Secondo quanto riferito, la produttrice Marvel di lunga data Victoria Alonso è stata licenziata per violazione del contratto

Secondo quanto riferito, la produttrice Marvel di lunga data Victoria Alonso è stata licenziata per violazione del contratto

L’apparente licenziamento da parte dei Marvel Studios di Victoria Alonso, uno dei produttori e dirigenti più influenti della sua storia, ha fatto grattare la testa agli addetti ai lavori e agli osservatori del settore per tutta la settimana. Secondo quanto riferito, tutto si riduce alla violazione del contratto.

Secondo un nuovo rapporto in GIORNOAlonso è stata licenziata per la sua partecipazione al dramma argentino candidato all’Oscar, 1985, distribuito da Amazon Studios. Era una produttrice del film, che apparentemente ha violato il suo contratto.

Secondo il rapporto, è stata avvertita più volte del problema, che è divampato durante la settimana degli Oscar, portando la Marvel alla fine a licenziarla. Questa è una violazione dell’accordo del 2018, che vieta ai dipendenti di lavorare per studi concorrenti.

Il rapporto afferma inoltre che Alonso non ha ottenuto il permesso dalla Disney né ha fornito preavviso per il suo lavoro come produttore in Argentina, 1985 (anche se questo è stato successivamente negato dall’avvocato di Alonso), che ha debuttato lo scorso settembre alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

IGN ha contattato la Disney per un commento.

Ma l’avvocato di Alonso ha respinto le notizie secondo cui è stata licenziata a causa di Argentina, 1985 e il lavoro che ha svolto per promuovere il film, definendole “assolutamente ridicole”.

Lo ha detto l’avvocato Patty Glaser in una dichiarazione al giornale diversi. Victoria è stata messa a tacere, una queer latina che ha avuto il coraggio di criticare la Disney. Poi è stata licenziata quando si è rifiutata di fare qualcosa che riteneva riprovevole. Disney e Marvel hanno preso una decisione davvero sbagliata che avrebbe avuto conseguenze devastanti. C’è molto in questo storia e Victoria la racconterà presto – in un forum o in un altro”.

READ  La modella di OnlyFans muore suicida a 24 anni - Entertainment News

all’inizio di questa settimana, diversi Ha riferito che Alonso, che in precedenza era responsabile della produzione fisica, della post-produzione, degli effetti visivi e dell’animazione della Marvel, è stato licenziato per volere del co-presidente della Disney Alan Bergman. Secondo quanto riferito, Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios e immediato superiore di Alonso, non è stato coinvolto nella decisione.

È stata una mossa innegabilmente scioccante, poiché Alonso – insieme a Luis D’Esposito, co-presidente di Feige e Marvel – era considerato uno dei tre principali responsabili delle decisioni dello studio. Il coinvolgimento di Alonso con la Marvel risale al 2006, quando ha co-prodotto Iron Man. A partire da The Avengers, è stata produttrice esecutiva di tutti i film MCU, così come di tutte le serie TV MCU Disney+.

Tuttavia, il suo mandato non è venuto senza polemiche. Gli effetti visivi degli ultimi film e programmi TV dell’MCU sono stati presi di mira e IGN in precedenza ha parlato con diversi lavoratori VFX che hanno parlato di ore estenuanti alla Marvel e timori di essere inserito nella lista nera, tra le altre preoccupazioni.

Disney e Marvel non hanno ancora commentato pubblicamente l’apparente cessazione di Alonso.

Aggiornamento, 24 marzo: questa storia è stata aggiornata con una dichiarazione dell’avvocato di Alonso.

Credito in miniatura: Gilbert Flores/Getty Images

Alex Steadman è un redattore senior di IGN, che supervisiona i reportage sull’intrattenimento. Quando non sta scrivendo o modificando, puoi trovarla a leggere romanzi fantasy o giocare a Dungeons & Dragons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *