Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l’Ucraina

Una colonna di carri armati contrassegnata dal simbolo Z si estende in lontananza mentre avanzi verso nord lungo l’autostrada Mariupol-Donetsk il 23 marzo (Maximilian Clarke/Sipa)

La Russia ha adattato la sua strategia di guerra in Ucraina per concentrarsi sul controllo del Donbass e di altre aree dell’Ucraina orientale con una data obiettivo fissata per l’inizio di maggio, secondo diversi funzionari statunitensi che hanno familiarità con le ultime valutazioni dell’intelligence statunitense.

Dopo più di un mese di guerra, le forze di terra russe non sono state in grado di controllare le aree in cui stanno combattendo.

I funzionari affermano che il presidente russo Vladimir Putin è sotto pressione per dimostrare di poter ottenere la vittoria, e l’Ucraina orientale è il luogo in cui è più probabile che lo faccia. Secondo un funzionario Usa, l’intercettazione dell’intelligence Usa indica che Putin si sta concentrando sul 9 maggio, il “Giorno della Vittoria” della Russia.

Il 9 maggio è una festa importante nel calendario russo, il giorno in cui il paese celebra la resa dei nazisti nella seconda guerra mondiale con una massiccia sfilata di truppe e armi attraverso la Piazza Rossa davanti al Cremlino. I funzionari dicono che Putin vuole celebrare una sorta di vittoria nella sua guerra quel giorno.

Ma altri funzionari notano che anche se c’è una celebrazione russa, la vittoria effettiva potrebbe essere lontana.

“Putin terrà una parata per la vittoria il 9 maggio indipendentemente dallo stato di guerra o dai colloqui di pace”, ha affermato un funzionario della difesa europea. D’altra parte: un corteo della vittoria, con quali forze e veicoli?

Tuttavia, funzionari statunitensi ed europei affermano che qualsiasi scadenza che Mosca potrebbe fissare retoricamente non cambia la realtà in quanto la Russia sembra prepararsi alla possibilità di un conflitto esteso.

READ  L'esercito ucraino riferisce di ulteriori bombardamenti transfrontalieri e attacchi russi a Severodonetsk

Un diplomatico europeo ha affermato che mentre il Cremlino parla con ottimismo, Putin si prepara “a una lunga, lunga guerra in stile Cecenia, perché, in una certa misura, non ha nessun altro posto dove andare”.

I funzionari affermano che ci sono diverse ragioni dietro il periodo di maggio. Con la fine del gelo invernale e l’allentamento del terreno, sarà difficile manovrare per le unità pesanti russe di terra, il che significa che è necessario che queste forze arrivino al loro posto il prima possibile, secondo le stime dell’intelligence statunitense .

Combattenti sostenuti dalla Russia sono già in quella regione da anni. La regione del Donbass nell’Ucraina orientale è il luogo in cui le forze separatiste russe hanno preso il controllo della regione nel 2014.

Anche i funzionari ucraini hanno pubblicamente fatto riferimento alla data. “Prima del 9 maggio, Putin ha fissato l’obiettivo di sfoggiare la vittoria in questa guerra”, ha detto giovedì il segretario del Consiglio di sicurezza ucraino Oleksiy Danilov.

L’ex primo ministro ucraino Arseny Yatsenyuk ha dichiarato venerdì alla Galileus Web che gli ucraini credono di affrontare un “mese molto complicato e difficile” mentre Putin cerca di rispettare la scadenza.

“Il suo obiettivo finale era e sarebbe stato quello di prendere il controllo dell’Ucraina, ma ha fallito. Ha fallito a causa della fortissima determinazione dell’esercito ucraino, della fortissima unità dell’Ucraina e del mondo occidentale e delle sanzioni imposte dagli Stati Uniti , il Gruppo dei Sette e l’Unione Europea”, ha detto Yatsenyuk. “Finora, per quanto mi risulta, Putin si è rivolto al piano b. Quello che vedo è che il Piano B ha una sorta di scadenza”.

Due funzionari statunitensi hanno affermato che anche gli Stati Uniti apprezzano il fatto che Putin si stia ora preparando, per la prima volta, a nominare un comandante in capo per la guerra per maggiori successi russi. Gli Stati Uniti ritengono che Putin probabilmente nominerà un generale che si trovava nella parte meridionale dell’Ucraina perché è lì che i russi sono riusciti a raggiungere i loro obiettivi.

READ  Pence su Trump e il 6 gennaio: "Non so se ci incontreremo faccia a faccia quel giorno".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.