Sagan accelera alla vittoria in Italia, Bernal è ancora in testa

Lunedì, lo slovacco Peter Sagan ha vinto una gara di gruppo nella decima tappa del Giro d’Italia a Foligno, in Italia, mentre il colombiano Egan Bernal ha mantenuto la maglia rosa assoluta.

La squadra di Sagan Bora-Hansgrohe ha dominato gli ultimi 50 chilometri della gara di 140 chilometri, veloce per abbattere i rivali di Sagan prima della fine, poiché il 31enne era in vantaggio sul campo minis per la vittoria.

Il cittadino Bernal Fernando Gaviria è arrivato secondo e l’italiano David Cimulay si è classificato terzo.

Foto: AFP

Partita dal teatro del micidiale terremoto italiano del 2009 a L’Aquila, la corsa veloce ha visto solo le più piccole variazioni in classifica generale grazie al secondo posto Remaco Evenbuell, partito dal Peloton per una gara intermedia .

Tuttavia, Bernal, in maglia rosa, lo ha seguito attraverso il traguardo con sorprendente facilità, con Evenbueil di Deckonink-Kwik-Step che ha ottenuto solo un secondo.

“Stavo solo seguendo Bebo [Ganna]. Ho visto un’opportunità e l’ho seguita. Dopo aver attraversato il terreno lussureggiante e ondulato dell’Umbria, Bernal ha scherzato sul fatto che se gli cammini dietro è più facile.

“Ho impiegato un secondo, ma non ho fatto nessuno sforzo, quindi perché no?” Ha aggiunto.

Bernal, il campione del Tour de France 2019, è in testa alla gara generale con 14 secondi dietro il 21enne belga novizio, con i primi dieci che rimangono a 61 secondi di distanza.

Ieri è stato un giorno di riposo.

Sagan, il concorrente Peloton più pagato che si dice guadagni € 5,5 milioni ($ 6,7 milioni) all’anno, ha vinto uno stage di giroscopio al suo debutto lo scorso anno e ha detto che avrebbe preso di mira la maglia dei punti nemici dopo la sua seconda vittoria.

READ  "Ronaldo non vuole più esserlo" - Il rivale della Juventus Ferrero spiega perché il Manchester United si è trasferito

“Non abbiamo lasciato cadere tutti, ma grazie alla mia squadra, la pressione delle altre squadre è stata minore”, ha detto Sagan, anche se nessun velocista Dylan Groenwijn, Tim Merler o Giacomo Nizzolo ha fatto nel turno finale.

“Lo prenderò giorno per giorno, ma farò del mio meglio. Avevo buone gambe e buona velocità, quindi vedremo”, ha detto il sette volte vincitore del Tour de France.

I commenti verranno moderati. Conserva i commenti relativi all’articolo. Le note contenenti linguaggio osceno o osceno o attacchi personali di qualsiasi tipo o promozione e il divieto dell’utente verranno rimossi. La decisione finale sarà a discrezione del Taipei Times.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *