Simeon ‘Simi Nwankwo: ha segnato in Italia, ma la Nigeria viene ignorata

I gol dell’attaccante Simy Nwankwo per la squadra italiana del Crotone in Serie A significano che è stato classificato uno dei migliori marcatori d’Europa nel 2021, ma la Nigeria lo considera in eccedenza rispetto ai requisiti.

I suoi 19 gol in fondo nel campionato italiano hanno stabilito un nuovo record per un attaccante nigeriano in una sola stagione in uno dei più grandi campionati europei, superando i 17 gol di Yakubu Aigbeni nella stagione 2011-12 per il Blackburn Rovers in Premier League.

Nonostante queste statistiche impressionanti, l’allenatore della Nigeria Gernot Rohr ha indicato che Simi non fa parte dei suoi piani al momento, qualcosa di cui il giocatore dice di non preoccuparsi.

Rohr ha dichiarato a Europa Calcio: “Come ho detto prima, non ho mai smesso di seguire la sua prestazione, ma penso che l’anno prossimo dovrebbe andare a giocare in un club e in una squadra più forte del Crotone”.

“Non sarà così facile, ma avrà già maggiori possibilità di tornare in nazionale”.

Simi (15 gol in 19 partite di Serie A dall’inizio dell’anno) sono stati superati solo da Robert Lewandowski (19 gol in 14 partite), Lionel Messi (19 gol in 17) e Andre Silva dell’Eintracht Frankfurt (16 gol in 17) a il vertice europeo. Cinque leghe (Inghilterra, Spagna, Italia, Germania e Francia).

Non un’ossessione

Il 28enne è stato un richiamo a sorpresa per la squadra nigeriana ai Mondiali 2018 Da allora Rohr lo ha ignorato, essendo filosofico sul non aggiungere le cinque presenze vinte nel 2018.

“Non direi che sono infastidito dai Super Eagles”, ha detto a BBC Sport Africa. “Come nigeriano, mi piace la squadra nazionale, siamo tutti nati per essere fan dei Super Eagles”.

“Condivido lo stesso sogno e l’ambizione di ogni giovane calciatore di rappresentare un giorno il Paese. Ma questo non è nelle mie mani, non è qualcosa che posso controllare.

“Mi concentro sull’unica cosa che posso controllare, ovvero le prestazioni quotidiane, migliorare ogni giorno, lavorare sodo e fare le cose che devo fare per la mia squadra.

“Questa è l’unica cosa che posso controllare. Quello che succede in Super Eagles è fuori dal mio controllo”.

“Se succede di nuovo, succederà, e se no … la vita va avanti. Non sono preoccupato.”

L'attaccante della Nigeria Victor Osimin festeggia un gol per il club italiano del Napoli
Victor Osimhn preferisce il Napoli nella rosa della Nigeria al rivale di Serie A Simi

Rohr ha anche notato che Simi sta attualmente affrontando molta concorrenza in prima fila nel team Super Eagles.

“La concorrenza è enorme: abbiamo (Victor) Osimin, (Kelichi) Iheanacho di Leicester e (Paul) Onwacho di Genk, che è molto simile a Simi in termini di caratteristiche e corporatura”, ha detto Roer.

“Da non dimenticare (Omar) Sadik e (Odeon) Ighalo. Quindi è molto difficile essere parte dell’attacco della Nigeria, abbiamo giocatori molto bravi”.

Simi aggiunge che nonostante i suoi 29 gol che hanno distrutto il record stabilito dal suo connazionale Obafemi Martins (28 gol) – come il più importante marcatore nigeriano in Serie A per l’Inter tra il 2002 e il 2006, non porta rancore contro Rohr.

“Voglio chiarire che la formazione della nazionale non è un’ossessione per me”, ha aggiunto.

“Non perdo il sonno a dire il vero e mi concentro solo su ciò che professionalmente si aspetta da me dal club”.

sentimenti misti

Simi (a destra), il nigeriano, lotta per la palla con Ivan Rakitic ai Mondiali 2018

A marzo, Simi è diventato il terzo giocatore africano nella storia della Serie A a segnare in cinque partite consecutive, dopo il liberiano George Weah nel 1996 e il senegalese Keita Baldi nel 2017.

La sua doppietta per il Crotone nella vittoria per 4-3 sul compagno di squadra in difficoltà del Parma lo scorso fine settimana, che ha sancito la sua prima vittoria in trasferta in questa stagione, ha solo rinviato la sua retrocessione in Prima Divisione.

Capocannoniere con 20 gol in seconda divisione Mentre il club torna in prima divisione in questa stagione, Simi si rifiuta di celebrare il suo successo personale mentre il suo club viene effettivamente retrocesso.

“È bello essere onesti. A livello individuale, segnare molti gol per ogni attaccante è molto importante per la tua fiducia, quindi anche battere record importanti è speciale”, ha detto.

“Ma non ho avuto assolutamente tempo per pensarci. È stato un anno difficile per noi. Il calcio è uno sport di squadra.

“Non siamo riusciti a cogliere i risultati significativi lungo la strada che ci avrebbero aiutato a rimanere in campionato. Quindi sono sentimenti contrastanti per me.

“Do sempre la priorità ai risultati collettivi della squadra prima dei miei risultati, ma quest’anno è stato davvero pazzo, ma è bello per l’attaccante quando seguo e sono felice”.

Luce nel buio

Simi è l'attaccante della Nigeria e Crotone

Legato a diversi club in Italia e altrove, superando il numero di Yakubu Aiyegbeni e Obafemi Martins in Europa, il calcio italiano dovrebbe essere un punto luminoso in un anno impegnativo.

Ma Simi, Chi ha subito abusi razzisti a marzo Continua a dare la priorità al Crotone per il suo club rispetto ai suoi recenti trofei.

“Nel periodo che precede la partita e le ultime partite ho sentito parlare di questo record dai giornalisti qui”, ha detto il giocatore, che ha segnato in sette partite consecutive in questa stagione.

“ Ma non l’ho preso sul serio perché un giorno dovrebbe essere un record rotto da qualcuno, e oggi è mio, e domani sarà qualcun altro.

Certo è bello raggiungere questi numeri e questo è un bene per ogni attaccante, ma spero di poterli estendere ulteriormente segnando gol importanti per il club.

“A livello personale, non c’è niente di speciale e non è importante per me perché collettivamente abbiamo lottato come squadra, quindi non ho molto tempo per divertirmi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *