Maradona muore, centinaia all’impresa di pompe funebri di Casa Rosada | notizia

Dopo lo shock e il dolore, tutto ciò che resta ora è il ricordo: Morte Diego Armando Maradona Il mondo del calcio sconvolto ma non solo. laggiù Camera mortuaria È stato impostato In Casa Rosada, Palazzo presidenziale argentino, a Buenos Aires, dove gli albicelesti accorrono al loro eroe per l’ultimo saluto. Nel frattempo, parlano i risultati preliminari dell’autopsia Insufficienza cardiaca acutaCome causa di morte.

Aggiornamenti di oggi

De Majestris: “Iter inizia a consacrare il San Paolo”
Ci siamo già mossi questa mattina e faremo i primi passi ufficiali per destinare lo stadio del Napoli a Maradona. Ci sono tempi, ma saranno tempi brevi, perché quando c’è una volontà così forte, credo che non ci sia carta sigillata che possa essere tollerata. Speriamo che coincida con l’inizio delle partite che riprendono. Con il pubblico. Sarebbe fantastico “. Lo ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistres per Rtl 102,5. De Magistres ha detto che quando Maradona è arrivato a Napoli, “è stato un sacrificio per un popolo. Amava il Napoli, quindi ha voluto attraverso il calcio presentare al mondo una città piena di umanità, cuore, energia e fantasia. Oggi vedo anche un giovanissimo che non lo conosceva come i miei figli ma che rimane Maradona in Le loro teste e i loro cuori “.

Continua l’omaggio ai tifosi del Napoli
Anche questa mattina continua, dopo essere andata avanti fino a tarda notte (Ecco le foto)Saluto napoletano a Maradona. Tanta gente si è fermata davanti al San Paolo davanti agli striscioni, striscioni, sciarpe e fiori che i tifosi azzurri hanno messo fuori dalle barriere. Disegni di molti bambini. C’è chi fotografa, chi si ferma a guardare, chi fa il segno della croce. Il grande stendardo presenta la faccia blu dell’eroe e la scritta “King”. Un altro luogo di ritrovo, ai Quartieri Spagnoli, è in Via De Deo, dove c’è un murale di Maradona dove ieri sera si sono incontrati per ore i tifosi del Napoli.

READ  Il capo della squadra italiana ha trovato 240mila dollari in macchina

Ex fidanzato e compagno di Ferrara: “Era un dio ma un essere umano”: Leggi l’intervista completa

L’Argentina si sveglia tutta la notte per Diego: galleria fotografica

LA BOMBONERA SPENTA, solo la “luce” di Maradona è accesa
Le luci si spengono in segno di lutto allo stadio Bombonera Boca Juniors: una luce accesa, il box luminoso dedicato a Maradona, il simbolo di Xeneizes. Anche dopo il suo ritiro, Pep è rimasto un fantastico fan del Boca che ha guardato dal vivo quando poteva.

L’esito primario dello swing: insufficienza cardiaca acuta
La causa della morte di Diego Armando Maradona è stata “insufficienza cardiaca acuta in un paziente affetto da cardiomiopatia dilatativa”: questo deriva dai risultati preliminari dell’autopsia, riportati dal quotidiano argentino Clarín. L’insufficienza potrebbe essere dovuta a “edema polmonare acuto”. “Non ci sono segni di violenza”, ha detto il procuratore generale di San Isidro, John Bruyer. L’autopsia è stata eseguita tra le 19:30 e le 22:00 ora locale all’ospedale San Fernando. L’ultima persona che ha visto vivo, ha detto Clarin, era suo nipote, Jonathan Esposito (figlio di Maria Rosa, sorella di Diego), alle 23 di martedì, prima che si addormentasse, secondo l’ufficio del procuratore.

Stanza ARDENTE in casa Rosa
La bara di Diego Armando Maradona è stata trasferita a Casa Rosada, il palazzo presidenziale argentino a Buenos Aires, dove si è svolta l’impresa funebre, secondo quanto riportato dai media locali. In realtà ci sono centinaia di persone in fila per onorare l’eroe. Il concerto pubblico è iniziato alle 6 e termina alle 16 (20 in Italia). Clarin spiega che la sala funeraria di Maradona è stata eretta nello stesso luogo in cui 10 anni fa gli argentini hanno onorato l’ex presidente Nestor Kirchner.

READ  Maradona chiede il drammatico aiuto del suo medico personale: "C'è un uomo che soffre di arresto cardiaco respiratorio" | prima pagina

Le prime pagine dedicate a Maradona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *