Aston Villa Wolves e West Brom rimuovono gli animali dai badge del club per celebrare la Giornata mondiale della fauna selvatica | notizie di calcio

Aston Villa, Wolves e West Bromwich Albion hanno cambiato i badge del loro club per aumentare la consapevolezza della Giornata mondiale della fauna selvatica in collaborazione con il World Wildlife Fund (WWF).

Le tre squadre della Premier League hanno rimosso gli animali dai loro emblemi – leone elefante, lupo lupo e soffocamento albion (canto dei castelli) – per evidenziare la crescente perdita di fauna selvatica in tutto il mondo.

Sono tra una serie di aziende e squadre sportive che stanno rimuovendo la natura dal suo marchio “nel tentativo di evidenziare l’enorme perdita di biodiversità a livello globale e i rischi sociali ed economici che pone”, secondo il WWF.







2:36

Katie White del World Wildlife Fund (WWF) descrive cosa significa avere il sostegno di diverse squadre di calcio – tra cui Aston Villa e West Bromwich Wolves – nella sensibilizzazione della Giornata mondiale della fauna selvatica.

Si dice anche che parteciperanno Coventry, Middlesbrough e Brentford, mentre il club italiano della Roma perderà la Lupa Capitolina dal suo stemma nel giorno che, per la prima volta nei suoi 60 anni di storia, il WWF rimuoverà il famoso panda. dal suo logo.

La popolazione mondiale di mammiferi, uccelli, anfibi, rettili e pesci ha registrato un calo medio di due terzi in meno di mezzo secolo, secondo il Living Planet Report 2020 del World Wide Fund for Nature.







0:47

Russell Jones, Direttore generale del marketing e della crescita commerciale di Wolfs, afferma che il lupo è più di un semplice simbolo per il club della Premier League mentre celebra la Giornata mondiale della fauna selvatica rimuovendo l’animale dal distintivo del club.

Il rapporto mostra anche che se il mondo continua a “fare affari come al solito”, i tassi di perdita di biodiversità osservati dal 1970 continueranno da qui al 2050. Queste perdite impiegheranno, nel migliore dei casi, decenni per invertire e perdite potenzialmente più irreparabili nella regione Biodiversità su un pianeta che non può sostenere le generazioni di persone attuali e future.

“Vogliamo mostrare come sarebbe il mondo senza la natura perché in meno di 50 anni l’attività umana ha ridotto il numero di animali selvatici del 68% e con ogni parte della natura la disattiviamo, ne perdiamo un’altra”, ha detto Felicity Glenny Holmes , Direttore esecutivo delle comunicazioni e del marketing presso WWF International: “Importante collegamento alla salute umana e planetaria”.







2:14

L’esperto di West Bromwich Albion John Homer racconta l’affascinante storia dietro il distintivo del club e come furono chiamati gli Hawthorns

Oggi uniamo le forze con alcuni dei migliori marchi al mondo, da AS Roma a Hootsuite, per rimuovere le immagini relative alla natura dai nostri loghi per mostrare quanto sia vuoto il #WorldWithoutNature. A livello globale, dobbiamo invertire la nostra direzione e iniziare ripristinare la natura. In tutto il mondo per cogliere le opportunità quest’anno per agire, in modo da evitare il rischio che la natura scompaia per sempre e il nostro mondo naturale prospera “.

READ  Accordo DAZN per "gettare le basi per il futuro" della Serie A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *