“Sostieni il mio piano di asilo in Ruanda”, dice Rishi Sunak ai conservatori

“Sostieni il mio piano di asilo in Ruanda”, dice Rishi Sunak ai conservatori
  • Scritto da Joshua Nevitt
  • Corrispondente politico, BBC News

Spiegazione video,

Guarda: ho esaurito la pazienza con il piano Ruanda-Sunak

Rishi Sunak ha esortato i parlamentari a sostenere il suo piano di cercare rifugio in Ruanda, dopo che i conservatori lo avevano avvertito che era destinato a fallire.

Il Primo Ministro è stato costretto a convocare una conferenza stampa per consolidare la sua autorità dopo che il segretario all’Immigrazione Robert Jenrick si è dimesso a causa della politica rivista.

Jenrick ha detto che la legge volta a rilanciare questa politica “non era sufficiente”.

Sunak ha detto di sbagliarsi, ma ha insistito sul fatto che il voto della Camera dei Comuni sul disegno di legge della prossima settimana non sarebbe una questione di fiducia nel suo governo.

Quando gli è stato chiesto se avrebbe cacciato dal partito i parlamentari conservatori che lo avevano sfidato, Sunak ha risposto “no” e il voto riguardava “la fiducia nel Parlamento per dimostrare che sta deludendo il popolo britannico”.

Ciò suggerisce che i critici conservatori del piano ruandese potranno votare contro senza timore di vedere sospesa la loro adesione al Partito conservatore parlamentare.

Il piano di inviare alcuni richiedenti asilo in Ruanda, nell’Africa orientale, per essere processati è stato annunciato per la prima volta dall’allora primo ministro Boris Johnson nell’aprile 2022.

“L’unico approccio”

Sunak ha reso questa la parte più famosa della sua promessa di “fermare le barche”, sostenendo che ciò dissuaderà le persone dal tentare di attraversare la Manica.

Ma è stato più volte rinviato a causa di problemi legali e finora nessun richiedente asilo è stato inviato in Ruanda dal Regno Unito.

Mercoledì il governo ha presentato il progetto di legge sulla sicurezza del Ruanda, che mira a rilanciare la politica dopo che la Corte Suprema lo ha dichiarato illegale il mese scorso.

Il disegno di legge impone ai giudici di trattare il Ruanda come un paese sicuro e dà ai ministri il potere di ignorare alcune sezioni della legge sui diritti umani.

I parlamentari conservatori della destra del partito vogliono che il disegno di legge vada oltre nel prevenire la possibilità di ricorsi legali ai sensi delle leggi nazionali e internazionali sui diritti umani.

Jenrick si è dimesso mercoledì a causa della nuova legislazione, che ha descritto come una “vittoria della speranza sull’esperienza”.

L’ex ministro dell’Interno Suella Braverman ha affermato che la legge “fallirà” nella sua forma attuale e ha avvertito che il Partito conservatore rischia l'”oblio elettorale” se non cambia rotta.

Ma Sunak ha insistito sul fatto che il disegno di legge sulla sicurezza del Ruanda è “il disegno di legge sull’immigrazione più duro mai visto”, che “previene ogni ragione utilizzata per impedire il decollo dei voli per il Ruanda”.

Nella sua conferenza stampa a Downing Street, Sunak ha insistito sul fatto che la nuova legge è “l’unico approccio” in grado di prevenire con successo ulteriori sfide legali che impediscono ai voli di decollare verso il Ruanda.

Sunak ha affermato che se il governo andasse oltre ignorando la legislazione sui diritti umani nella legislazione, il Ruanda abbandonerebbe l’accordo.

“Andare oltre significherebbe che il Ruanda farebbe crollare il piano e quindi non avremmo nessun posto dove mandare nessuno – e non è questo il modo di farlo”, ha detto Sunak.

“Quindi quello che tutti dovrebbero fare è sostenere questo disegno di legge”.

Con alcuni parlamentari conservatori in aperta rivolta sulla direzione della politica, Sunak si chiede se riuscirà a ottenere il voto per sostenere l’approvazione del disegno di legge in parlamento.

Il governo potrebbe fissare il voto chiave come una questione di fiducia. Questo è un mezzo per fare pressione sui rappresentanti affinché votino con il governo su una questione specifica.

È una tattica ad alto rischio, perché perdere un simile voto di fiducia potrebbe innescare le elezioni generali. Ma Sunak ha fatto capire che non giocheremo questa carta.

Durante la conferenza stampa, a Sunak è stato chiesto se stesse dicendo ai parlamentari conservatori “sostenetemi o licenziatemi”, una frase usata dall’ex primo ministro conservatore John Major quando si trovò ad affrontare una sfida alla leadership nel 1995.

Sunak non ha risposto direttamente alla domanda, ma ha detto che “ha esaurito la pazienza con questo”.

“Dobbiamo porre fine alla spirale legale che ci ha impedito di attivare e far funzionare il piano per il Ruanda”, ha affermato.

“La vera questione riguarda il Labour”, ha detto Sunak, che si è impegnato ad abbandonare la politica del Ruanda se vincesse le prossime elezioni, mettendo in dubbio il suo futuro a lungo termine.

Il Primo Ministro ha detto: “La domanda è per tutti, e soprattutto per i laburisti, qual è il loro piano? Voteranno per questa legislazione?”

La provocazione del Labour e la conferenza stampa improvvisata suggeriscono che il Primo Ministro ha riconosciuto il pericolo politico che attende il suo governo.

Ci sono alcuni suggerimenti secondo cui i parlamentari conservatori potrebbero provare a tenere un voto di fiducia nella leadership di Sunak.

Alcuni altri conservatori ritengono che le turbolenze nel partito potrebbero costringere Sunak a indire elezioni generali prima del previsto.

La conferenza stampa del primo ministro non sembra aver fatto molto per calmare le tensioni all’interno del suo partito.

Un gruppo di conservatori di destra sta ricevendo consulenza legale sul disegno di legge prima di decidere se sostenerlo o opporsi la prossima settimana.

Anche il gruppo di parlamentari conservatori One Nation, considerato moderato, ha nominato un avvocato per studiare la legislazione.

Il compito di far passare il disegno di legge in Parlamento spetta a Michael Tomlinson, nominato giovedì ministro per l’immigrazione illegale.

Lavorerà al fianco di Tom Borzglove, il ministro dell’immigrazione legale, dopo che il Primo Ministro ha diviso in due la posizione vacante di Jenrick.

READ  Yoga per corridori: tre semplici allungamenti per rafforzare e defaticare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *