Draghi l’uomo per il lavoro in Italia – e questo è il problema

Draghi l’uomo per il lavoro in Italia – e questo è il problema

Il premier italiano Mario Draghi arriva ai funerali di Roma giovedì 25 febbraio 2021 (AP)

Il poeta americano Robert Frost conosceva bene la natura del fondatore del suo paese. George Washington, secondo l’abile stima di Frost, “è stato uno dei pochi in tutta la storia del mondo a non essere trascinato con la forza”. Nell’autobiografia vincitrice del Premio Pulitzer di Ron Chernow, “Washington: A Life”, afferma che il primo presidente americano, più e più volte, ha realizzato performance art dopo il suo ritiro.
Sia che sottoponga la sua commissione militare al Congresso dopo la guerra rivoluzionaria o lasci volontariamente la presidenza dopo otto anni di grande successo (piuttosto che restare per sempre), Washington, con le sue azioni, ha chiarito che nessuno, nemmeno lui, è indispensabile. Perché sapeva intuitivamente che erano le istituzioni, non gli uomini, a governare alla fine i paesi di successo. Come dice Chernow, Washington ha agito come una figura di transizione fondamentale per un governo di leggi piuttosto che di uomini, rendendo l’urgenza di un uomo come Washington non più necessaria.
In superficie, il nuovo Primo Ministro italiano Mario Draghi sta imitando molto bene il carattere di Washington. Draghi, 73 anni, ex presidente della Banca centrale europea, ha il merito di aver salvato l’euro stesso. È semplicemente impossibile pensare a un altro italiano con qualcosa di simile alla credibilità che ha Draghi, sia in patria che con altri leader europei.
Come Washington, Draghi sembra essere tornato al potere per un travolgente senso del dovere e non per una spinta all’auto-massimizzazione. Inoltre, come il generale, Draghi ha messo in chiaro che non vuole restare al potere a lungo, sperando di partire in tempo per le prossime elezioni parlamentari italiane del 1 giugno 2023. Come per Washington, l’auto-ostracismo di Draghi si è dimostrato essere politicamente popolare tra i suoi connazionali. Un recente sondaggio su La Repubblica ha rilevato che l’85% degli italiani approva la leadership di Draghi nel nuovo governo.
In effetti, schiavizzando la popolarità e la reputazione di Draghi, riuscì a formare un governo a base molto ampia, in cui la Fratellanza italiana di estrema destra era l’unico partito politico italiano a rifiutarsi di unirsi alla nuova squadra. A testimonianza della sua posizione unica, Draghi è stato in grado di portare al governo il movimento populista delle Cinque Stelle e la Lega di estrema destra, oltre a partiti più affermati come il centro-destra Forza Italia e il centro-sinistra PD. Letteralmente, nessun altro sarebbe in grado di farlo.

È semplicemente impossibile pensare a un altro italiano con qualcosa di simile alla credibilità di Draghi.

Dr. John C. Hulsman


Ma dato il ruolo spaventoso del governo, l’impressionante popolarità di Draghi non dovrebbe durare a lungo. Oltre a correggere i fallimenti generazionali dell’élite dominante italiana, Draghi è stato incaricato di vaccinare in modo efficiente il paese, oltre a convincere – entro la fine di aprile – il Nord Europa profondamente scettico aveva un piano per spendere gli enormi 209 miliardi di euro (255 miliardi di dollari) ad esso assegnati in fondi di soccorso in caso di pandemia.
Eppure, di tutti i problemi dell’Italia – che valgono gli sforzi di Ercole – un’economia sclerotica è forse la peggiore. Alla fine di febbraio, il tasso di disoccupazione ufficiale dell’Italia è del 9% e la disoccupazione giovanile è del 30%. 440.000 italiani hanno perso completamente il lavoro nel 2020. Si stima che i pignoramenti commerciali italiani dovrebbero aumentare del 73% quest’anno. Allo stesso modo, il rapporto debito / PIL dell’Italia dovrebbe salire al 160% con l’Everest. Tutto questo mentre l’economia reale italiana è in recessione, con il PIL in calo dell’8,8% nel 2020.
C’è solo una via d’uscita da questo, e l’esistenza economica di Drake è la chiave per l’uscita dell’Italia dal dilemma politico: come può un tale arretrato economico spendere più denaro, che semplicemente non ha, per salvarsi?
Nel 2019 Draghi ha tenuto un discorso che ha fornito una risposta immediata. Concorda sul fatto che i livelli del debito pubblico saranno eccezionalmente alti per il prossimo futuro. La chiave, quindi, è garantire che i prezzi delle obbligazioni italiane rimangano abbastanza bassi da servire questa montagna di debito. Con tutta la sua credibilità in gioco, Draghi dice che la situazione economica può sopravvivere solo se “il debito buono viene utilizzato per scopi produttivi”, piuttosto che l’Italia emette i soliti crediti inesigibili per scopi improduttivi. E chi caratterizza questa grande distinzione macroeconomica? Chi può convincere i mercati a conoscere la differenza? Il mio ciclista, e il mio unico ciclista ovviamente.
E qui sta il problema, il punto in cui il nuovo primo ministro italiano agisce come una sorta di anti-Washington. Se il padre fondatore dell’America ha fornito abbastanza credibilità personale e tempo alle istituzioni della nuova repubblica per solidificarla e stabilizzarla, come possiamo dire lo stesso del tempo di Draghi? Dato il radicato stallo istituzionale dell’Italia, cosa seguirà le sue orme? Piuttosto che servire da ponte per rilanciare l’Italia, è probabile che il mandato di Draghi assomigli a niente quanto un ponte verso il nulla, dopo di che i politici appassionati e in gran parte indifferenti che hanno portato l’Italia in questa riforma in primo luogo tornano al potere. Draghi è l’uomo straordinario del momento, ma non è un’istituzione. Questo è il problema esatto.

  • Il Dr. John C. Hulsman è Presidente e Managing Partner di John C. Hulsman Enterprises, una delle principali società di consulenza in materia di rischi politici a livello mondiale. È anche editorialista principale per il City AM, il quotidiano City of London. Può essere contattato su chartwellspeakers.com.

Dichiarazione di non responsabilità: le opinioni espresse dagli autori in questa sezione sono proprie e non riflettono necessariamente le opinioni di Arab News

READ  15 fantastiche panetterie italiane a Toronto che devi visitare almeno una volta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *