Perché Bagnaia pensa che la MotoGP stia ‘cambiando’ in meglio

Il pilota della Ducati Bagnaia ha vinto quattro gare nel 2021 e si avvia al secondo posto in classifica, dopo essersi dimostrato il principale contendente per il campione del mondo Fabio Quartaro nella lotta al titolo.

Sebbene la lotta per il campionato tra i due non abbia raggiunto una fase accesa poiché Quartararo ha conquistato il titolo con due gare d’anticipo, entrambi i piloti si sono rispettati l’un l’altro in ogni momento.

IN PI: la classifica dei migliori 10 piloti della MotoGP 2021

Dopo aver eliminato il Gran Premio dell’Emilia-Romagna e consegnato il titolo a Quartararo, Bagnaia è stato il primo ad accogliere il pilota Yamaha in un parcheggio per congratularsi con lui – e ha assicurato che il francese ha sempre meritato il campionato più di lui.

Nel complesso, la nuova generazione di piloti ha causato pochissime polemiche tra loro, ben lontane dalle precedenti rivalità in MotoGP tra Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Marc Marquez, Casey Stoner, City Gibernau e Max Biagi.

Quando gli è stato chiesto da Autosport in una prossima edizione del podcast Tank Slappers se si aspettava che la sua rivalità con Quartararo fosse così positiva, Bagnaia ha detto: “Penso che il nostro sport stia cambiando, perché anni fa non era così.

“E penso che sia una grande pagina per il nostro sport, perché il rispetto è sempre la cosa principale.

“E più che mai, penso e sento che il rispetto è la cosa principale”.

Jack Miller e Francesco Bagnaia, Ducati Team

Foto di: Ducati Corse

Il rispetto che Bagnaia ha ricevuto dai suoi coetanei si è esteso anche all’interno del box Ducati, grazie al compagno di squadra Jack Miller.

READ  I media italiani hanno detto che il Liverpool è interessato ad attaccarlo in Serie A 6'3

L’australiano ha detto alla fine della stagione che avrebbe fatto tutto il possibile per aiutare le speranze di titolo di Bagnaya se fosse stato in condizioni positive per farlo, mentre ad Austin, ha salutato l’italiano in un terzo posto.

Commentando l’atmosfera nel box Ducati, Bagnaia ha aggiunto: “Penso che abbiamo fatto qualcosa di grande al box, perché l’aria nel box è molto calma.

“Collaboriamo molto. Sicuramente è qualcosa che aiuta molto nel nostro lavoro, perché a volte provava un framework diverso, io provavo qualcosa di diverso e dopo la sessione parlavamo sempre della sessione.

“Pensavo che Jack fosse un ottimo compagno di squadra, perché questo era già il nostro terzo anno insieme e ci conosciamo dal 2011 e abbiamo un buon rapporto.

“Siamo piloti intelligenti e penso che sia il modo migliore per fare un lavoro migliore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *