Un irlandese attacca le autorità italiane dopo che i paramedici sono arrivati ​​in ritardo per aiutare la sua ragazza morente

Un uomo irlandese ha aggredito le autorità italiane dopo che gli ci vollero quasi 45 minuti per raggiungere la sua ragazza morente.

Michael Douglas, devastato, dice di aver persino dovuto chiedere aiuto alla sua partner Jana dai paramedici, dopo che non sono riusciti a trovare il marito.

Douglas è stato anche interrogato dalla polizia per sei ore sulla morte della sua ragazza, anche se i test post mortem hanno ora escluso qualsiasi manomissione.

Leggi di più:Incredibili registrazioni sembrano risolvere il modo in cui un irlandese è stato assassinato in Australia nel 2017

“Se i soccorsi fossero arrivati ​​in tempo, Jana sarebbe stata ancora viva”, ha detto.

Douglas, 34 anni, ha parlato per la prima volta dopo la morte improvvisa della compagna Jana Gummelt, che si è lasciata mentre la coppia era in vacanza in Italia all’inizio di quest’anno.

Douglas, che si ritiene sia di Dublino, ha parlato con i media italiani per evidenziare quelle che secondo lui sono carenze nel sistema di risposta alle emergenze dopo aver chiamato i paramedici quando la signora Gummelt, di origine tedesca, si è precipitata nel loro camion.

Douglas ha anche rivelato che la polizia italiana lo ha interrogato tramite Google Translate per sei ore, sebbene la morte della signora Gomelt non fosse sospetta.

Douglas ha detto che lui e Gomelt stavano viaggiando per l’Europa per una vacanza da sogno quando la sua ragazza è improvvisamente svenuta mentre era seduta nel loro campeggio nella località di Fiumicino, a circa 40 chilometri a ovest di Roma e vicino all’aeroporto internazionale della città, il 20 gennaio.

READ  Made in Italy: lo spot Dolmio è praticamente senza vita per 90 minuti

Ha detto: “Quel pomeriggio stavamo per prenotare il traghetto per Barcellona.

Ma si è chinata per prendere qualcosa dal frigorifero e ha detto solo: ‘Sono svenuta.

Non ho esitato nemmeno un attimo prima di chiamare l’ambulanza. Se i soccorsi fossero arrivati ​​in tempo, Gana sarebbe ancora viva”.

Il signor Douglas ha rivelato di aver chiamato le infermiere per la prima volta alle 15:39 e di averle continuato per 10 minuti.

Una trascrizione di quella chiamata lo sente implorare aiuto.

Ha chiesto all’operatore se parlava inglese e poi ha detto: “Amica mia, è svenuta e ha perso il respiro e ha dovuto eseguire la RCP su di lei”.

Quindi l’operatore lo collega direttamente al servizio di ambulanza, ma dovevano trovare qualcuno che capisse l’inglese.

Il signor Douglas ha detto: “Mi hanno immediatamente messo in attesa per trovare un lavoratore che parla inglese.

“Dopodiché, ancora alle prese con le comunicazioni, mi è stato detto di tenere il GPS acceso in modo che l’ambulanza potesse trovarci”.

Michael Douglas, la cui fidanzata Jana Gommelt è morta

Ma alle 16:10 – circa 30 minuti dopo la prima chiamata – l’ambulanza non era ancora arrivata e Douglas ha chiamato di nuovo il 112, ha detto.

Ha trascorso altri 10 minuti al telefono.

Ora, 40 minuti dopo la prima chiamata, il signor Douglas ha preso in mano la situazione e ha iniziato a guidare il camion nell’area.

“L’aiuto non è mai arrivato”, ha detto.

Ha dovuto guidare per la zona, finché non ha visto uomini con uniformi arancioni fluorescenti vicino alla spiaggia e si è reso conto che erano paramedici che stavano cercando il camion.

READ  L'ex calciatore inglese Jade Dernbach giocherà per la nazionale italiana

Un’equipaggio di un’ambulanza ha portato d’urgenza Jana, 25 anni e da Westmin, all’ospedale e Douglas ha pensato che stesse andando.

Ha rivelato di sapere che era morta solo alcune ore dopo, quando quattro poliziotti dei Carabinieri lo hanno affrontato.

Il signor Douglas ha dichiarato: “Mi hanno interrogato per sei ore utilizzando Google Translate.

“Non mi hanno permesso di parlare con un medico o un’infermiera per scoprire cosa fosse successo. Poi, alle 22:30, il camion è arrivato per portare il corpo di Jana all’obitorio”.

Successivamente è stata eseguita l’autopsia e un errore è stato escluso.

Ma le autorità italiane hanno conservato il corpo della signora Gomelt per diversi mesi e solo la scorsa settimana i suoi resti sono stati rilasciati alla sua famiglia e cremati.

Le autorità italiane hanno insistito affinché raggiungesse la signora Gomelt il prima possibile.

Leggi di più: Bar criticato online per la sua offerta vergognosa di torta e una pinta per “soli” € 20 perché i proprietari di liquori volevano “chiamare la polizia”

Leggi di più: Protesta del camionista a Dublino in diretta mentre Garday avverte del caos del traffico con molte strade già chiuse

Ricevi le ultime notizie nella tua casella di posta tramite Iscriviti alla nostra Newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.