Gli europei contro il vaccino di Oxford dopo la campagna dell’Unione europea getta dubbi

Ora i medici francesi e italiani stanno evitando il vaccino di Oxford dopo la “ gestione della domanda ” da parte dell’Unione Europea e Macron mettendo in dubbio la sua efficacia, nonostante il sostegno dell’OMS a molteplici studi.

  • In Francia, i dipendenti hanno segnalato 149 casi di sintomi con un’età media di 34 anni
  • Le autorità francesi non hanno mai offerto lo scatto a persone di età superiore ai 65 anni per motivi di preoccupazione
  • I medici in coda per farsi un’iniezione in Italia chiedono invece una dose del vaccino Pfizer

I medici europei stanno ignorando il vaccino Oxford / AstraZeneca dopo che una campagna coordinata dell’Unione europea ha messo in dubbio la sua efficacia.

Quando i passaggi errati di Bruxelles nel processo di acquisto del vaccino sono diventati evidenti e Astrazeneca ha chiesto un aumento delle forniture all’Europa, il presidente francese Emmanuel Macron ha tentato di “ gestire la domanda ” del vaccino mettendo in dubbio la sua efficacia nelle persone di età superiore ai 65 anni.

“Quello che posso dire ufficialmente oggi è che i risultati preliminari che abbiamo ottenuto stanno scoraggiando le persone di età compresa tra i 60 ei 65 anni riguardo ad AstraZeneca”, ha detto.

Anche il regolatore tedesco ha sollevato interrogativi omettendo di presentarlo agli over 65.

Entrambe le affermazioni erano basate sul numero relativamente piccolo di persone sopra i 65 anni nella sperimentazione clinica originale del vaccino di Oxford.

Ma la scorsa settimana l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha confutato le loro affermazioni di aver formalmente raccomandato il vaccino Oxford / AstraZeneca per le persone di età superiore ai 65 anni e ha affermato che dovrebbe essere usato “senza limiti di età”.

READ  Partita Italia vs Lituania: trasmissione in diretta delle qualificazioni ai Mondiali, canale TV, come guardare online, notizie, quote, orario

In Francia, dove il sentimento antiestremismo è alto, 149 casi “Gravi sintomi influenzali” sono stati segnalati tra 10.000 soggetti vaccinati. Nessuna preoccupazione di questo tipo è stata sollevata in relazione al Regno Unito.

Finora sono stati vaccinati circa 10.000 operatori sanitari, ma i funzionari sono preoccupati per il numero di pazienti che lamentano dolori e temperature elevate.

Agli ospedali e ad altre strutture sanitarie è stato chiesto di regolamentare il processo di accoltellamento in modo da non interrompere i servizi, mentre non è mai stato offerto a chi ha più di 65 anni dopo che il presidente Macron ha dichiarato che non sembra lavorare con persone in quella fascia di età. .

Un operatore sanitario somministra una dose di vaccino AstraZeneca a una donna presso un centro vaccinazioni allestito a Fiumicino, vicino all’aeroporto internazionale di Roma

I medici europei ignorano il vaccino Oxford / AstraZeneca, sostenendo che è meno efficace e che coloro che ricevono il vaccino sperimentano effetti collaterali.

I medici europei ignorano il vaccino Oxford / AstraZeneca, sostenendo che è meno efficace e che coloro che ricevono il vaccino sperimentano effetti collaterali.

France Info, la stazione radio ufficiale di notizie, ha detto che lo erano anche i capi della salute “Cercando di evitare di ricevere dosi di AstraZeneca, che considerano di Classe III rispetto alla ‘Rolls-Royce’ di Pfizer-BioNTech.

Nel frattempo in Italia, anche i medici privati ​​in coda per i pugni stavano ignorando l’impatto del colpo di Oxford / AstraZeneca.

Alcuni dipendenti hanno addirittura chiesto una vaccinazione Pfizer, invece, con un medico che ha rifiutato l’iniezione di vaccino offerta a La Stampa: “ Come hanno fatto a vaccinare anche i giardinieri ospedalieri con vaccinazioni più efficaci mentre noi medici che rischiamo di contagiare ogni giorno o rischiamo di contagiare altri? , ottieni qualcosa di meno efficiente? ‘

READ  Il Newcastle spera che il fallimento di Ramsey alla Juventus impedisca a Lingard di trasferirsi in Italia

Le scorte di vaccini Pfizer e Moderna sono state utilizzate per gruppi di pazienti prioritari in Italia, con dosi di AstraZeneca successivamente offerte ai giovani.

Analogamente alla Francia, il capo sanitario italiano ne ha limitato l’uso ai minori di 55 anni a causa dei limitati test sugli anziani, ma anche dove si stima che l’efficacia sia solo del 59% dopo due dosi.

Ciò si confronta con le stime del 95% per il vaccino Pfizer e del 94,1% per il vaccino Moderna.

Il quotidiano ha citato un portavoce della sanità che ha detto: “Poiché Pfizer e Modern sono più efficienti, vogliamo mantenerli per gli italiani più anziani e vulnerabili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.