschere interrompono la percezione dinamica del viso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *