Måneskin condivide la dura realtà di essere gay nell’Italia “conservatrice”.

Måneskin condivide la dura realtà di essere gay nell’Italia “conservatrice”.

Victoria De Angelis, chitarrista della band vincitrice dell’Eurovision e nominata ai Grammy Måneskin, ha rivelato cosa vuol dire essere una donna esotica e idealista in Italia.

Da quando hanno partecipato all’Eurovision Song Contest nei Paesi Bassi nel 2021, la rock band Måneskin ha portato gioia ai fan di tutto il mondo, sia con il loro focoso terzo album. Accelera! E le loro audaci manifestazioni di stranezza.

Il batterista della band, Ethan Torchio, e il bassista, Victoria DeAngelis, si identificano entrambi come eccentrici. Il cantante Damiano David e il chitarrista Thomas Raggi—che si identificano entrambi come etero—fanno del loro meglio per sfidare le stanche norme di genere con il modo in cui si presentano sul palco, rimproverando l’idea che i fan dovrebbero avere diritto a qualsiasi informazione su chi stanno dormendo con .

Nonostante i modi impenitenti della band di sessualità e di espressione di genere, le cose non erano sempre facili per i membri gay della band, e DeAngelis in particolare.

In una nuova intervista con The Big Issue, il musicista 23enne aprire che si sentiva “a disagio” nel frequentare pubblicamente donne nel suo paese d’origine, l’Italia.

Victoria de Angelis alza la gamba per suonare la chitarra al Circuito 02.
Victoria De Angelis, bassista dei Måneskin. (Getty/Matteo Baker)

“Ricordo quando ho iniziato a uscire con le ragazze, mi sentivo come se le persone stessero davvero fissando”, ha spiegato alla rivista, aggiungendo che il suo più grande desiderio è che la perversione sia vista come “normale”.

“Queste cose possono metterti davvero a disagio, anche se non è un grosso problema rispetto a quello con cui hanno a che fare le altre persone. Ma vorrei comunque che fosse del tutto normale.”

READ  Marco Polo rimane un'ispirazione in Cina e in Italia 700 anni dopo la morte di Xinhua

De Angelis ha condiviso la sua opinione secondo cui molte persone in Italia credono ancora che l’omosessualità sia sbagliata.

“È ancora molto conservatore in Italia. È un paese molto cattolico e molti pensano ancora, per questo, che sia un peccato essere gay. Ecco perché molte persone non riescono ancora a superare questo”, ha detto la star dei Måneskin.

L’anno scorso, il pubblico ha votato per Georgia Meloni – il primo primo ministro di estrema destra del paese dalla seconda guerra mondiale – alla presidenza.

Giorgia Meloni indossa un completo blu mentre parla con qualcuno off camera
Giorgia Meloni ritiene che l’inclusione di genere porterà alla “scomparsa delle donne” e alla “fine della maternità”. (GT)

La Meloni ha sempre fatto ricorso alla retorica anti-LGBT durante tutta la sua carriera politica; Durante un discorso nel giugno dello scorso anno, ha detto Egli ha detto: “Sì alla famiglia naturale, no alla lobby LGBT, sì all’identità sessuale, no all’ideologia di genere”.

Ha anche espresso una forte opposizione al fatto che i gay possano adottare bambini, affermando che “lo stato dovrebbe cercare di riservare l’adozione a un uomo e una donna”.

Si oppone inoltre alla promozione dei diritti delle persone trans, non binarie e intersessuali, sostenendo che “l’ideologia di genere” porterà alla “scomparsa delle donne”.

Nonostante la difficile esperienza di crescita di Victoria de Angelis in Italia e le difficoltà che attualmente devono affrontare le persone LGBT in tutto il paese, rimane fiduciosa che le cose cambieranno.

“Speriamo che le generazioni più giovani aprano di più le loro menti e, anche se sono religiose, possano imparare ad essere più rispettose e tolleranti nei confronti delle persone che hanno la propria sessualità”, ha detto DeAngelis.

“Penso che questo sia un passo che inizia ora in Italia ma ha ancora bisogno di tempo.

READ  Hockey, Italia in Inghilterra per due partite prima di partire per Helsinki

“[Måneskin] Vuoi diffondere il messaggio di credere in te stesso e trovare il coraggio di essere quello che sei “, ha aggiunto, prima di fare un’ultima offerta ai bigotti che cercano di calpestare le vite LGBTQ +.

“Ma anche… tipo, i fottuti re idioti dovrebbero smetterla di essere come i coglioni, sai?”

Come ti ha fatto sentire questa storia?







Invia feedback…

Grazie per il tuo feedback!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *