Tour in Medio Oriente: il Sudan precipita nel caos | Notizia

Tour in Medio Oriente: il Sudan precipita nel caos |  Notizia

Ecco una carrellata della copertura di Al Jazeera del Medio Oriente e del Nord Africa questa settimana.

In Sudan sono infuriati i combattimenti, la repressione del dissenso da parte della Tunisia si è intensificata e centinaia sono stati rilasciati in uno scambio di prigionieri yemeniti. Ecco il riepilogo della nostra copertura, di Abu Bakr Al Shamahi, redattore per il Medio Oriente e il Nord Africa presso Al Jazeera Digital.

Questa settimana i generali in Sudan si sono rivolti le armi l’uno contro l’altro e, in molti casi, sono stati uccisi civili. La guerra non è una novità in Sudan – il conflitto in Darfur ha attirato molta attenzione negli ultimi 20 anni – ma combattere su questa scala nella capitale, Khartoum, non ha precedenti. Al momento in cui scrivo, sono state uccise più di 300 persone, molte delle quali civili, il sistema sanitario è in rovina e gli scontri nelle strade residenziali a Khartoum e in altre parti del paese hanno lasciato alcuni combattenti che si impossessano delle case delle persone. Era il fondamento.

Né doveva essere così. L’esercito sudanese e un gruppo paramilitare noto come Rapid Support Forces hanno negoziato l’idea che le RSF debbano essere assorbite nell’esercito permanente del paese. L’eventuale scioglimento dell’RSF è visto come uno dei passi finali di una presunta transizione al governo civile, una transizione richiesta dalla richiesta popolare dopo la cacciata del leader Omar al-Bashir a seguito delle proteste nel 2019. Il trasferimento forzato ha portato a un tentativo di transizione a governo civile che è stato rovesciato da un colpo di stato militare, guidato dall’esercito, il maggiore generale Abdel Fattah Al-Burhan, e dalle forze di supporto rapido, guidate dal maggiore generale Mohamed Hamdan “Hemedti” Daglo, che hanno ideato congiuntamente l’acquisizione nell’ottobre 2021.

[READ: The soft-power campaign of Sudan’s RSF leader ‘Hemedti’]

Da allora, il movimento di protesta sudanese ha lottato duramente per ripristinare il governo civile. Ma c’era sempre la sensazione persistente che i soldati non avrebbero mai rinunciato al potere così facilmente. Ora, Burhan e Hemedti, un tempo convenienti alleati, sono in lotta tra loro, sparando contro il Sudan per il controllo di tutto ciò che sopravviverà.

READ  Guerra in Ucraina: gli Stati Uniti consentono il trasferimento di aerei da guerra F-16 danesi e olandesi a Kiev

La Tunisia arresta il leader dell’opposizione Ghannouchi

Nel 2011, la vista dell’arrivo in Tunisia di Rached Ghannouchi ha segnato il profondo cambiamento portato dalla rivoluzione in Tunisia. Il partito Ennahda di Ghannouchi, che ha guidato mentre era in esilio per più di 20 anni, è rapidamente diventato il più grande partito al governo come parte della coalizione, anche se i critici rimangono cauti a causa delle sue radici nell’Islam politico. Lo stesso Ghannouchi divenne presidente del parlamento e la politica si stabilì in una sorta di manovra comune in molti paesi con sistemi elettorali vibranti e democratici. Ecco la storia di successo della primavera araba.

Ma per molti tunisini le conquiste politiche non si sono tradotte in conquiste economiche. Semmai, le cose sono peggiorate. Entra Kais Saied, l’accademico populista che si è candidato alla presidenza nel 2019, sorprendendo molte persone. Inizialmente sostenuto da Ennahda, ha rapidamente esposto le sue tendenze autoritarie, sospendendo il parlamento nel 2021 e facendo approvare una nuova costituzione che gli ha consentito la carica di presidente.

E ora, dopo mesi di arresti di esponenti dell’opposizione, Saied si è finalmente mosso contro Ghannouchi. Il leader di Ennahda è stato arrestato lunedì nell’ambito di un’indagine sui “commenti provocatori”. I funzionari del partito hanno detto ad Al Jazeera che era stato loro ordinato di chiudere i loro uffici dopo il raid. Giovedì, Ghannouchi era stato imprigionato e gli era stato ordinato di essere processato con l’accusa di complotto contro la sicurezza dello stato. Ora sembra che Saied possa muoversi contro altre forze di opposizione – e la Tunisia sembra essere molto lontana dalla vittoria della democrazia nel 2011.

READ  Un palo della luce è caduto e l'autostrada 33 è chiusa - Kelowna News

Scambio di prigionieri yemeniti

Il titolo è che quasi 900 prigionieri sono stati rilasciati dalle parti in guerra nello Yemen, un altro segno di continue misure di rafforzamento della fiducia, e che la fine del conflitto potrebbe finalmente essere vicina (anche se, a mio avviso, è ancora un lungo lontano). . Mentre seguivo questo evento, i miei occhi sono subito corsi alle immagini di prigionieri che scendevano dagli aerei, con il sorriso sui volti, ma con il dolore negli occhi, mentre abbracciavano i loro cari.

[READ: Dozens killed in crush at Ramadan charity event in Yemen]

Ognuno di queste centinaia di prigionieri ha una storia da raccontare, avendo trascorso molti anni lontano da casa, in condizioni probabilmente orribili, incerti se rivedranno mai la libertà. Alcuni di loro erano dignitari, tra cui l’ex ministro della difesa yemenita, nonché parenti di ex presidenti yemeniti. Altri erano giornalisti e sono stati condannati a morte. Tutti sembravano gioiosi, ma era evidente che molti di loro erano ombre di se stessi.

E ora su qualcosa di diverso

I giocatori (e i tifosi) possono anche essere a digiuno, ma questo non ferma il calcio. Questa è la Gaza Ramadan League, una tradizione annuale in cui i calciatori dilettanti competono per vincere un titolo prestigioso. La finale di quest’anno è stata tra Real Stars e Al Tadhamon. Su un campo che non era nemmeno regolamentare, la partita è stata seguita da centinaia di spettatori e con un telecronista a bordo campo. Era severa. Per fortuna, ha fornito un senso di normalità.

Brevemente

I rifugiati affermano che il cancro è collegato alla combustione del gas in Iraq | Rapporto: l’Egitto ha accettato di fornire armi all’Ucraina dopo i colloqui con gli Stati Uniti | Il Qatar e gli Emirati Arabi Uniti si stanno muovendo per ripristinare le relazioni diplomatiche | Il ministro degli Esteri saudita incontra Assad siriano a Damasco | L’esercito americano afferma di aver ucciso un alto leader dell’ISIS in Siria | Il principe ereditario kuwaitiano chiede nuove elezioni | L’Etiopia impiega 500.000 donne per il lavoro domestico in Arabia Saudita | Report: Il Fondo monetario internazionale vuole che l’Egitto attui le riforme prima del piano di salvataggio | L’Iran emette pene detentive per aver abbattuto un aereo passeggeri ucraino nel 2020 | Un incendio in un edificio residenziale a Dubai uccide 16 | Migliaia di israeliani protestano contro le riforme giudiziarie | I membri del Congresso sollecitano un’indagine sull’uso di armi statunitensi da parte di Israele | I palestinesi attraversano i posti di blocco per celebrare la preghiera del venerdì ad Al-Aqsa | La Lega Araba discute il ritorno della Siria nell’organizzazione | Il parlamento algerino approva una legge che inasprisce la censura dei media |

READ  Putin punta sullo "scenario coreano" per l'Ucraina, afferma il capo dell'intelligence militare ucraina

citazione della settimana

Cerchi di dare l’esempio ai tuoi figli, e poi gli estranei vengono e afferrano o picchiano i tuoi figli davanti ai tuoi occhi. Come interagisci? … I tuoi figli pensano: “Mamma e papà non possono proteggerci”? Questa è un’occupazione, non possiamo proteggere i nostri figli da loro”. | Laila Al-Issawi, della Gerusalemme est occupata, descrive come Sei dei suoi sette figli sono stati arrestati in passato da Israele. Uno dei figli, che all’epoca aveva 14 anni, fu colpito e ucciso dai soldati israeliani durante una manifestazione nel 1994.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *