Dimentica l’isola di sabbia rosa in Italia: ecco sette spiagge di meraviglie naturali che puoi visitare

Dimentica l’isola di sabbia rosa in Italia: ecco sette spiagge di meraviglie naturali che puoi visitare

I vacanzieri che si avventurano nella spiaggia rosa della minuscola isola di Budelli, vicino alla Sardegna, rischiano multe fino a 500 euro, che salgono a 3.500 euro se rubano parte della sabbia rosa.

Il divieto di visitare la spiaggia è stato introdotto negli anni ’80 dopo che parte della sabbia è stata rubata e le alghe sono state danneggiate. La spiaggia e l’isola di Budelli fanno parte del Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena. Ci sono altre spiagge all’interno del parco che i turisti possono visitare. Tuttavia, nessuno ha la stessa accattivante colorazione salmone.

Tuttavia, in tutto il mondo, dalla California a una delle isole Galapagos, ci sono stranezze costiere (compresa la sabbia insolitamente colorata) che puoi visitare senza incorrere in penalità. Ecco sette fenomeni alternativi basati sulla spiaggia.

Diamond Beach, Islanda: sabbie luccicanti

Diamond Beach attira l’attenzione all’alba e al tramonto (Immagine: GETTY)

Le spiagge nere sono solo una delle tante meraviglie dell’Islanda, ma questa versione, a 235 miglia da Reykjavík, ha un punto di differenza: il ghiaccio che si dissolve da pezzi di iceberg in frammenti e macchie, coprendo ogni forma di sabbia e scintillando al sole.

Blocchi galleggianti dalla vicina laguna glaciale di Jökulsárlón. Il lago era a sua volta alimentato dal ghiacciaio Breiamerkursandur (Breiamerkursandur è anche il nome ufficiale della spiaggia).

Una visita guidata è il modo più semplice per visitare, combinando soste in spiaggia e al lago. Reykjavik Excursions offre un tour di un giorno con i furgoni della capitale da £ 139, re.is/tour/joekulsarlon-glacial-lagoon; visiticeland.com.

Black Beach San Diego: bioluminescenza

È ora di vedere le onde incandescenti a Black’s Beach (Foto: Getty/Petar B Photography)

Black’s Beach nella contea di San Diego, in California, è una delle preferite dai surfisti (sebbene quest’ultima sia tecnicamente off-limits) e vanta onde potenti. Questi rigonfiamenti a volte brillano di bioluminescenza. Questo fenomeno si verifica ogni pochi anni ed è creato da microscopiche fioriture di fitoplancton. Durante il giorno, il plancton trasforma il mare in rosso-marrone.

READ  Novak Djokovic parte su Ump in crisi agli Open d'Italia

Le onde al neon sono state avvistate nel sud della California il mese scorso. Nel 2020, hanno corso per sei settimane e un locale ha filmato un delfino che saltava tra le onde al neon. All’epoca, ci furono lamentele sul fatto che l’evento naturale attirasse troppo pubblico.

Black’s Beach è tra i punti di osservazione più difficili da raggiungere, quindi gli spettatori potrebbero radunarsi. È possibile arrivarci tramite sentieri segnalati dal Torrey Pines State Park – ci sono altri sentieri, meno ben tenuti. sandiego.org.

Papakalia Beach, Hawaii: sabbia verde

Il colore rosa di Budelli e di altre spiagge rosa può attirare l’attenzione del pubblico, ma le spiagge di sabbia verde sono molto più esotiche. Si dice che ce ne siano solo quattro al mondo: Hornindalsvatnet sul lago Fjord in Norvegia; Talofofu Beach sull’isola di Guam nell’Oceano Pacifico; Cormorani di Punta sulle Isole Galapagos e Papakolea Beach alle Hawaii.

L’ultimo sull’isola delle Hawaii (la Big Island) è dovuto a un minerale chiamato olivina, una miscela di ferro, magnesio e silicati formata in un raro tipo di eruzione lavica. Quando i cristalli di olivina si mescolano con l’acqua di mare, si erodono e si trasformano in sabbia. Strati di erba nera dell’età del mare, moquette verde quasi fluorescente, delineano la curva della spiaggia verde e oro.

Il suo nome si traduce in “piviere piatto”, un riferimento all’oro del Pacifico e ai pivieri neri che migrano alle Hawaii. C’è un parcheggio nelle vicinanze dove è un’escursione ripida di 2,5 miglia fino all’acqua verde blu, www.gohawaii.com.

