Sole Uzbekistan e qualità Made in Italy

È passato un anno dalla fondazione di The Garden, azienda specializzata nella coltivazione e produzione di frutta e piante, con sede a Namangan, 300 chilometri a est di Tashkent. L’apertura all’internazionalizzazione del Paese ha favorito gli investimenti e stimolato i tre partner ad attuare il loro ambizioso progetto finalizzato alla produzione di frutta fresca dalle eccellenti proprietà organolettiche. Questi prodotti sono 100% made in Italy e rispettano i protocolli di produzione europei.

L’agronomo Angelo Mazzanti e il co-fondatore Ulukbek Azimov piantano il loro primo melo

L’unione delle competenze del fondatore nel settore della frutta – know-how, prodotti Made in Italy di consulenza e consulenza, fabbriche di alta qualità nel vivaio Nischler e supporto a Pop Impex – determineranno il successo di questa impresa.

Dopo un’attenta progettazione tecnica, si è passati alla fase esecutiva, utilizzando l’innovazione tecnologica più performante nel settore frutticolo. Ciò includerà un sistema di supporto completo con pali in cemento, un sistema di irrigazione a goccia, completamente automatizzato e già funzionante, insieme a piante italiane certificate prive di virus di alta qualità. In loco è presente un assemblaggio di strutture antigrandine e parapioggia sui ciliegi, che garantiranno gli investimenti e garantiranno la qualità dei frutti raccolti.

La cultivar è stata accuratamente selezionata, dopo uno studio approfondito delle condizioni climatiche, delle caratteristiche del suolo e degli andamenti del target di riferimento. Mele, ciliegie, albicocche e frutti di bosco: l’80% di queste piante ha già iniziato il ciclo vegetativo, il restante 20% si sveglierà nei prossimi giorni e le fragole verranno raccolte a fine aprile.

Le forme di coltivazione scelte per le colture sono quelle maggiormente orientate alla qualità e alla produttività. Per i meli si sceglie l’impianto a fusetto, con portinnesto M9 e grappoli mono cultivar, con propri impollinatori; La vendemmia è prevista per agosto. Per i ciliegi sono state selezionate le due specie di portinnesto Gisella 6 e Gisella 5, con repliche variegate a due file nello stesso blocco. Forma della piantagione – asse verticale.

READ  Gli agenti di polizia italiani fuori servizio trovano una statua romana rubata in Belgio dieci anni dopo la sua scomparsa | notizie dal mondo

Alexandra Camensi, Direttore Generale Consulenza e Consulenza

Per le albicocche è stata scelta la radice Mirabolano 29C. Con una distanza di 4 metri tra ogni fila e 2 metri tra una pianta e l’altra sulla fila, il sistema di impianto è un candeliere a tre assi. La forma è appiattita e consente di utilizzare macchine per semplificare e velocizzare la gestione del frutteto e la potatura e il diradamento dei frutti, che sono le operazioni più impegnative per questa coltura. Per le ciliegie e le albicocche, la raccolta sarà a partire da maggio 2022.

Ho piantato piante di fragole con una tecnica di pacciamatura che le protegge e le rende più produttive. È stato installato un efficace sistema di fertilizzazione, essenziale per fornire la giusta quantità di acqua e sostanze nutritive. Inoltre, vengono piantate sia le bacche regolari che quelle rimanenti e la raccolta è prevista per agosto.

Un team di agronomi italiani è costantemente sul posto per formare il personale, e ora la potatura post-impianto è stata completata e la pulizia delle fragole è terminata alla fine dell’inverno.

“Stiamo realizzando un progetto ambizioso in cui crediamo fortemente”, afferma Raffaele Napoli, Direttore Generale del Giardino. “Stiamo preparando solide basi per lo sviluppo della frutticoltura in Uzbekistan. Anche qui si possono raggiungere elevati standard qualitativi europei. Infatti, il connubio tra le tecnologie made in Italy e il sole dell’Uzbekistan ci consentirà presto di raccogliere frutti deliziosi, capaci per soddisfare i gusti più esigenti. “

per maggiori informazioni:
il giardino
Raffaello di Napoli
+998 950022753
[email protected]
www.the-garden.farm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *