goetzpartners fornisce servizi di due diligence per due operazioni italiane

La società di consulenza strategica europea Goetzpartners ha visto la chiusura di due delle sue operazioni in Italia questo mese.

All’inizio di questa settimana, i gruppi di private equity Stirling Square Capital Partners e Deutsche Beteiligungs hanno annunciato l’acquisizione dell’azienda italiana di riciclaggio di rifiuti industriali Itlium. Stirling Square Capital Partners, con sede a Londra, ha acquisito una quota di maggioranza di Itellyum, mentre Deutsche Beteiligungs ha acquisito una quota di minoranza della società. Nel frattempo, il team di gestione di Itelium ha anche acquisito una partecipazione nella società come parte dell’accordo.

I partner goetz hanno fornito servizi di due diligence commerciale a Deutsche Beteiligungs, che ha finanziato la transazione tramite DBAG Fund VII. Mentre Deutsche Beteiligungs investe principalmente in Germania, Itlium è la seconda operazione della società in Italia, dopo l’investimento nel produttore di canaline PM Plastic Materials nell’agosto dello scorso anno.

Fondata nel 1963, è specializzata nel riciclaggio di flussi complessi di rifiuti liquidi pericolosi, inclusi oli usati e rifiuti industriali. L’azienda, che attualmente impiega più di 800 persone e gestisce 25 stabilimenti, era già sostenuta da Stirling Square e sotto la sua guida è cresciuta da azienda locale a conduzione familiare a leader in Europa in tutte le sue linee di business.

“Dalla nostra associazione con Sterling Square, abbiamo continuato a crescere organicamente e attraverso l’integrazione di una serie di acquisizioni”, ha affermato Marco Codognola, CEO di Itelium. Ciò ha permesso a Itelium di migliorare le proprie competenze e la propria presenza e, in definitiva, di standardizzare un modello di business innovativo che soddisfa e spesso anticipa le esigenze dei nostri clienti per servizi sostenibili”.

READ  Mario Draghi, il salvatore dell'Eurozona, è ora convocato dalla parte italiana - EURACTIV.com

All’inizio di questo mese, Fondo Agroalimentare Italiano I e Azimut Libera Impresa hanno acquisito una quota di maggioranza del Gruppo Albert, leader italiano nella produzione di semilavorati e prodotti finiti per gelaterie e pasticcerie. I partner goetz hanno fornito due diligence commerciale agli acquirenti, insieme a Grant Thornton che ha fornito due diligence finanziaria e fiscale.

Il Gruppo Albert è stato fondato nel 1981 e serve attualmente circa 850 clienti in tutta Europa, tra gelaterie, pasticcerie e distributori con una forte presenza estera. L’azienda ha una presenza particolarmente forte in Italia e Germania e punta ad espandere la propria presenza nei prossimi anni attraverso mezzi sia organici che inorganici.

“Attraverso la nostra rete di contatti nel settore agroalimentare, saremo particolarmente attivi nel sostenere la crescita e lo sviluppo del Gruppo Albert e rafforzarne la posizione competitiva”, ha affermato Francesco Orazi, Direttore del Fondo Agroalimentare Italiano I.

L’imprenditore Enrico Liberalato, amministratore delegato della società, possiede una quota di minoranza del Gruppo Albert. Ha dichiarato: “Con il supporto di investitori riconosciuti come Fondo Agroalimentare Italiano I e Azimut Libera, siamo convinti di essere ben posizionati per sviluppare la nostra posizione di leadership nel settore degli ingredienti per gelateria e pasticceria”.

Commentando il suo sostegno alle operazioni, Giovanni Calia, amministratore delegato di goetzpartners in Italia (ex partner di EY e LEK Consulting), ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di aver supportato queste operazioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *