Oliver Solberg torna in vetta al Campionato del Mondo Rally in Italia

Il figlio del campione del Campionato del Mondo Rally 2003 Peter Solberg guiderà ancora una volta una Hyundai Motorsport i20 Coupe Tier II dopo essersi fatto strada fino al settimo posto durante il suo debutto con il team al Rally artico finlandese a febbraio.

Durante la guida al fianco del co-pilota Sebastian Marshall, la coppia ha identificato una serie di tempi frenetici.

Sarà la seconda volta che Solberg partirà dal Rally Sardegna Italia, che ha sede ad Olbia e si svolgerà dal 3 al 6 giugno.

Lo scorso ottobre, al volante della Skoda Fabia Rally2 evo, è arrivato sesto in WRC3 dopo che una costosa foratura e un fallo nella tappa di Turgu hanno messo fine alle sue speranze di vittoria sull’isola italiana.

Come parte del suo programma per la stagione 2021, il diciannovenne guiderà l’attacco WRC2 di Hyundai Motorsport e apparirà specificamente nei supermini 2C Competition.

“È fantastico tornare alla Hyundai i20 Coupe WRC”, ha detto Solberg.

“Polo Nord [Rally Finland] Mi sento come se fosse passato molto tempo ormai e da quando sono sceso dalla macchina alla fine di quel rally, avevo un disperato bisogno di rientrarci.

Oliver Solberg, Hyundai

Fotografia: Oliver Solberg

“So che la Sardegna sarà un evento difficile, lo ricordo dell’anno scorso. La cosa buona è che ho una certa conoscenza dell’evento.”

“Beh, ci sono alcuni nuovi modi in cui alcuni ragazzi potrebbero averlo fatto, ma ho un’idea di cosa succederà. E dopo il Polo Nord, ho un’idea davvero buona di com’è la macchina.

“Sarà un po ‘diverso sulla ghiaia, ma la composizione delle superfici morbide non è completamente diversa. L’obiettivo per me è esattamente lo stesso che era in Finlandia: fare più esperienza possibile.

READ  Le motivazioni dei giudici nel caso Săvulescu: è socialmente integrato in Italia. Non c'è motivo di imporre una punizione gratuita in Romania

“La Sardegna è un posto fantastico. Quando ero lì ad ottobre, mi è piaciuto molto la strada e sono riuscito a ottenere un buon ritmo lì nella R5 che stavamo usando l’anno scorso.

“Ho commesso un piccolo errore l’anno scorso, che mi è costato la possibilità di finire il mio primo R5 e l’ottavo posto assoluto – ma a quel punto ho imparato un’altra lezione”.

Solberg e il suo assistente regolare Aaron Johnston torneranno a giocare nel Rally di Portogallo della prossima settimana, dove daranno il via a un vero e proprio attacco WRC2. Questa sarà la prima volta che uno di loro ha iniziato il contatore di Matosinhos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *