Dopo 7 anni, lo stadio del razzo Falcon 9 esaurito sta per raggiungere la luna

Ingrandisci / L’11 febbraio 2015, il Falcon 9 è decollato dal Launch Complex 40 di SpaceX presso la Cape Canaveral Air Force Station, in Florida, trasportando il satellite Deep Space Climate Observatory durante la prima missione spaziale di SpaceX.

SpaceX

SpaceX ha lanciato la sua prima missione interplanetaria in quasi sette anni. Dopo che il secondo stadio del razzo Falcon 9 ha completato una lunga combustione per raggiungere un’orbita di trasferimento, il Deep Space Climate Observatory della National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) ha iniziato il suo viaggio verso il punto di Lagrange tra il Sole e la Terra, a più di 1 milione di chilometri dalla Terra.

A questo punto, il secondo stadio del razzo Falcon 9 era abbastanza alto da non avere abbastanza carburante per tornare nell’atmosfera terrestre. Manca anche l’energia per sfuggire alla gravità del sistema Terra-Luna, quindi ha seguito un’orbita alquanto caotica da febbraio 2015.

Ora, secondo gli osservatori del cielo, l’orbita della seconda fase sta per intersecarsi con la Luna. Secondo Bill Gray, che ne scrive un uso estensivo Progetto Plutone برنامج Per il tracciamento di NEO, asteroidi, pianeti minori e comete, un tale impatto può verificarsi su Marte.

All’inizio di questo mese, Gray ha invitato astronomi dilettanti e professionisti a fare ulteriori osservazioni sulla fase, che sembra vacillare nello spazio. Con questi nuovi dati, Gray ora crede che la fase superiore del Falcon 9 influenzerà probabilmente il lato opposto della luna, vicino all’equatore, il 4 marzo. Maggiori informazioni Può essere trovato qui.

Ci sono ancora dei dubbi. Durante la discesa dell’oggetto, è difficile prevedere con precisione gli effetti della “spinta” della luce solare sul palco del razzo, apportando così piccoli cambiamenti alla sua orbita. “Questi effetti inaspettati sono molto piccoli”, scrive Gray. Ma si accumulerà da qui al 4 marzo e sono necessarie ulteriori osservazioni per migliorare l’ora e il luogo esatti dell’impatto.

READ  Trovate le impronte degli ultimi dinosauri che hanno camminato sul suolo del Regno Unito 110 milioni di anni fa: rapporto

Questa informazione è importante, in quanto consentirà ai satelliti attualmente in orbita attorno alla luna, tra cui la navicella spaziale Lunar Reconnaissance Orbiter della NASA e la navicella spaziale indiana Chandrayaan-2, di raccogliere osservazioni sul cratere d’impatto. Con la missione di LCROSSNel 2009, la NASA ha intenzionalmente colpito un razzo dello stadio superiore esaurito sulla Luna per questo scopo. Sebbene gli scienziati siano desiderosi di comprendere la presenza di ghiaccio ai poli lunari, essere in grado di osservare il materiale sotterraneo emesso da un attacco missilistico Falcon 9 può comunque fornire alcuni dati preziosi.

Con il carburante scaricato, il booster Falcon 9 ha una massa secca di circa 4 tonnellate e dovrebbe colpire la Luna a una velocità di circa 2,58 km/s.

Questa è probabilmente la prima volta che un pezzo di hardware spaziale colpisce inavvertitamente la luna. Solitamente, durante le missioni interplanetarie, lo stadio superiore del razzo viene mandato in orbita attorno al Sole, tenendolo lontano dalla Terra e dalla Luna.

Per i lanci di veicoli spaziali destinati ad orbitare attorno alla Terra, la pratica migliore è mantenere abbastanza carburante nella fase superiore del razzo per riportarlo nell’atmosfera terrestre, dove brucerà. Questo è ciò che SpaceX e la maggior parte delle compagnie di razzi occidentali di solito fanno per aiutare a controllare i detriti nell’orbita terrestre bassa. La luna, ovviamente, non ha un’atmosfera in cui il teatro brucia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.