Un coccodrillo spinge in salvo un cane randagio caduto in un fiume pieno di pericoli

Un coccodrillo spinge in salvo un cane randagio caduto in un fiume pieno di pericoli

Un coccodrillo spinge in salvo un cane randagio (Utkarsha Chavan/CBS)

In un chiaro esempio di compassione tra le specie, è stato mostrato un gruppo di coccodrilli che portava in salvo un cane dopo che era caduto in un fiume pericoloso.

Il cane, ritenuto un randagio, era stato inseguito da un branco di altri cani selvatici quando è saltato nel fiume Savertree in India fuori pericolo, o almeno così pensava.

Ma il fiume era infestato dai coccodrilli locali e tre di loro galleggiavano vicino ai coccodrilli randagi.

Quella avrebbe dovuto essere la fine per il cucciolo indifeso, poiché i coccodrilli erano “a portata di attacco”, secondo un rapporto pubblicato dagli scienziati sul Journal of Threatening Taxa.

Sembra però che i coccodrilli abbiano riportato il cane in salvo sulla spiaggia.

“Questi coccodrilli toccavano il cane con il naso e lo spingevano a muoversi di più per arrampicarsi in sicurezza sulla riva e infine scappare”, hanno scritto i ricercatori.

“I ladri erano a portata di attacco e avrebbero potuto facilmente mangiare il cane, ma nessuno di loro ha attaccato e hanno invece scelto di spingerlo verso la banca, il che significa che la spinta alla fame era assente.”

I ricercatori affermano che i coccodrilli erano “docili”. Secondo il Wildlife Institute of India, gli alligatori maschi adulti possono raggiungere i 18 piedi di lunghezza e pesare fino a 1.000 libbre.

Gli scienziati pensano che questo possa essere un segno di empatia emotiva (Utkarsha Chavan/CBS)

Gli scienziati pensano che questo possa essere un segno di empatia emotiva (Utkarsha Chavan/CBS)

I ricercatori credono che il salvataggio del cucciolo potrebbe essere un segno che i coccodrilli hanno intelligenza emotiva.

“Lo strano caso di un cane salvato da un gruppo di coccodrilli qui riportato sembra riguardare più la compassione che il comportamento altruistico”, hanno detto gli scienziati.

READ  Il giudice sostiene una transazione da 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti per il crollo di un appartamento in Florida

A parte l’ovvia alleanza dei ladri con i cani randagi, gli scienziati hanno scoperto un’altra ossessione per la salute che i coccodrilli sembrano avere: le calendule.

I coccodrilli vengono spesso visti galleggiare o riposare nell’amaranto e spesso mantengono il “contatto fisico” con i fiori gialli, che secondo i ricercatori contengono composti che possono proteggere la pelle da funghi e batteri.

Il fiume Savitri è inquinato da liquami e altri ingredienti nocivi, quindi questo potrebbe essere il motivo per cui vogliono entrare in contatto con i petali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *