Perché la Juventus gioca in bianconero?

La Juventus è una delle squadre di maggior successo in Italia e nel mondo del calcio, domina costantemente il campionato nazionale e vanta alcuni dei giocatori più leggendari di questo sport – Cristiano Ronaldo,
Alessandro Del Piero, Gianluigi Buffon, Giorgio Chiellini e Pavel Nedved.

Le loro classiche squadre bianche e nere sono diventate sinonimo del club, quindi perché la Juventus dovrebbe giocarci? Obbiettivo guarda.

Perché la Juventus gioca in bianconero?

Che ci crediate o no, la Juventus e il Notts County saranno intrecciate tra loro per sempre nel corso della storia del calcio, con la squadra inglese che costituirà la base per le maglie del marchio della squadra italiana.

La Juventus è famosa per giocare con le sue caratteristiche strisce verticali bianche e nere, simili ai colori di una zebra, dal 1903.

Tuttavia, l’idea di questi colori non è originale, in quanto sono stati ispirati dalla parte inglese della contea di Notts, famosa per le loro strisce bianche e nere – che a volte erano abbinate a pantaloncini bianchi o neri.

In origine, il nastro della Juventus consisteva in magliette rosa e cravatta nera, il che è accaduto solo perché hanno inviato le magliette sbagliate: il padre di un giocatore della squadra ha realizzato i primi kit del club, ma il lavaggio costante delle magliette ha fatto sbiadire drasticamente il colore.

I colori divennero così pallidi che nel 1903 il club si impegnò a sostituirli personalmente.

La Juventus ha chiesto a uno dei suoi giocatori, il calciatore inglese John Savage, se conosceva qualche legame in Inghilterra che fosse in grado di fornire alla squadra nuove maglie di un colore che non sbiadisse rapidamente ad ogni lavaggio.

READ  Il Liverpool potrebbe frustrare lo Stoke City a spese di Nico Williams mentre il Middlesbrough batte l'attaccante

Casualmente, Savage aveva un amico con sede a Nottingham – naturalmente un sostenitore della contea di Notts – che aveva inviato le sue maglie a strisce bianche e nere alla squadra di Torino.

Getty Images

Nasce così il titolo dei giganti della Serie A italiana – “i bianconeri” (bianconeri).

Da allora, la Juventus ha giocato in maglie bianconere, con l’idea che il monocromo denoti qualcosa di più intimidatorio ed efficace.

La Juventus e il Notts County intrattengono un rapporto di stima reciproca dal 1903. L’8 settembre 2011, per celebrare l’apertura del nuovo stadio di Torino, la Juventus ha invitato il Notts County a una partita di esibizione unica.

Dopo la grande cerimonia di apertura per celebrare l’affascinante storia della Juventus, la partita si è conclusa con un pareggio per 1-1, con Luca Toni e Lee Hughes in gol nel secondo tempo.

Inoltre, nelle ultime stagioni, la Juventus ha indossato una maglia rosa come secondo kit per riconoscere la sua precedente storia della maglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *