Adam Schiff dice che la censura sarebbe un ‘distintivo d’onore’ – Deadline

Adam Schiff dice che la censura sarebbe un ‘distintivo d’onore’ – Deadline

aggiornare: La Camera ha votato 213-209 contro il rappresentante Adam Schiff (D-Calif.), mentre i Democratici hanno deriso ad alta voce nella stanza al termine dell’appello.

Il presidente della Camera Kevin McCarthy (R-Calif.) si è quindi mosso per rivolgere a Schiff un rimprovero verbale mentre i democratici gridavano “vergogna” e “disgrazia”. Hanno continuato a urlare mentre McCarthy ha iniziato a leggere la censura, al punto che l’oratore ha detto delle interruzioni: “Mi hai avuto tutta la notte”.

Dopo il voto, Schiff ha abbracciato e stretto la mano ai colleghi democratici, mentre alcuni cantavano “Adam! Adam!”

Sei membri, tutti repubblicani, hanno votato presenti.

in precedenza: Il rappresentante Adam Schiff (D-Calif.) Ha detto ai legislatori che un voto in sospeso per criticarlo sarebbe un “distintivo d’onore” perché ha descritto lo sforzo partigiano come un tentativo di punirlo per aver tentato di ritenere Donald Trump responsabile.

La deputata Anna Paulina Luna (R-Fla.) ha guidato la risoluzione di censura, accusando Schiff di aver abusato dei suoi privilegi come presidente della House Intelligence Committee “mentendo, mentendo, mentendo al popolo americano che c’erano prove dirette di collusione” tra il La campagna di Trump e la Russia nel 2016. Ha notato che Schiff è stato un ospite frequente nei notiziari televisivi e ha continuato a guadagnare con le accuse di Trump e della Russia.

Il tentativo di Luna di approvare una risoluzione di censura si è bloccato la scorsa settimana di fronte all’opposizione repubblicana. Ma ha rivisto la decisione di annullare la multa di 16 milioni di dollari di Schiff.

Un voto finale sulla risoluzione è previsto per mercoledì successivo, dopo aver tentato di respingerlo con un voto di partito. Il presidente della Camera Kevin McCarthy si è mosso all’inizio di quest’anno per rimuovere Schiff dal Comitato di intelligence della Camera.

READ  La ragazza iraniana Armita Giravand muore settimane dopo l'incidente ferroviario Notizie di politica

Ma l’interesse del voto di censura potrebbe finire per aiutare Schiff mentre corre alle primarie della California per succedere alla senatrice Dianne Feinstein (D-Calif.). All’inizio della giornata, in un’udienza della commissione giudiziaria della Camera, ha avuto diversi momenti controversi per controinterrogare John Durham, il consigliere speciale incaricato di indagare sulle origini dell’indagine Trump-Russia. Alcune delle clip sono diventate rapidamente virali.

Schiff ha affermato in aula che “se c’è un motivo per la supervisione in quest’Aula, e c’è un motivo, dovrebbe essere diretto a coloro in questo organo che hanno cercato di ribaltare elezioni libere ed eque”.

Ha aggiunto: “Si dice di te che ti manca il coraggio di opporsi ai presidenti più immorali, illegali e immorali della storia, ma consolarti attaccando coloro che lo hanno fatto. Oggi indosso quel voto partigiano come distintivo d’onore , sapendo di aver fatto il mio giuramento, sapendo di aver fatto la mia parte per ritenere responsabile un capo pericoloso e fuori controllo, e so che lo rifarei in un batter d’occhio”.

La censura non rimuove un membro del Congresso, ma lo priva di tutti i presidenti di commissione che ricoprono, cosa che Schiff non fa. Schiff ha citato la censura negli appelli elettorali.

Il rappresentante Jamie Raskin (D-Maryland) ha affermato che lo sforzo di censura è stato un tentativo di sfuggire ai problemi legali di Trump. Ha notato che l’ex presidente ha minacciato di reclutare sfidanti primari a qualsiasi repubblicano che avesse votato contro la risoluzione di censura. Ha anche affermato che il consigliere speciale Robert Mueller, che ha supervisionato l’indagine Trump-Russia, non è giunto a una conclusione sull’eventuale collusione perché non era un termine legale. La questione della collusione è una questione di opinione, ha detto Raskin, e “non incolpiamo le differenze di opinione”. Mueller ha detto ai membri del Congresso nel 2019 che non c’erano prove sufficienti per accusare qualsiasi membro della campagna Trump di associazione a delinquere.

READ  Duro lavoro, sorprese, scelte difficili: storie di immigrazione a Ottawa

Oltre al suo ruolo nella House Intelligence Committee, Schiff è stato il direttore principale del primo processo di impeachment di Trump. Alla fine il Senato ha votato per assolvere Trump.

Schiff affronta altri due Democratici alla Camera alle primarie del Senato, Barbara Lee e Katie Porter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *