Risposta incredibilmente scarsa: un osservatore del settore sbatte BC dopo la morte di 4 minatori in Burkina Faso

L’uccisione di quattro minatori nel paese dell’Africa occidentale del Burkina Faso ha richiesto un maggiore controllo delle compagnie minerarie canadesi che operano all’estero.

I lavoratori della miniera di Berqua, di proprietà della Trevally Mining con sede a Vancouver, sono rimasti intrappolati a più di 500 metri sotto la superficie il 16 aprile dopo che forti piogge hanno causato inondazioni improvvise che hanno perforato due ponti fuori dalla miniera.

La società ha dichiarato la scorsa settimana che gli otto lavoratori scomparsi non sono stati in grado di accedere a una stanza di ricovero sotterranea. Mercoledì Trevalli ha riferito che erano stati ritrovati i corpi di quattro lavoratori. Altri quattro lavoratori sono ancora dispersi.

Gli osservatori del settore sono rimasti delusi da quella che descrivono come l’apparente mancanza di capacità dell’azienda di rispondere alle inondazioni.

Trivali e il governo del Burkina Faso hanno affermato che le attrezzature per il pompaggio dell’acqua dovrebbero essere importate da altri paesi come il Ghana e il Sud Africa. (Dipartimento Informazione del Governo del Burkina Faso)

Secondo l’azienda e il governo del Burkina Faso, è stato necessario importare macchinari pesanti e attrezzature di pompaggio da altri paesi come il Ghana e il Sud Africa.

Jamie Kneen di MiningWatch Canada, una ONG con sede a Ottawa, mette in dubbio la preparazione dell’azienda a qualsiasi disastro.

“Penso che in qualsiasi contesto, nel mondo in via di sviluppo o in Canada, sia solo una risposta sorprendentemente scarsa”, ha detto.

Kneen afferma che il governo federale non regolamenta le attività delle compagnie minerarie canadesi a livello internazionale.

“Sono soggetti a qualsiasi legge e regolamento ci sia in un posto come il Burkina Faso nella misura in cui sono effettivamente applicati”, ha detto.

A marzo, i New Federal Democrats hanno presentato un disegno di legge per un membro privato che renderebbe le aziende canadesi più responsabili delle violazioni dei diritti umani e ambientali nelle loro operazioni internazionali.

Non sarebbero stati in grado di dire: “Oh, non sapevamo cosa stesse succedendo”, ha detto Knin.

Un altro disegno di legge presentato da un altro membro speciale dell’NDP conferirebbe all’Ombudsman for Responsible Institutions (CORE) canadese i poteri di indagare sulle violazioni dei diritti umani da parte di società canadesi e costringere testimoni e documenti chiave. Kneen afferma che CORE non ha attualmente l’autorità per indagare, il che lo rende “fondamentalmente inefficace”.

Trevalli ha detto che sta lavorando a stretto contatto con le autorità mentre indagano sulla causa dell’inondazione.

READ  Movimento per riconoscere gli stand di Juneteenth in alcuni stati degli Stati Uniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.