Baltic News Network – Notizie da Lettonia, Lituania ed Estonia »L’ex ministro della Salute ha criticato la risposta dell’Estonia alla seconda ondata del virus

Evgeny Usenovsky. Foto: Postimees Grupp / EestiMeedia / SCANPIX Baltic

L’ex ministro estone della salute e del lavoro, Jevgeni Ossinovski, ha criticato la risposta del governo estone alla seconda ondata di COVID-19 poiché non ha agito sulle misure preventive nonostante gli avvertimenti dei funzionari sanitari, Rapporti ERR per la radio pubblica estone.

Il settore sanitario in Estonia è gestito dal ministro degli Affari sociali e degli affari sociali Tanil Kik del partito centrale al governo. Ossinovski è stato ministro della Salute e del lavoro dell’Estonia dal 2015 al 2018.

In un parere pubblicato da ERR mercoledì 9 novembre, il politico ha fatto riferimento alla proposta di risarcire le persone per i primi giorni di congedo per malattia, arrivata al parlamento estone lunedì 7 novembre, come mesi fino a tardi e un esempio di “procrastinazione caotica”.

Leggi anche: La Lituania sta estendendo la sua quarantena a livello nazionale e accetta restrizioni più severe

“L’emendamento entrerà in vigore il 1 ° gennaio, momento in cui i nostri ospedali saranno notevolmente sovraccaricati e l’effetto preventivo della misura sarà completamente trascurato. Doveva entrare in vigore al più tardi in ottobre. Onestamente non riesco a capire come questa procrastinazione disordinata possa essere giustificata. Da parte del governo. (…) Possiamo dire che i giorni di malattia sono solo un argomento. Anche se questo è vero, serve solo a spiegare il totale fallimento del governo nella seconda ondata del virus », l’ex ministro estone della Salute e del lavoro, Gevgeny Usenovsky, che è stato valutato Secondo ERR.

READ  Sepoltura dei morti: i volontari musulmani del Myanmar sul Coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *