Stati Uniti e Russia sono ancora separati dopo i colloqui con l’Ucraina a Ginevra

La Russia e gli Stati Uniti non hanno fornito alcuna indicazione di aver ridotto le loro divergenze sull’Ucraina e sulla più ampia sicurezza europea ai colloqui di Ginevra di lunedì, con Mosca che ha ripetuto richieste che Washington afferma di non poter accettare.

La Russia ha ammassato le sue forze vicino al confine ucraino, chiedendo che la NATO guidata dagli Stati Uniti escluda di accettare l’ex stato sovietico o di espandersi in quello che Mosca vede come il suo cortile.

“Purtroppo, abbiamo una grande divergenza nel nostro approccio di principio a questa questione. Gli Stati Uniti e la Russia hanno opinioni opposte per alcuni aspetti su cosa fare”, ha detto ai giornalisti il ​​vice ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov.

Il vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman ha dichiarato: “Siamo stati risoluti… nel bloccare le proposte di sicurezza che semplicemente non sono un inizio per gli Stati Uniti”.

Washington e Kiev affermano che 100.000 soldati russi spostati a distanza ravvicinata potrebbero prepararsi per una nuova invasione, otto anni dopo che la Russia ha sequestrato la Crimea dall’Ucraina.

La Russia nega qualsiasi piano del genere e dice che sta rispondendo a quello che chiama un comportamento aggressivo da parte della NATO e dell’Ucraina, di orientamento occidentale, che aspira ad aderire all’alleanza.

Guarda | Riepilogo dell’ultima conversazione telefonica tra Biden e Putin:

Biden esorta Putin a fermare l’escalation della crisi al confine con l’Ucraina

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito Vladimir Putin di ulteriori incursioni in Ucraina durante una telefonata richiesta dal presidente russo. 2:01

Ryabkov ha ripetuto una serie di richieste radicali, tra cui il divieto di un’ulteriore espansione della NATO e la fine delle attività dell’alleanza nei paesi dell’Europa centrale e orientale che vi hanno aderito dopo il 1997.

READ  Il generale americano incaricato di distribuire i vaccini ammette di aver sbagliato

Ha detto che era assolutamente “obbligatorio” per la Russia assicurarsi che l’Ucraina non entrasse mai a far parte della NATO.

In risposta, Sherman ha affermato che gli Stati Uniti “non permetterebbero a nessuno di criticare la politica della porta aperta della NATO”, che ha descritto come centrale per la NATO.

“Non abbandoneremo la cooperazione bilaterale con le nazioni sovrane che sono disposte a lavorare con gli Stati Uniti”, ha affermato Sherman. “E non prenderemo decisioni sull’Ucraina senza l’Ucraina, o sull’Europa senza l’Europa, o sulla NATO senza la NATO”.

I colloqui della NATO con la Russia alla fine di questa settimana

Poiché l’Ucraina non è un membro della NATO, non può fare affidamento sui membri dell’alleanza per difenderla.

Ma il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ripetutamente avvertito il presidente russo Vladimir Putin che gli Stati Uniti e gli alleati europei imporranno pesanti sanzioni se la Russia sceglierà di invadere l’Ucraina. Putin ha affermato che le nuove sanzioni potrebbero portare a una “completa rottura delle relazioni”.

Il mese scorso, la Russia ha avanzato richieste radicali, tra cui il divieto di un’ulteriore espansione della NATO e la fine dell’attività dell’alleanza nei paesi dell’Europa centrale e orientale che vi hanno aderito dopo il 1997.

Gli Stati Uniti e la NATO affermano che gran parte delle proposte russe non sono un inizio.

Prima della riunione di lunedì, Ryabkov ha detto alla RIA che la Russia non avrebbe accettato i tentativi degli Stati Uniti di limitare l’agenda alla discussione di esercitazioni militari e dispiegamenti di missili, argomenti che l’amministrazione Biden aveva identificato come aree che vorrebbe affrontare.

READ  Centinaia di persone temono per case e proprietà mentre il flusso di lava si avvicina all'isola spagnola
I soldati russi prendono parte alle manovre al poligono di tiro di Kadamovsky nella regione di Rostov, nella Russia meridionale, il 22 dicembre 2021. (L’Associated Press)

La Russia vuole flessibilità

“Abbiamo bisogno di garanzie legali che la NATO non si espanda ed elimini tutto ciò che l’alleanza ha creato dal 1997”, ha affermato Ryabkov.

Ha detto che la Russia ha cercato di mostrare flessibilità negli ultimi 30 anni, sottolineando che è tempo che l’altra parte mostri flessibilità.

“Se non possono farlo, dovranno affrontare un deterioramento della loro sicurezza”.

I due paesi differiscono anche per il dispiegamento di truppe russe in Kazakistan, il suo sostegno alla Bielorussia nella crisi dei migranti al confine dell’Unione Europea e ciò che Washington vede come l’uso da parte della Russia delle forniture di gas all’Europa per ottenere influenza politica sui suoi vicini.

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, che incontrerà la squadra russa mercoledì a Bruxelles, ha affermato che la Russia e l’Occidente potrebbero trovare un modo per evitare il conflitto.

“Quello che speriamo è che possiamo concordare una via da seguire, che possiamo concordare una serie di incontri, che possiamo concordare un processo”, ha detto Stoltenberg.

Il vice primo ministro ucraino Olga Stevanishina, che è apparsa al fianco di Stoltenberg, ha affermato che la Russia non dovrebbe stabilire condizioni mentre i suoi carri armati rimangono vicino al confine ucraino.

La Russia ha disprezzato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky come un valido partner negoziale, ma gli Stati Uniti e altri governi occidentali hanno affermato di essere pienamente impegnati per la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.