L’isola italiana di Lampedusa sta assistendo all’arrivo di un numero record di migranti

L’isola italiana di Lampedusa sta assistendo all’arrivo di un numero record di migranti

I migranti appena arrivati ​​aspettano di salire a bordo di un traghetto per la terraferma sull’isola siciliana di Lampedusa, Italia, il 27 agosto 2023. REUTERS/Tony Colapinto Ottenere i diritti di licenza

LAMPEDUSA (Reuters) – L’isola italiana di Lampedusa sta affrontando un numero record di sbarchi di migranti, hanno detto martedì funzionari locali, descrivendo la situazione come “tragica”.

Lampedusa, il punto più meridionale dell’Italia e il primo porto di scalo per le persone che attraversano il confine dal Nord Africa, è stata a lungo l’epicentro della crisi migratoria europea.

Il capo della polizia locale Emmanuel Recevari ha detto a Reuters che il numero giornaliero di barche di migranti che arrivano sull’isola ha superato il precedente record di 63 il mese scorso e si prevede che raggiungerà circa 80 entro la fine della giornata.

Ha aggiunto che ci sono circa 2.800 migranti nel centro di accoglienza “hotspot” dell’isola – che ha una capacità ufficiale di solo circa 400 – oltre ad altri circa 300 in altre parti dell’isola.

Tutti i migranti dovevano essere trasferiti nell’isola più grande, la Sicilia, per alleviare il sovraffollamento e fare spazio ai futuri arrivi.

“La situazione è veramente tragica”, ha detto le agenzie ANSA e AGI citando il governatore Filippo Romano, funzionario della Giunta regionale.

«Probabilmente arriveremo oggi a 100 sbarchi e l’isola non può più sostenere questi numeri», ha detto all’Adnkronos il sindaco della città, Filippo Mannino.

Complessivamente, secondo le statistiche, dall’inizio dell’anno sono arrivati ​​via mare in Italia circa 118.500 migranti Dati Ministero dell’Interno – Quasi il doppio rispetto al numero registrato nello stesso periodo del 2022, che ammontava a 64.529.

READ  Cameron Mitchell apre il ristorante italiano di Valentina a Dublino

Il primo ministro Giorgia Meloni, eletta l’anno scorso impegnata a combattere l’immigrazione clandestina, non è riuscita a ridurre i numeri, poiché la repressione sui migranti in Tunisia e il continuo caos in Libia hanno portato ad un aumento delle traversate marittime dal Nord Africa.

(Segnalazione di Tony Colapinto, scrittura di Elvis Armellini, montaggio di Gavin Jones e Angus MacSwan)

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *