29.003 nuovi casi e 822 decessi entro 24 ore. Primo declino dell’ICU nella seconda ondata

Corona virus Italia. Il bollettino Oggi, giovedì 26 novembre. Nelle ultime 24 ore sono stati 2.9003 Nuove infezioni H 822 morto. sono Casi totali Dei casi COVID-19, ha superato un milione e mezzo e ha raggiunto 1.509.875. sono Tamponi Era 232,711. Il Rapporto positivo È il 12,5% rispetto ai nuovi casi registrati. Il Terapie intense In Italia sono in calo per la prima volta dall’inizio della seconda ondata di epidemia di Coronavirus.

Natale, nuovo dpcm: divieto di circolazione regionale. Coprifuoco alle 21 dal 23 dicembre al 10 gennaio

Covid, la scuola: l’assenza è giustificata tra autocertificazione e laurea in medicina

Scarica la brochure da qui

Lou teraby intenso

Da 3.848 pazienti ieri a 3.846 pazienti oggi, un calo di due unità. Confermato per il terzo giorno consecutivo il numero delle persone ricoverate in campo medico, passato da 34.313 ieri a 34.038 oggi, in calo di 275. Il numero delle persone dimesse o guarite oggi è stato di 661.180, 24.031 in più rispetto a ieri. Finora, in Italia, i positivi sono attualmente 795.961. Il Attualmente positivo È 795.845 (+4.148), mentre la ripresa è aumentata a 661.180 (+24.031). sono Dimesso / guarito Sono 2.4031, per un totale di 661.180 dall’inizio dell’epidemia. A livello regionale, le regioni con il maggior numero di infezioni sono: Lombardia (5697) e Veneto (3980), il Campania (3.008), in Piemonte (2751) e Lazio (2.260),Emilia-Romagna.

Veneto

Nuovo forte balzo dei contagi Covid in Veneto, che in 24 ore registra quasi 4.000 nuovi casi. Rapporti sui bollettini territoriali. Il numero totale di persone contagiate dall’inizio dell’epidemia ha raggiunto 134.056, +3.980 rispetto a ieri. Il numero delle vittime ha raggiunto le 72, per un totale di 3501 morti (tra ospedali e case per anziani). La spinta al virus si è fatta sentire negli ospedali, che ora vedono una soglia di 3.000 posti occupati da pazienti Covid vicino: 2529 (+50) pazienti ora in reparti non critici, 323 (-1) in terapia intensiva.

Lazio

Dei 26.000 tamponi (meno di 3.272 scansioni rispetto a ieri), il Lazio oggi ha 2.260 nuovi casi positivi di Covid-19 (più di 158 casi ieri), di cui 1.333 a Roma. Inoltre, sono 69 i decessi (più di 11 rispetto a ieri) e più di 1.253 le guarigioni. È quanto emerge dal rapporto delle ASL del Lazio annunciato al termine della task force regionale dei direttori generali di Asl, ospedali, policlinici e ospedale pediatrico Bambino Jes, Che avviene in videoconferenza con l’Assessorato alla Salute della Regione Lazio Alessio D’Amato.

Toscana

Nuovo record di morti in Toscana: Dall’indagine pubblicata oggi dal Territorio sono morti 72 pazienti, 42 uomini e 30 donne con un’età media di 82,7 anni. Alcuni decessi segnalati agli uffici regionali nelle ultime 24 ore, si riferiscono a decessi avvenuti nelle ultime settimane. In totale, dall’inizio dell’epidemia, in Toscana sono morti 2.450 pazienti. Per quanto riguarda i nuovi casi, sono 1.351 in più – l’età media è di circa 48 anni – rispetto a ieri: il totale complessivo è 99.327. I nuovi casi sono superiori dell’1,4% rispetto al totale del giorno precedente. I tamponi prelevati sono stati 1.511.997, in crescita di 16.999 rispetto a ieri, di cui il 7,9% positivo, in aumento: ieri era del 6,6%. D’altra parte, 7.144 persone sono state testate oggi (esclusi i tamponi di controllo) e il 18,9% di loro era positivo.

READ  Italia e Slovenia si aggiudicano il titolo Sprint alla Coppa del Mondo Cross-Suburb in Svezia

Mercato

Altri quattro pazienti per Covid-19 sono stati negli Ospedali marchigiani nelle ultime 24 ore (da 672 a 676) ma il numero di persone ricoverate in terapia intensiva è in calo (da 94 a 90, -4). Nelle ultime 24 ore, 42 persone sono state dimesse dagli ospedali. Proviene dal bollettino dei servizi sanitari del territorio. Aumenta il numero dei pazienti nei reparti non intensivi (da 429 a 436, +7) e nei reparti semi intensivi (da 149 a 150). Nei pronto soccorso (che non erano considerati in ospedale nelle statistiche relative all’epidemia) della regione, 42 sono stati assistiti (erano 35, +7), e il numero degli ospiti nelle strutture regionali non è cambiato (200). Sul lato positivo, ci sono 15.733 persone in isolamento domiciliare (erano 15.339, +374) mentre il numero di persone isolate in casa chiamando è diminuito (da 17.909 a 17.647, -262; 3.825 con sintomi, 644 operatori sanitari). Cresce anche il numero di persone guarite (da 10312 a 10443, +131).

Campania

Sono 3.008 i nuovi casi di coronavirus comparsi nelle ultime 24 ore in Campania, dall’analisi di 23.761 tamponi. La percentuale di strisci positivi sul totale degli strisci analizzati è stata del 12,6%. Dei 3.008 nuovi positivi, ci sono 327 sintomi e 2.681 asintomatici. I positivi totali in Campania dall’inizio dell’emergenza sono 146.018, mentre il numero totale di tamponi esaminati è 1.508.502. Nel bollettino odierno diffuso dall’Unità di Crisi della Regione Campania sono inclusi 49 nuovi decessi, ma sono stati individuati questi decessi avvenuti tra il 7 e il 25 novembre. Il numero totale di morti in Campania dall’inizio dell’emergenza Coronavirus è arrivato a 1483. Sono 1723 le nuove cure: 4.1151 in totale.

Alto Adige

Nelle ultime 24 ore i laboratori dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige hanno effettuato 2.104 tamponi e registrato 292 nuovi casi positivi, 11 decessi che dall’inizio dell’epidemia sono aumentati a 509. 280 persone sono in ospedale, altre 40 sono in terapia intensiva. Inoltre, 154 pazienti Covid-19 sono stati ricoverati in strutture private convenzionate e 94 rimangono in isolamento presso le strutture di Colle Isarco e Sarnes. Ci sono 9.681 persone in isolamento domiciliare in Alto Adige, 11 delle quali rientrano dalla Croazia, Grecia, Spagna o Malta. L’Autorità Sanitaria ha dichiarato che finora le persone guarite sono 11.601.

Sardegna

Dall’inizio dell’emergenza sono stati verificati in Sardegna 20.044 casi di Covid-19. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità Regionale di Crisi, sono stati registrati 405 nuovi casi, 154 casi rilevati attraverso attività di screening e 251 casi di sospetta diagnosi. I morti sono 5 (418 in totale): quattro uomini di età compresa tra 66 e 76 anni, residenti nelle province di Sassari, Sud Sardegna, Oristano e città metropolitana di Cagliari, e una donna di 87 anni residente in provincia di Sassari. Sono stati eseguiti un totale di 359.592 tamponi con un aumento di 3.037 test. Al momento, invece, i pazienti ricoverati in ospedali non intensivi sono 535 (+20 rispetto al dato di ieri), mentre il numero dei pazienti in terapia intensiva è 73 (-3). Ci sono 12.363 persone in isolamento domestico. Il numero progressivo di casi positivi comprende 6.585 (+126) pazienti guariti, più altri 70 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 20.044 casi positivi complessivamente accertati, 4.157 (+62) sono stati rilevati nella città metropolitana di Cagliari, 3.235 (+96) nel sud Sardegna, 1625 (+24) a Oristano, 3.624 (+ 153) a Nuoro, 7403 (+70) a Sassari.

Puglia

Oggi sono stati scoperti 1.436 nuovi casi di coronavirus in Puglia su 9.612 test condotti e sono stati registrati 52 decessi. I nuovi casi positivi hanno raggiunto 619 nella Prefettura di Bari, 117 nella Prefettura di Brindisi, 200 nella Provincia di Bat, 163 nella Provincia di Foggia, 111 nella Prefettura di Lecce, 220 nella Prefettura di Taranto e 9 residenti fuori regione. Tre casi di residenza ignota sono stati riclassificati e riassegnati. Quindici morti si sono verificati nella provincia di Bari, 5 nella provincia di Bat, 31 nella provincia di Foggia e 1 nella provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 752.542 test; 12.668 pazienti sono guariti; Attualmente sono 34.979 i casi positivi.

READ  Uno studente italiano è stato ucciso da un gruppo di cani randagi

Umbria

Prosegue attualmente in Umbria il trend al ribasso del Covid in ospedale e positivo, con 14 decessi in più registrati nell’ultimo giorno, per un totale di 369. Sulla base dei dati di area, sono stati registrati 343 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, per un totale di 22.821, a fronte di un numero elevato Di quelli recuperati, 832, 13018, con l’attuale positivo oggi 9.434, 503 in meno rispetto a ieri 4.791 tamponi, sono stati analizzati complessivamente 404.601 tamponi, con un tasso positivo del 7,1% (ieri 8,9%). Il numero delle persone ricoverate è ora 418, 14 in meno e 68 (erano 70) in terapia intensiva.

Basilicata

Dopo il “boom” di ieri (380 punti positivi da 2585 scansioni), la Basilicata oggi mostra una diminuzione dei contagi da coronavirus. Secondo la task force regionale, dei 1965 test condotti ieri, sono stati trovati 240 casi (225 riferiti alla popolazione della regione) e sono stati registrati due decessi (in totale, il numero delle vittime leukanite era 133). Con questo aggiornamento la presenza lucana totale è passata da 5689 a 5912. Si è stabilizzato il numero delle unità di terapia intensiva (22), mentre il numero dei pazienti ospedalizzati è passato da 176 a 178. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 146.286 tamponi, di cui 137.832 negativi .

Emilia-Romagna

Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus sono stati registrati 114.855 casi positivi in ​​Emilia-Romagna, un aumento di 2157 rispetto a ieri, su un totale di 17.264 tamponi condotti nelle ultime 24 ore. La percentuale di nuovi positivi sul numero di salviette è del 12,5%. Purtroppo i nuovi decessi sono 55: 2 nella provincia di Piacenza (2 uomini, rispettivamente 83 e 84 anni), 5 nella Regione di Parma (2 donne, 86 e 88 anni, e 3 uomini rispettivamente, 73, 75 e 85 anni), 5 a Reggio Emilia (3 donne – 84, 85 e 89 – 2 uomini, 83 e 91); 7 a Modena (3 donne – 85, 86 e 89 anni – e 4 uomini, rispettivamente 35, 80, 83 e 88 anni); 18 a Bologna (7 uomini – da 61, 70, 81, 84, 87, 91 e 93 – e 11 donne da 44, 73, 74, 75, 81, 86, 87, 88, 91, 95 e 100); 4 a Ravenna (tutte le donne, 1 è 74, 2 è 87 e 1 è 97); 14 in provincia di Rimini (di cui 4 uomini – 54, 77, 80 e 81 – e 10 donne, rispettivamente 59, 82, 86, 87 e 2 su 88, uno su 89 anni, uno su 90 e uno su 95 e uno 100 anni).

Calabria

In Calabria ad oggi 344.984 persone sono state sottoposte a test per un totale di 353.604 tamponi (più test possono essere effettuati sullo stesso argomento). Le persone che sono risultate positive al coronavirus sono 15.256 (+ 397 rispetto a ieri) e negative è 329.728. Sono i dati giornalieri relativi all’epidemia di Covid-19 segnalati dal Dipartimento di Tutela della Salute, che ha registrato 428 persone in ospedale (+3), 45 persone in terapia intensiva (+2), 4.536 ricoveri / dimissioni (+191) e 254 Morto (+4).

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli-Venezia Giulia sono state rilevate 814 nuove infezioni (è stato condotto il 10,67% di 7.626 tamponi) e 26 decessi per COVID-19. Tra i nuovi positivi odierni, 104 fanno riferimento a precedenti test condotti in laboratori privati ​​dall’11 al 24 novembre. Lo ha annunciato il vice governatore responsabile della sanità, Ricardo Ricardi. Il numero di persone risultate positive al virus nella regione dall’inizio dell’epidemia è arrivato a 27.099, di cui: 6.569 a Trieste, 11.739 a Udine, 5.134 a Pordenone, 3323 a Gorizia, oltre a 334 persone provenienti da fuori regione. Gli attuali casi di infezione sono 14.139.55 pazienti sono in terapia intensiva e 599 in altri ospedali. I decessi totali sono stati 741, con la seguente suddivisione territoriale: 291 a Trieste, 262 a Udine, 161 a Pordenone e 27 a Gorizia. 12.219 persone sono guarite e 317 clinicamente guarite, mentre 13.168 persone in isolamento sono guarite.

Piemonte

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha segnalato 72 decessi di persone con il test Covid-19, 6 dei quali avvenuti oggi, e il totale è ora di 5.875 decessi risultati positivi al virus, 903 Alessandria, 345 Asti, 271 Biella, 637 Cuneo, 538 Novara, 2650 Torino , 290 Vercelli, 179 Verbano Cosio Osola, più 62 residenti fuori zona ma deceduti in Piemonte. I casi di persone finora risultate positive al virus Covid-19 in Piemonte sono 159.004 (+2.751 rispetto a ieri, di cui 1.148, 42%, sono asintomatiche). Dei nuovi casi, 730 sono in fase di screening, 1184 contatti, 837 con indagini in corso, 379 in RSA e strutture assistenziali, 154 in ambito scolastico e 2.218 nella popolazione generale.

video

Ultimo aggiornamento: 17:42


© Riproduzione riservata

READ  Rafael Nadal guida Novak Djokovic al titolo Open d'Italia, in grado di vincere il 21 ° pioniere degli Open di Francia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *