Signa, il gruppo di vendita al dettaglio centrale della Thailandia, acquista Selfridges




Una donna porta una borsa Selfridges dopo aver lasciato il grande magazzino di Londra, venerdì 24 dicembre 2021. Thai Central Group e Austrian Cigna hanno confermato l’intenzione di acquistare la catena di supermercati di lusso britannica Selfridges. L’operazione vale 4 miliardi di sterline (5,4 miliardi di dollari) e si aggiunge al gruppo Central e Signa di rivenditori di lusso che includono Rinascente in Italia, Illum in Danimarca, Globus in Svizzera e The KaDeWe Group in Germania e Austria. (Foto AP/Alastair Grant)

BANGKOK (AP) – Il gruppo immobiliare della Thailandia centrale e austriaca Signa ha dichiarato venerdì che stanno pianificando di acquistare la catena britannica di grandi magazzini di lusso Selfridges.

L’accordo, che si dice sia di 4 miliardi di sterline (5,4 miliardi di dollari), si aggiunge al portafoglio di rivenditori di lusso di Central che include Rinascente in Italia, Illum in Danimarca, Globus in Svizzera e The KaDeWe Group in Germania.

Selfridges è stata fondata nel 1908 da Harry Gordon Selfridge ed è gestita dalla famiglia del miliardario canadese Weston. Il gruppo possiede 18 grandi magazzini tra cui una proprietà storica nel quartiere dello shopping di Oxford Street, a Londra.

Central è il flagship store della famiglia del miliardario thailandese Chirativat. Selfridges è un grande ricordo in quanto si sta espandendo a livello globale dalla sua base in Thailandia, dove il gruppo di vendita al dettaglio possiede diversi negozi e centri commerciali.

“Non vediamo l’ora di lavorare con i team di gestione e i colleghi del Gruppo Selfridges mentre ci sforziamo di creare una società di vendita al dettaglio di lusso leader a livello mondiale”, ha affermato Tos Chirativat, CEO e CEO di Central, in una nota.

Signa Holding è stata fondata dall’investitore immobiliare austriaco René Penko. Nel 2019, si è unita a RFR Holding per l’acquisto dell’iconico Chrysler Building a New York City.

W. Galen Weston ha acquisito Selfridges nel 2003. La società è stata messa in vendita postuma ad aprile.

Sua figlia, Alana Weston, presidente del Selfridges Group, ha affermato che la vendita è stata una “realizzazione di successo della visione di mio padre di una collezione iconica di grandi magazzini davvero belli e sperimentali”.

L’acquisizione ha richiesto mesi di trattative ed è soggetta ad approvazioni normative.

READ  Huawei vince il premio BladeAAU per il miglior progetto di evoluzione RAN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.