Vaccino diretto contro il Coronavirus COVID-19: Stati Uniti: un’infermiera di New York è stata la prima a ricevere un vaccino contro il virus Pfizer Corona negli Stati Uniti | Stati Uniti d’America | Donald Trump | FDA | Sandra Lindsay | Globalismo

New York oggi ha vaccinato il suo primo operatore sanitario, un’infermiera dell’ICU nel Queens, con il vaccino Pfizer / BioNTech. Ciò rappresenta un importante punto di svolta negli sforzi compiuti Per controllare il virus.

Guarda la trasmissione in diretta qui:

Guarda: Gli Stati Uniti sono vicini a 300.000 morti per il virus Corona e si stanno preparando per la vaccinazione

Sandra Lindsay, un’infermiera in terapia intensiva, ha ricevuto il vaccino presso il Long Island Jewish Medical Center nel Queens, uno dei primi punti caldi dell’epidemia di COVID-19 nel paese, ed è stata applaudita in una trasmissione in diretta con il governatore di New York. Andrew Cuomo.

“Non mi sentivo diverso dall’ottenere un altro vaccino somministrato”, ha detto Lindsay. “Mi sento fiducioso e sollevato. Sento che la cura sta arrivando. Spero che questo sia l’inizio della fine di un periodo molto doloroso della nostra storia. Voglio instillare la fiducia del pubblico che un vaccino è sicuro”.

Qualche minuto dopo l’iniezione di Lindsay, il presidente Donald Trump ha twittato: “Il primo vaccino è stato somministrato. Congratulazioni America! Congratulazioni al mondo!”

Il vaccino, sviluppato da Pfizer e dal suo partner tedesco BioNTech, ha ottenuto venerdì l’approvazione per l’uso di emergenza da parte dei regolatori federali dopo aver dimostrato di essere efficace al 95% nella prevenzione della malattia in un ampio studio clinico.

Quanti vaccini verranno distribuiti in una volta?

Verranno distribuiti 3 milioni di vaccini. Quando agli stati è stato detto quanti paesi erano dovuti nel primo round all’inizio del mese, i numeri si basavano su 6,4 milioni di dosi che erano pronte per la distribuzione in quel momento, ha detto Berna. Poiché il vaccino Pfizer richiede due dosi, il governo si atterrà alla seconda dose per garantire che raggiunga le persone.

READ  Impronte del mondo 2020 - Maha MTB

Berna ha aggiunto che altre 500.000 dosi sarebbero state riservate per le emergenze.

Quanti vaccini riceveranno i paesi?

Funzionari federali hanno affermato che l’importo da inviare agli stati dipenderà dal numero di residenti dai 18 anni in su. Sebbene non abbia ancora dichiarato l’importo esatto, alcuni stati hanno partecipato alla sua assegnazione iniziale.

Quanti voli stanno arrivando sulla strada?

Entro la fine di dicembre, i funzionari federali sperano di avere vaccini sufficienti per 20 milioni di persone per ricevere la prima dose, il che significa che avranno a disposizione quasi 40 milioni di iniezioni. Questo è dato dal vaccino moderno, che richiede anche due dosi e non ha ancora attraversato ostacoli normativi.

Le autorità sperano di vaccinare altri 30 milioni di persone a gennaio e altri 50 milioni a febbraio.

Perché non dare tutte le dosi dall’inizio?

Sebbene i dati dello studio di Pfizer indichino che alcune persone hanno un certo livello di protezione dalla prima iniezione, i funzionari dicono che una protezione completa richiede due dosi. Devono assicurarsi di ricevere il secondo vaccino per queste persone in modo tempestivo: tre settimane dopo la prima vaccinazione.

La strategia può essere modificata?

Gli esperti dicono che possono aggiustarlo una volta acquisita maggiore fiducia in un futuro flusso di forniture.

“Dato che abbiamo più esperienza nel controllo della qualità della produzione, avremo più fiducia, ovviamente, nel livello delle riserve di approvvigionamento che conserviamo per la seconda dose di somministrazione”, ha detto ai giornalisti il ​​ministro della Salute e dei servizi umani Alex Azar. . “Ma non distribuiremo il vaccino, sapendo che il booster non sarà disponibile, né dalle riserve che forniamo, né dalla produzione continua e prevista”.

READ  Il Senato approva la legislazione per assegnare all'agente Eugene Goodman la medaglia d'oro del Congresso

Come sono effettivamente disponibili le dosi?

Anche se l’iniezione Pfizer è stata appena approvata dalle autorità di regolamentazione, le spedizioni possono iniziare subito perché il dosaggio, la produzione e lo stoccaggio sono già in corso. C’era il potenziale per accelerare la consegna se i vaccini si dimostrassero sicuri ed efficaci.

Di serie

Progetto di fiducia

saperne di più

_____________________________

Video consigliato

Gli americani riceveranno i loro primi vaccini COVID-19 lunedì

Gli americani riceveranno i loro primi vaccini COVID-19 lunedì

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *