Tod's sostiene il Padiglione Italia alla Biennale d'Arte di Venezia

Tod's sostiene il Padiglione Italia alla Biennale d'Arte di Venezia

Milano— Diego della Valle Ancora una volta il suo impegno è incessante per sostenere il patrimonio artistico e culturale italiano.

Il Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Tod's è intervenuto martedì mattina in conferenza stampa al Ministero dei Beni Culturali a Roma per svelare la partnership con il Padiglione Italia alla Biennale Arte 2024 per l'installazione “Due qui/To Hear” con il curatore Luca Cerizza e l'artista Massimo Bartolini.

Altro da WWD

In occasione della partnership, Todd Ospiterà un evento a Venezia per celebrare l'artigianato italiano nei giorni che precedono l'apertura della 60a Internazionale arte La mostra inizia il 20 aprile e prosegue fino al 24 novembre.

“Uno dei nostri obiettivi principali è restituire qualcosa al Paese ed essere un esempio per altri imprenditori, incoraggiandoli a intraprendere lo stesso tipo di iniziative per promuovere e sostenere l’importanza dell’arte e della cultura italiana”, ha affermato Della Valle. “Nessuno può mettere in dubbio la leadership del nostro Paese in questo campo o escluderlo, ma dobbiamo preservare i nostri monumenti e il nostro patrimonio, che è una risorsa insostituibile e riconosciuta a livello globale. Durante i miei viaggi in giro per il mondo, vedo molte persone il cui obiettivo è viaggiare in Italia, quindi facciamo in modo che lo trovino al meglio.

Ha continuato dicendo che “i fondamentalisti non dovrebbero essere smascherati, poiché queste non sono iniziative commerciali” e che crede nella partnership tra istituzioni pubbliche e private. “Ciascuno di noi può svolgere il proprio ruolo. La cultura è un progetto e un sistema di monumenti e monumenti legati al mondo industriale.”

Ha ammesso che potrebbero esserci degli ostacoli sulla strada, come ha detto: “Molti dei miei amici vogliono aiutare, ma non sanno a chi rivolgersi”.

READ  Kelly Harrington si prepara ad iniziare finalmente le Olimpiadi contro la concorrente italiana Rebecca Nicoli

Per questo motivo ha immaginato un Ministero della Cultura che potesse diventare una “banca commerciale per i bisogni culturali, sia pubblici che privati”. [entities] «Ci ​​incontriamo e questi ultimi si mettono a disposizione», ha detto Della Valle alla presenza del ministro dei Beni Culturali Gennaro Sangiuliano. Tod's, con Banca Ifis come sponsor, avrebbe contribuito all'iniziativa con un totale di 400mila euro.

“Sarebbe fantastico se centinaia di progetti piccoli e grandi potessero essere migliorati e si potesse identificare il soggetto più appropriato con cui collaborare. “Le aziende italiane, soprattutto quelle che puntano sulla produzione made in Italy, come fa Todd, hanno il dovere di enfatizzare la cultura italiana”, ha affermato Della Valle.

Nel corso degli anni l'imprenditore ha finanziato numerose iniziative a sostegno delle comunità locali e del vasto patrimonio artistico e nazionale italiano – Restauro del Colosseo Questa è forse la sua fatica più famosa. Nel 2011 Della Valle ha dichiarato di aver stanziato 25 milioni di euro per restaurare l'anfiteatro romano.

Alla fine del 2017, ha inaugurato un nuovo stabilimento produttivo di 21.600 piedi quadrati costruito per sostenere la regione dell’Italia centrale, duramente colpita da un incidente mortale. Terremoto Agosto 2016. Lo stabilimento si trova ad Arquata del Tronto, nelle Marche, e produce Todd scarpe. La sede del gruppo si trova a Casette d'Ete, a 178 chilometri da Arquata del Tronto, in un'area che è un centro storico della produzione calzaturiera.

Martedì Della Valle ha ricordato agli ospiti che il suo gruppo devolve annualmente l'1% degli utili netti a sostegno di numerose attività nelle Marche, dove ha sede l'azienda.

READ  Il gesto dell'Albania ha gravemente colpito l'Italia decimata dal COVID-19. "Non dimenticare i poveri. Saranno gli unici ad aiutarti."

L'imprenditore di lunga data ha fatto della sostenibilità sociale una responsabilità chiave della sua azienda e attraverso i suoi investimenti personali. Allo stesso tempo, esortava i suoi coetanei a sostenere in egual misura le iniziative sociali. Della Valle sventola da sempre la bandiera del “Made in Italy” e vede le opportunità per il Paese.

“I finanziamenti privati ​​per sostenere le operazioni culturali sono essenziali e possono essere fatti. Creerebbero più posti di lavoro, buoni posti di lavoro, di cui i giovani potrebbero godere.”

“Ci sono molte incertezze, guerre in corso e guerre in corso, ma la certezza sta nel fatto che se preserviamo la nostra cultura, nessuno potrà toccarla. Questa è un'opportunità.” Ha colto l'occasione per ribadire l'importanza di garantire il futuro dell'artigianato Made in Italy.

“Farò tutto il possibile per sostenere e convincere i giovani a diventare artigiani, e noi come imprenditori dobbiamo garantire che le nostre aziende siano attraenti per i giovani”.

Della Valle ha detto di aver avuto colloqui con Adolfo Orso, ministro delle Imprese e del Made in Italy, e con Sangiuliano sull'argomento.

Il gruppo ha una propria scuola di formazione, chiamata Bottega di Misteri, così come molti marchi italiani, da Fendi e Bottega Veneta a Brunello Cucinelli e Prada, solo per citarne alcuni.

Nel 2022 Valentino è stato main sponsor della Biennale d’Arte, e prima ancora Gucci nel 2019 e Fendi nel 2017.

Il meglio del WWD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *