Venezia e la sua laguna ancora una volta sfuggono all’inclusione nella lista dei siti patrimonio dell’UNESCO in pericolo

Venezia e la sua laguna ancora una volta sfuggono all’inclusione nella lista dei siti patrimonio dell’UNESCO in pericolo

Colin Barry, Associated Press

3 ore fa

I turisti attraversano un ponte a Venezia, Italia, mercoledì 13 settembre 2023. La città italiana di Venezia sta lottando per gestire l’assalto dei turisti nell’era dei viaggi economici. La posta in gioco per la fragile città lagunare è alta questa settimana poiché un comitato dell’UNESCO decide se includere Venezia nella lista dei siti a rischio di estinzione. (AP Photo/Luca Bruno)

VENEZIA, Italia (AP) – L’iconica città italiana di Venezia è sfuggita all’inclusione nella lista del patrimonio mondiale in pericolo dell’UNESCO durante una riunione del Comitato del patrimonio mondiale in Arabia Saudita giovedì, mentre gli stati membri hanno elogiato i suoi sforzi di conservazione, compreso un progetto pilota. Il progetto che farà di Venezia la prima città a pagare l’ingresso.

Questa è la seconda volta che Venezia si sottrae allo status di Patrimonio dell’Umanità come sito a rischio di estinzione, con i risultati di un comitato dell’UNESCO che raccomanda che il cambiamento climatico e il turismo di massa siano tra le minacce che “causano un impatto irreversibile sull’eccezionale valore universale” di Venezia e della sua laguna. .

Il voto è arrivato appena due giorni dopo che il consiglio comunale di Venezia ha approvato un piano pilota per addebitare un biglietto d’ingresso di 5 euro agli escursionisti nei 30 giorni ad alto traffico del prossimo anno – uno sforzo citato da molti dei 21 paesi che hanno sostenuto il mantenimento di Venezia come città. Fuori dalla lista.

Allo stesso modo, Venezia ha evitato la designazione come sito Patrimonio dell’Umanità a rischio di estinzione nel 2021 dopo che il governo di Roma ha annunciato il divieto di transito di grandi navi da crociera attraverso Piazza San Marco e attraverso il Canale della Giudecca.

READ  Il conducente si schianta con una Ferrari 488 Rs 2.5 crore poche ore dopo l'acquisto

Nella sua raccomandazione, la commissione dell’UNESCO ha citato l’impatto negativo del turismo di massa, i danni al lago dovuti all’ingresso di grandi navi e petroliere attraverso un’altra rotta, il cambiamento climatico che porta a frequenti alte maree, nonché lo sviluppo non coordinato.

Con l’avvicinarsi della decisione dell’UNESCO, gli attivisti durante il fine settimana hanno rivelato dati ufficiali che mostrano che il numero di posti letto per turisti a Venezia supera la popolazione di 49.693-49.304 residenti. Alcuni chiedono che solo i residenti a tempo pieno possano affittare appartamenti ai turisti per un breve periodo e hanno criticato il divieto di nuove stanze d’albergo perché non sufficientemente applicato.

I funzionari dell’UNESCO hanno sottolineato che il declassamento non vuole essere punitivo, ma piuttosto allertare la comunità internazionale sulla necessità di fare di più per affrontare i problemi che affliggono un sito Patrimonio dell’Umanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *