Assemblea generale dell’ONU: Erdogan e Netanyahu si incontrano per la prima volta mentre le relazioni si sciolgono

Assemblea generale dell’ONU: Erdogan e Netanyahu si incontrano per la prima volta mentre le relazioni si sciolgono

NEW YORK (Reuters) – Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si sono incontrati di persona per la prima volta martedì in un evento chiave mentre i due paesi lavorano lentamente per migliorare le relazioni che sono state messe a dura prova dalle differenze sulle politiche nei confronti dei palestinesi. .

In una dichiarazione rilasciata dall’ufficio di Netanyahu si legge che i leader, che hanno avuto colloqui durante l’incontro annuale ad alto livello dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, hanno concordato di visitare presto i reciproci paesi.

La televisione israeliana Channel 12 ha detto che Erdogan potrebbe cercare di celebrare il centenario della fondazione della Repubblica turca il mese prossimo eseguendo il pellegrinaggio Hajj in una grande moschea a Gerusalemme. Non c’è stata alcuna conferma ufficiale della notizia.

Le relazioni tra gli ex alleati sono crollate dopo che le forze israeliane hanno ucciso 10 turchi in un raid del 2010 su una nave di attivisti filo-palestinesi che tentava di rompere il blocco della Striscia di Gaza, governata dal movimento islamista Hamas bandito in Occidente.

Ankara ha espulso l’ambasciatore israeliano, una mossa annullata nel 2016 ma ripetuta due anni dopo a causa dell’uccisione di dozzine di palestinesi che avevano partecipato a violente proteste al confine di Gaza. Israele, che si lamentava del fatto che Ankara ospitasse i leader di Hamas, ha espulso l’ambasciatore turco nel 2018.

READ  Biden deve costruire un ponte con il nemico - VG

La visita del presidente israeliano Isaac Herzog in Turchia nel marzo 2022, seguita dalle visite dei due ministri degli Esteri, ha contribuito a sciogliere il ghiaccio.

La presidenza turca ha affermato in un post sulla piattaforma social X che Erdogan e Netanyahu hanno discusso di temi politici, economici e regionali oltre alla questione israelo-palestinese.

La presidenza ha affermato che Erdogan ha detto a Netanyahu che i due paesi possono cooperare nei settori dell’energia, della tecnologia, dell’innovazione, dell’intelligenza artificiale e della sicurezza informatica.

L’energia è emersa come un’importante area di potenziale cooperazione.

Il ministro turco dell’Energia Alp Arslan Bayraktar, che ha partecipato all’incontro, ha dichiarato: “Durante l’incontro sono state discusse le opportunità di cooperazione nel campo dell’energia, principalmente in settori quali l’esplorazione, la produzione e il commercio di gas naturale”.

La Turchia ha avviato un’offensiva di charme nel 2020 per ricucire i legami con i rivali estranei, aprendo aperture verso l’Egitto, gli Emirati Arabi Uniti, l’Arabia Saudita e Israele.

(Segnalazione di Humeyra Pamuk; Preparazione di Mohammed per l’Arab Bulletin) Montaggio di Grant McCall e Lincoln Feast.

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Humeyra Pamuk è una corrispondente senior di politica estera con sede a Washington, DC. Copre il Dipartimento di Stato americano e viaggia regolarmente con il Segretario di Stato americano. Durante i suoi 20 anni con Reuters, ha ricoperto incarichi a Londra, Dubai, Il Cairo e in Turchia, dove ha coperto di tutto, dalla primavera araba e la guerra civile in Siria a diverse elezioni turche e l’insurrezione curda nel sud-est del paese. Nel 2017 ha vinto la Knight-Bagehot Fellowship presso la Scuola di giornalismo della Columbia University. Ha conseguito una laurea in Relazioni internazionali e un master in Studi sull’Unione europea.

READ  I fratelli Furat, che proteggevano la bandiera americana dai manifestanti palestinesi, raccolsero più di 300.000 dollari per il partito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *