Gli Stati Uniti forniscono lo status umanitario agli ucraini che fuggono dalla guerra | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

Gli Stati Uniti forniscono lo status umanitario agli ucraini che fuggono dalla guerra |  Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

La decisione consente agli ucraini che vivono negli Stati Uniti di continuare ad accedere ai servizi e allevia le preoccupazioni sul limbo legale.

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden prolungherà di un anno l’autorizzazione concessa a migliaia di ucraini residenti nel Paese, consentendo loro di rinnovare il loro status umanitario e di rimanere più a lungo, proprio mentre i loro documenti stavano per scadere.

La notizia arriva poco dopo il primo anniversario dell’invasione russa dell’Ucraina, che ha causato la fuga di milioni di rifugiati.

Il Department of Homeland Security ha dichiarato lunedì che circa 25.000 ucraini che sono entrati negli Stati Uniti attraverso il confine meridionale con il Messico possono prolungare il loro soggiorno oltre l’anno in cui erano stati inizialmente concessi.

Il direttore luterano per l’immigrazione e i rifugiati, Krish Omara Vijnarajah, ha dichiarato in una dichiarazione.

Più di 118.000 ucraini sono giunti negli Stati Uniti attraverso un programma noto come Humanitarian Parole, che consente alle persone in fuga da circostanze disperate di entrare negli Stati Uniti, dove possono richiedere percorsi di immigrazione più permanenti fuori pericolo.

Questi permessi durano due anni, ma circa 25.000 persone che sono entrate negli Stati Uniti attraverso il Messico nel 2022 avevano solo un permesso di un anno.

L’estensione consentirebbe loro di continuare ad accedere a servizi come l’assistenza sanitaria e gli aiuti alimentari e ridurrebbe le preoccupazioni circa il loro status legale nel paese.

Negli ultimi anni, la libertà condizionale per motivi umanitari è stata impiegata per portare negli Stati Uniti gruppi di persone provenienti da paesi come l’Ucraina e l’Afghanistan.

READ  Chris Christie ha criticato Donald Trump per le accuse in un'intervista a Fox News

Tuttavia, molti degli afghani rilasciati negli Stati Uniti dopo il crollo del governo sostenuto dagli Stati Uniti in Afghanistan nell’agosto 2021 devono ancora vedere prorogato il loro mandato. Alcuni temono di finire in un limbo legale e di perdere il permesso di lavoro se non si trova una soluzione prima che siano trascorsi due anni da quando sono stati incorporati negli Stati Uniti.

I gruppi di difesa hanno spinto il Congresso ad approvare un disegno di legge noto come Afghan Adjustment Act che avrebbe fornito ai detenuti rilasciati un percorso verso lo status permanente, ma il disegno di legge non è stato approvato.

“Migliaia di afgani che sono stati evacuati negli Stati Uniti la scorsa estate hanno dovuto sopportare il viaggio straziante di dover fuggire dalla loro patria”, ha dichiarato in un comunicato stampa il gruppo di difesa con sede negli Stati Uniti, Afghans for a Better Tomorrow.PDF) ultimo agosto. “Non dovrebbero essere costretti a rivivere quel trauma individualmente attraverso onerose procedure legali”.

Alcuni hanno accusato il governo degli Stati Uniti di un doppio standard razzista nel modo in cui gestisce il sistema di libertà vigilata umana.

I gruppi per i diritti umani hanno criticato l’amministrazione Biden per aver elaborato le domande di libertà vigilata umanitaria afghane a un ritmo lento e per aver ampiamente rifiutato le domande che lo hanno fatto.

Mentre la guerra russa in Ucraina si trascina, un sondaggio delle Nazioni Unite rileva che circa il 65% dei rifugiati ucraini fuggiti dal piano di invasione rimarrà nei paesi ospitanti fino alla cessazione delle ostilità.

READ  Guarda in video come i poliziotti fanno irruzione illegalmente nella casa di una donna di 98 anni. Morì il giorno seguente.

Farlo spesso significa difficoltà, poiché molti lottano per adattarsi alla vita in nuovi paesi dopo i viaggi emotivamente faticosi verso la salvezza.

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina nel febbraio 2022, quasi 8 milioni di rifugiati ucraini hanno lasciato il paese, secondo l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati. Altri milioni sono stati sfollati all’interno della stessa Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *