L'italiana Mirka Andolfo lancia una commedia “blasfema” ispirata a Lady Gaga

L'italiana Mirka Andolfo lancia una commedia “blasfema” ispirata a Lady Gaga

Il fumettista italiano di fama mondiale, Mirka Andolfo, creatore della sensazionale serie “Sweet Paprika”, lancia un nuovo fumetto intitolato “Blasfamous”. La storia è ambientata in un mondo in cui le pop star sono ascese al rango di divinità, dominato da una cantante di nome Clelia che è vagamente ispirata a Lady Gaga.

Questo mese uscirà un nuovo fumetto horror pieno di eros, pubblicato dalla nuova casa editrice statunitense di fumetti digitali Dstlry, co-fondata dagli ex dirigenti di Amazon David Steinberger e Chip Mosher.

L’anno scorso, Andolfo ha vinto il prestigioso Harvey Award per “Sweet Paprika” – la scelta di Wild Sheep dell’ex dirigente di Netflix Erik Barmak per adattare la serie animata – e collabora con DC Comics dal 2015. Ha realizzato artwork per titoli come “Wonder Woman “, “Harley Quinn”, “DC Bombshells” e il film in uscita “Batman: White Knight Presents – Generation Joker”.

In “Blasfamous”, Andolfo immagina un mondo in cui le pop star siano “venerate come santi”, dice, aggiungendo che “scambiano la loro anima con fama e follower sui social media”. La serie pone la domanda cruciale: “Quanti fan merita la tua anima?”

Mentre il pubblico si inchina in segno di riverenza davanti a una nuova generazione di idoli, Clelia, la regina regnante del pop, trova il suo trono scosso da un nuovo arrivato che irradia una magia misteriosa.

Per il personaggio di Clelia, Andolfo si è ispirato a Lady Gaga. “Anche se a quanto pare non si potrebbe pensare così, penso che potrebbe essere intuitivo”, dice. Quando la posizione dominante di Clelia è minacciata, lei e il suo “diabolico agente”, padre Leif, ricorrono a misure estreme per difendere la sua hotline. Nota che “Blasfamous” fonde lo stile thriller ispirato ai manga di Andolfo con i “tropici dell'horror”.

READ  Ali McCann non è riuscito a trattare con la superstar italiana Marco Verratti, ma la star di Saint Johnston ha preso lezioni d'élite

Quando le è stato chiesto se avesse creato “Blasfamous” con in mente un adattamento sullo schermo, Andolfo ha detto che, a differenza di “Sweet Paprika”, considera questa serie più adatta all'azione dal vivo piuttosto che all'animazione.

Per quanto riguarda il potenziale pubblico di “Blasfamous”, anche se le sue serie tendono ad avere un forte punto di vista femminile, Andolfo afferma che “di questi tempi non ha senso produrre fumetti che siano sbilanciati verso le donne o i maschi”.

E aggiunge: “Creo e scrivo per tutti, uomini e donne, anche se alcuni cercano di classificare il mio lavoro come più rivolto alle giovani donne”.

Mirka Andolfo

Mirka Andolfo
Per gentile concessione di Mirka Andolfo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *