Chi è il più grande giocatore italiano di sempre?

Potrebbero non essere sulla strada per la Coppa del Mondo invernale in Qatar, ma su questo non ci sono dubbi Italia Rimane una delle più grandi forze nel gioco globale.

Gli Azzurri sono campioni d’Europa, oltre a vincere quattro volte il Mondiale. In termini di talento puro, pochi paesi hanno prodotto questa grande quantità di talento che l’Italia ha negli anni.

Con questo in mente, il compito di classificare i primi 10 giocatori che il paese abbia mai prodotto non è un compito facile.

persone più di Quattro per dueTuttavia, di recente ho deciso di affrontare proprio questa sfida e ho dato un’occhiata al conto alla rovescia qui sotto.

Fondamentalmente, i giocatori sono stati classificati in base ai loro risultati complessivi nel gioco, piuttosto che solo ai loro contributi a livello internazionale. Detto questo, tutto ciò che è stato incluso ha avuto un grande effetto con Azure.

Classificati i 10 più grandi giocatori italiani di tutti i tempi

10. Alessandro Del Piero

Prima squadra italiana a vincere il Mondiale 2006 in questa lista, i 290 gol di Del Piero in 705 partite con la Juventus gli hanno fatto guadagnare uno status leggendario a Torino.

La partita di Del Piero è stata molto più che segnare i suoi gol.

Con il suo stile superbo e le sue impressionanti abilità sui calci piazzati, lo ha reso una risorsa formidabile sia per il club che per la nazionale.

TORINO, ITALIA – 14 FEBBRAIO: Alessandro Del Piero della Juventus Football Club festeggia il suo secondo gol durante la partita di Serie A tra Juventus e Genoa allo Stadio Olimpico il 14 febbraio 2010 a Torino, Italia. (Foto di Valerio Benicino/Getty Images)

9. Dino Zoff

Zoff è diventato il portiere più anziano ad aver mai alzato la Coppa del Mondo all’età di 40 anni quando ha capitanato la sua squadra italiana al campionato del 1982.

READ  Riassume Massimo Celino al Leeds United di Billy Sharp nel mezzo dell'ultimo caos italiano

La sua carriera calcistica non è stata meno degna di nota: ha vinto nove titoli importanti con la Juventus.

Vota il 3° miglior portiere di tutti i tempi di IFFHSZoff è stato anche riconosciuto come miglior giocatore italiano degli ultimi 50 anni per gli UEFA Jubilee Awards nel 2004.

Dino Zoff rappresenta l'Italia
ROMA, ITALIA – 17 NOVEMBRE: Il portiere dell’Italia Dino Zoff gioca durante una partita internazionale intorno al 1976, Zoff ha vinto più di 100 partite complete ed è il giocatore più anziano ad aver mai vinto una Coppa del Mondo FIFA. (Foto di Don Morley/Allsport/Getty Images)

8. Andrea Pirlo

Mago del calcio. Nessuno ha lasciato il segno in un ruolo di centrocampo profondo come Pirlo.

Molto freddo in ogni momento, Pirlo può sciogliere le difese a suo piacimento. Era anche un mago degli atteggiamenti fissi.

Quel set di abilità di livello mondiale lo ha visto rivendicare sei titoli di Serie A, due vittorie in Champions League e la medaglia dei vincitori della Coppa del Mondo 2006 con l’Italia.

Andrea Pirlo
TORINO, ITALIA – 10 APRILE: Andrea Pirlo della Juventus festeggia il primo gol durante i quarti di finale di UEFA Europa League tra Juventus e Olympique Lyonnais alla Juventus Arena il 10 aprile 2014 a Torino, Italia. (Foto di Claudio Villa/Getty Images)

7. Franco Baresi

Parte di una delle unità difensive più iconiche nella storia del gioco, Baresi ha recitato con l’AC Milan per due interi decenni.

Baresi ha trascorso la maggior parte del tempo al fianco di Paolo Maldini, Alessandro Costacurta e Mauro Tassotti, vincendo due Coppe dei Campioni con i rossoneri e conquistando anche una tripletta di titoli di Serie A tra il 1991 e il 1994.

Nella stagione 1993/94 ha mobilitato una linea difensiva che ha ricevuto solo 15 gol in totale.

Cose incredibili!

Baresi vs Baggio
1 aprile 1995: Roberto Baggio (a sinistra) della Juventus affronta Franco Baresi (a destra) del Milan durante una partita di Serie A allo stadio San Siro di Milano, Italia. La Juventus ha vinto la partita 2-0. \ Credito obbligatorio: Allsport UK / Allsport

6. Francesco Totti

Mentre la maggior parte di quelli in questa lista ha avuto successo con vari datori di lavoro, Totti è meglio conosciuto per aver trascorso i suoi 15 anni di carriera con la Roma.

I suoi 250 gol in campionato alla Città Eterna lo considerano ancora il secondo giocatore più produttivo nella storia della Serie A.

READ  Simone Inzaghi batte Antonio Conte e Luciano Spalletti in Champions

Totti ha anche giocato un ruolo fondamentale nella brillantezza dell’Italia ai Mondiali del 2006, contribuendo con quattro assist durante il torneo.

Totti a Roma
ROMA, ITALIA – 28 MAGGIO: Francesco Totti saluta i fan dopo la sua ultima partita durante la partita di Serie A tra Roma e Genova allo Stadio Olimpico il 28 maggio 2017 a Roma, Italia. (Foto di Paolo Bruno/Getty Images)

5. Giuseppe Mezza

Lo Stadio Giuseppe Meazza potrebbe essere più comunemente noto come San Siro, ma il nome stesso era esattamente il giocatore.

In rappresentanza sia dell’AC che dell’Inter durante la sua carriera, il pluripremiato attaccante ha lanciato la nazionale italiana a vittorie consecutive ai Mondiali del 1934 e del 1938.

Giuseppe Mezza
19 giugno 1938: il capitano dell’Italia Giuseppe Meazza (a sinistra) stringe la mano al capitano dell’Ungheria Giorgi Sarrosi, all’inizio della finale della Coppa del Mondo FIFA a Parigi. L’Italia ha battuto l’Ungheria con una vittoria per 4-2 diventando campione del mondo. L’arbitro francese, Capdeville, guarda. (Foto di Keystone/Getty Images)

4. Gianni Rivera

Esordisce in Italia a soli 17 anni dopo essere balzato alla ribalta con il Milan nel 1962, Rivera vincendo tre scudetti e un paio di Coppe dei Campioni a San Siro.

Il centrocampista Rivera era un talento eccezionale, che spesso faceva sembrare il gioco facile. Il vincitore del Pallone d’Oro 1969 si trovava a suo agio sulla scena internazionale tanto quanto lo era con il suo club, avendo recitato con gli Azzurri in diversi tornei di Coppa del Mondo.

Gianni Rivera e Luigi Riva
Giugno 1970: gli attaccanti italiani Luigi Riva e Gianni Rivera scendono in campo prima della partita di Coppa del Mondo contro Israele in Messico. (Foto di Keystone/Getty Images)

3. Gianluigi Buffon

Buffon, uno dei più grandi portieri ad aver mai indossato un paio di guanti, ha vinto tutto quello che si può vincere a livello di club, tranne la Champions League.

Sono rimasto sbalordito quando la Juventus ha rotto 52 milioni di euro per i suoi servizi nel 2001. Con il senno di poi, è stato un vero furto.

Buffon è diventato il principale produttore di presenze di tutti i tempi della Juventus, vincendo dieci titoli di Serie A.

Il 44enne, che gioca ancora oggi per il Parma, ha anche recitato nella vittoria dell’Italia ai Mondiali del 2006, ha mantenuto la porta inviolata cinque volte e si è aggiudicato il Golden Glove del torneo.

READ  Zlatan Ibrahimovic condanna il razzismo dopo una lite con Romelu Lukaku
Buffon esulta alla Juventus
Torino, Inghilterra – 5 maggio: Gianluigi Buffon della Juventus celebra Alvaro Morata della Juventus segnando il suo primo gol durante l’andata della semifinale di UEFA Champions League tra Juventus e Real Madrid alla Juventus Arena il 5 maggio 2015 a Torino, Italia . (Foto di Michael Reagan/Getty Images)

2. Paolo Maldini

Trascorso un intero quarto di secolo al Milan, Maldini è la vera definizione di leggenda del club.

I rossoneri hanno contribuito a vincere sette scudetti e cinque Coppe dei Campioni, e il terzino sinistro trasformato in difensore centrale non era estraneo ai trofei.

Purtroppo Maldini non ha potuto bissare il successo conquistando la coppa sulla scena internazionale. Non è riuscito a sollevare una vittoria di campionato in 14 anni nel girone italiano.

Paolo Maldini
MILANO – 23 NOVEMBRE: Paolo Maldini del Milan durante la partita di Serie A tra Milan e Inter al G. Meazza di Milano il 23 novembre 2002 (Foto di Grazia Neri/Getty Images)

1. Roberto Baggio

Baggio, primo membro della Hall of Fame del calcio italiano, presiede il conto alla rovescia per FourFourTwo ed è difficile discutere con la loro decisione.

Baggio era un genio della tecnica, amato in patria per la sua creatività sfrenata. Vincitore in Serie A in due occasioni (prima con la Juventus e poi con il Milan), la “coda di cavallo divina” è stata onorata per la sua genialità quando gli è stato assegnato il Pallone d’Oro nel 1993.

Un anno dopo, il destino ha inferto un duro colpo a Baggio che ha sbagliato il calcio di rigore che ha visto il Brasile vincere la Coppa del Mondo 1994 a spese dell’Italia.

Purtroppo, Baggio è ormai ricordato da molti più per la sua rigorosa penalità che per la sua eccezionale bravura. Nonostante questo, era al suo meglio ingiocabile.

Roberto Baggio
19 maggio 1993: Roberto Baggio della Juventus nella gara di ritorno della finale di Coppa UEFA contro il Borussia Dortmund allo stadio Delle Alpi di Torino, Italia. La Juventus ha vinto la partita 3-0. \ Credito obbligatorio: Sean Bottrell / All Sport

UEFA Champions League: 20 domande su tutti i record

Chelsea e Liverpool ottengono una forte spinta da Tchwamini (tramite Football Terrace)


Notizie ora – Notizie sportive

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.