Glass Beach, Fort Bragg, CA: ciottoli di vetro marino

Glass Beach è una spiaggia nel MacKerricher State Park vicino a Fort Bragg, in California
La spiaggia di vetro al MacKerricher State Park (Foto: Getty)

Lanciare bottiglie e bicchieri in mare è stato un disastro sulla costa di Mendocino, in California, con una discarica a Fort Bragg. Ora, i resti di questa lettiera abbandonata indugiano come una lastra di vetro marino color arcobaleno sulla spiaggia del MacKerricher State Park. I turisti non dovrebbero prendere schegge di vetro: questa pratica ha già esaurito la collezione con centinaia di persone che la visitano ogni anno. Una foto dovrebbe essere sufficiente, e ci sono altre caratteristiche fotogeniche intorno alla spiaggia, dalle calette alle pozze di marea. Puoi prendere il Noyo Headlands Trail verso altre spiagge con un’area più piccola del vetro marino. L’abrasione provoca anche la molatura del vetro. Scopri di più a livello locale internazionale Museo del vetro marino.

READ  La Germania ritira la causa contro l'Italia per le richieste di risarcimento naziste

Dal centro di Fort Bragg, a 16 minuti a piedi dalla spiaggia. La città stessa, un tempo presidio militare e città di legname, consolidò ulteriormente la sua reputazione. Fort Bragg si ferma sullo Skunk Train, che porta i passeggeri nelle foreste di sequoie e in una vecchia locanda affacciata su un porto funzionante, visitcalifornia.com.

Rapida Island, Galapagos: sabbia rossa

Le sabbie rosse dell’isola (Immagine: GETTY)

Le classiche foto della spiaggia delle Galapagos tendono a mostrare gli organi della sua fauna esotica sulla sabbia bianca. Tuttavia, a Rapida City, tre miglia a sud dell’isola di Santiago, le spiagge sembrano rosso ruggine. Questa tonalità è il risultato dell’ossidazione di materiali vulcanici ricchi di ferro. Una colonia di leoni marini si crogiola qui e, in stagione, i pellicani bruni nidificano nei cespugli vicini. I fenicotteri delle Isole Galapagos si nutrono della laguna di acqua salata dietro la spiaggia. Altre avifauna a cui prestare attenzione includono la sula dalle zampe blu, le ghiandaie gialle, le colombe delle Galapagos, i falchi delle Galapagos e i tordi.

Sebbene l’unico modo per raggiungere l’isola sia fare una crociera alle Galapagos, per chi ha la fortuna di visitarla, c’è molto da vedere oltre alle straordinarie sabbie. Le escursioni di snorkeling possono portare ad avvistamenti di tartarughe marine verdi, squali di barriera e talvolta anche pinguini delle Galapagos, Galapagos.org.

Spiagge della cattedrale, Galizia, Spagna: formazioni rocciose

Un uomo cammina sulla Praia o Playa de las Catedras (spiaggia della cattedrale), Ribadeo, Galizia, Spagna.
Praia o Playa de las Catedras (Foto: Getty/peteradams2015)

Una spiaggia di bizzarre formazioni rocciose fatte di quarzite e ardesia si trova a 15 minuti di auto da Ribadeo, la vivace città portuale che separa la Galizia dalle Asturie. Il nome di questa parte di costa – As Catedrais (cattedrali) – dà un’idea di come fosse. Queste massicce colonne marrone-arancio sono state scolpite dal mare e dal vento e dichiarate Monumento Naturale dal Ministero Regionale dell’Ambiente del Governo della Galizia.

READ  Il campione italiano Chiesa lotta per il posto della Juve prima di visitare il Chelsea

Puoi passeggiare sotto le grotte rocciose quando la marea è bassa – alcune hanno la forma di bambole che nidificano; Parentesi dentro parentesi. Per visitare nei mesi di luglio, agosto, settembre e nella settimana di Pasqua è necessaria la prenotazione. L’ingresso è gratuito, ma si può anche optare per una visita guidata, ascatedrais

Porthur, penisola di Llŷn, Galles: sabbie ‘giacinto’

Porthor ha una sabbia “dura” (Immagine: Getty)

Ci sono una manciata di spiagge britanniche che “fischiano”, tra cui Porthor sulla Llŷn Heritage Coast. Una spiaggia del National Trust a forma di mezzaluna protetta da ripide scogliere e ricca di acque limpide. La sabbia di Porthor scricchiola quando ci si cammina sopra. Il suono è causato dalla pressione dei passi delle persone, ed è causato dalla particolare dimensione e forma dei grani e dalla loro composizione chimica.

Non tutte le parti della spiaggia emettono suoni (in effetti, potresti avere difficoltà a cigolare su qualsiasi pezzo di sabbia), ma c’è molto da consigliare questo posto. Le sue altre risorse includono serate al tramonto, un caffè che serve torte, bevande calde e snack, piscine rocciose scoscese e sentieri che si affacciano sulla costa circostante, nationaltrust.org.uk/visit/wales/porthor.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *