Perché Sony afferma di non fidarsi dell’offerta di Call of Duty di Microsoft? Una sola parola: Bethesda – Ars Technica

Perché Sony afferma di non fidarsi dell’offerta di Call of Duty di Microsoft?  Una sola parola: Bethesda – Ars Technica
Ingrandire / Nessuno si aspetta davvero che nessuno dei personaggi Bethesda di proprietà di Microsoft abbia una presenza enorme su PlayStation d’ora in poi…

Per mesi ormai, Microsoft ha giurato di non voler portare via il franchise di Call of Duty da PlayStation se e quando finalizzerà la sua proposta di acquisizione di Activision. Ma Sony cita la storia dell’acquisizione da parte di Microsoft della società madre ZeniMax di Bethesda Softworks come una delle ragioni principali per cui non si fida esattamente di Microsoft su questo argomento.

In Deposito presso la UK Competition and Markets Authority (CMA) pubblicato la scorsa settimana, ha sottolineato Sony La decisione della Commissione Europea di consentire a Microsoft di acquistare ZeniMax nel 2021. In tale decisione, la Commissione europea ha citato la strategia aziendale pianificata di Microsoft concludendo che “l’entità combinata Non sarà motivato Per prenotare i distributori di console per videogiochi della concorrenza impegnandosi in una strategia di preclusione totale o parziale [emphasis added]. ”

In altre parole, la Commissione Europea ha affermato di ritenere che Microsoft non avrebbe alcun motivo per bloccare i futuri giochi Bethesda da piattaforme concorrenti come PlayStation. Subito dopo aver accettato l’accordo, Microsoft sembra aver trovato abbastanza facilmente questa “motivazione”.

Nel giugno del 2021, Microsoft ha annunciato l’imminente rilascio campo stellare Non sarà disponibile sulle console PlayStation (una mossa che ha spinto il CEO di Bethesda a scusarsi pubblicamente con i fan di PlayStation). Prossimo Manoscritti del sesto anziano È stato anche confermato come esclusiva per Xbox/PC a novembre, poco più di un anno dopo che il regista Todd Howard aveva dichiarato che un’esclusiva del genere era “difficile da immaginare”.

READ  Doki Doki Literature Club Plus è disponibile su console e PC questo mese

Anche la FTC ha preso atto di questa parte del rapporto della Commissione europea, affermando che Microsoft ha rinnegato le sue “assicurazioni” alla Commissione europea. Tecnicamente, però, questa parte del rapporto era un eufemismo Preparare da Microsoft e altro ancora assunzione dalla Commissione europea sulla base della sua lettura dei piani di Microsoft. La Commissione europea ha scritto che questo suggerimento non era la chiave per l’approvazione dell’accordo da parte dell’UE, tuttavia: l’esclusività dei giochi di Bethesda “non avrebbe avuto un impatto materiale sulla concorrenza”.

Tuttavia, l’intera saga di Bethesda ha preoccupato Sony che eventuali promesse attuali sui piani multipiattaforma a lungo termine per la serie Call of Duty potrebbero essere altrettanto deboli. “[Sony] La società ha scritto alla CMA molto scettica sulla possibilità di raggiungere un accordo con Microsoft, per non parlare del monitoraggio e dell’applicazione efficaci. “Non c’è alcuna prospettiva realistica di raggiungere un tale accordo che manterrebbe una concorrenza effettiva”.

mancanza di confidenza

Sony ha scritto che l’offerta di Microsoft di un contratto vincolante di 10 anni per mantenere Call of Duty su PlayStation non è sufficiente per dissipare tali preoccupazioni, poiché l’accordo “non dice nulla” sui problemi di concorrenza a lungo termine identificati dai risultati provvisori della CMA. Come osserva Sony, questi risultati provvisori indicano già che “gli incentivi post-accordo dell’entità combinata saranno molto diversi dagli attuali incentivi di Activision”.

Sony teme che la proprietà di Call of Duty sarà effettiva
Ingrandire / Sony teme che la proprietà di Call of Duty possa essere un’efficace “leva” sulla concorrenza della console di Microsoft.

Immagini Getty | bloomberg

Sony ha scritto che anche se la CMA tentasse di imporre un cosiddetto “rimedio comportamentale” per mantenere Call of Duty multipiattaforma, la mossa non “affronterebbe i molti modi in cui Microsoft può eludere i propri obblighi”. Sony ha anche affermato che Microsoft aveva una “storia di mancato rispetto degli obblighi comportamentali”, indicando Bethesda oltre ai precedenti impegni presi rispetto a Windows e Internet Explorer.

READ  La cliente afferma che il suo frigorifero Samsung la costringe costantemente a svuotarlo

Qualunque cosa Microsoft prometta ora, possedere Call of Duty e gli altri franchise di Activision darebbe a Microsoft “una leva competitiva … sul destino della PlayStation (ad esempio, controllando i prezzi e la qualità di Call of Duty)”.

In Il suo deposito presso la Capital Markets AuthorityMicrosoft ha nuovamente osservato che “non intende… rendere Call of Duty un’esclusiva per la piattaforma Xbox” e che i suoi accordi proposti con Sony significherebbero che le versioni PlayStation corrisponderanno a quelle su Xbox “in termini di data di uscita, contenuto, caratteristiche, aggiornamenti, qualità e giocabilità.” Microsoft ha proposto di nominare un fiduciario. Per monitorare, un valutatore di terze parti obiettivo e un meccanismo di risoluzione rapida delle controversie per aiutare a mantenere tali promesse.

Per Sony, non sembra esserci alcun ordine esecutivo o una serie di parole magiche che indurrà l’azienda a fidarsi e ad accettare la proprietà di Microsoft di Activision e Call of Duty. L’unica soluzione che Sony accetterebbe è quella proposta dalla stessa CMA: Microsoft ha ceduto interamente Activision o Call of Duty dopo l’acquisizione. La Capital Markets Authority dovrebbe prendere la sua decisione finale in merito entro il 26 aprile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *