Baldur's Gate 3 include un toccante tributo al padre di un fan che soffre del morbo di Alzheimer

Baldur's Gate 3 include un toccante tributo al padre di un fan che soffre del morbo di Alzheimer

Con innumerevoli finali diversi e circa 100 ore di gioco, Baldur's Gate 3 è pieno di stanze, linee di dialogo e personaggi che altrimenti i giocatori potrebbero perdere. Tuttavia, un giocatore ha condiviso un'esperienza particolarmente significativa con uno degli NPC meno conosciuti del gioco, e la sua storia è ora riemersa grazie a un recente post di uno degli sviluppatori.

Nel 2020, l'utente del forum Larian Solfalia Un post condiviso prima Grazie a Larian Studios per aver rilasciato il primo capitolo di Baldur's Gate 3 in accesso anticipato: il rilascio anticipato del gioco ha permesso loro di giocare con il padre, che aveva giocato con loro ai precedenti giochi Larian ma a cui è stato recentemente diagnosticato l'Alzheimer.

“Questo accesso anticipato significa che questo Natale potrò vivere un'avventura con lui un'ultima volta, e so che gli piacerà”, ha scritto Solvalia nel post originale.

Quasi tre anni dopo, in seguito al rilascio completo di Baldur's Gate 3, Soulvalia Ritornato ai Fori Lariani Ringraziamo ancora la squadra, questa volta per aver aggiunto molta più personalità. Dopo aver visto il post originale, uno scrittore anonimo si è offerto di aggiungere un omaggio al padre di Solvalia. Solvalia pensava che potesse trattarsi di un libro o di un dipinto, ma il team li ha sorpresi aggiungendo un NPC chiamato Golbreath con la sua cripta da esplorare, il tutto ispirato al padre di Solvalia.

READ  Galaxy AI ora supporta più lingue con l'ultimo aggiornamento - Samsung Newsroom Italia

“Goldbraith non solo assomigliava a mio padre, ma aveva diverse linee di dialogo”, ha scritto Solvalia. “Alcuni di loro sono anche molto commoventi (almeno per me). Le varie carte in casa erano sorprendenti, e la raccolta di lettere tra Golbraith e suo figlio mi ha lasciato un nodo in gola. Mentirei se dicessi Non lo ero.” “Misty Eyes. La camera segreta del Mind Hunter era davvero fantastica.”

“Una volta che ho finito di perquisire l'intera casa, l'ho detto a mio padre. Adesso è in una casa di cura, quindi non può giocare, ma ha ascoltato la mia descrizione con la gioia infantile che non ho mai visto in vita mia. ” “Ne amava ogni momento. Amava l'idea che il suo personaggio avesse un monocolo ed era orgoglioso che il suo personaggio avesse un seminterrato segreto con delle armi. Ne parla ancora di tanto in tanto durante le nostre conversazioni settimanali.”

Oggi, Rachel Quick, una scrittrice di Larian Studios, ha condiviso il post originale, dicendo che si è offerta volontaria per scrivere Golbraith (sebbene non fosse la “scrittrice in primo piano” anonima che originariamente aveva contattato Solfalia).

“Sono davvero felice di aver onorato il grande cacciatore”, ha scritto Quick.

È in parte grazie a piccoli dettagli come questo che abbiamo assegnato a Baldur's Gate 3 un punteggio di 10 nella nostra recensione, definendolo “un momento fondamentale nel genere”. Da allora, ha vinto il premio come Gioco dell'anno ai Game Awards e alcuni premi speciali IGN.

Amelia Zoellner è una scrittrice freelance per IGN che ama tutto ciò che riguarda i giochi indie e Nintendo. Al di fuori di IGN, hanno contribuito a siti come Polygon e Rock Paper Shotgun. Trovateli su Twitter: @ameliazollner.

READ  Come ottenere mod personalizzate per Birch Forest e Fireflies per Minecraft?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *