L’agente della polizia segreta cinese accusato negli Stati Uniti ha condotto un addestramento in BC – BC News

L’agente della polizia segreta cinese accusato negli Stati Uniti ha condotto un addestramento in BC – BC News

Un ex studente di un controverso programma internazionale di addestramento della polizia presso l’Istituto di giustizia della Columbia Britannica è stato incriminato negli Stati Uniti per aver organizzato una rete online di molestie contro residenti statunitensi che esprimevano opposizione al Partito comunista cinese.

Il 17 aprile, l’FBI ha rivelato accuse di soppressione criminale transnazionale contro 34 agenti del Ministero della Pubblica Sicurezza della RPC. Tra loro c’è Chen Zhichen, 26 anni, ex studente dell’Institute of Justice of British Columbia (JIBC).

Secondo le accuse dell’ufficio, Chen era il leader di una “fattoria di troll” online che prendeva di mira cittadini cinesi residenti in America che esprimevano opposizione al Partito comunista cinese su questioni importanti che il regime autoritario stava cercando di sopprimere, come: la democrazia di Hong Kong; indipendenza del Tibet e di Taiwan; persistenti accuse di genocidio contro gli uiguri; Espressioni religiose non autorizzate ed eventi storici come il massacro di Piazza Tiananmen del 1989.

Chen è un membro dell’MPS First Bureau, l’agenzia di polizia segreta cinese. Il suo mandato include la soppressione della libertà di parola contro il governo della RPC e la diffusione della propaganda a favore del partito, secondo l’accusa depositata presso un tribunale distrettuale di New York.

“Il governo cinese sta anche dispiegando una speciale task force della sua polizia nazionale – la 912 Special Project Task Force – come allevamento di troll per attaccare i dissidenti cinesi nel nostro paese per aver esercitato la libertà di espressione in un modo negato dal governo cinese e per aver diffuso disinformazione e propaganda per seminare divisioni all’interno degli Stati Uniti”, ha affermato il procuratore generale degli Stati Uniti Brion Pace.

READ  Dopo 5 giorni ad Haiti devastata dal terremoto, un'infermiera dell'Ontario torna a casa e condivide ciò a cui ha assistito

Almeno da marzo 2020, Chen ha “ricoperto un ruolo di caposquadra di gruppo, guidando regolarmente turni di funzionari di gruppo che hanno pubblicato, monitorato e aggiornato contenuti su varie piattaforme di social media”, tra cui YouTube, Twitter e Facebook “per influenzare le percezioni su questioni “sensibili al governo della Repubblica popolare cinese e che prendono di mira oppositori e critici del Partito comunista cinese”, anche attraverso minacce e molestie, sostiene l’accusa.

L’associazione di Chen con JIBC è stata scoperta per la prima volta la scorsa settimana da Trovato sul sito dei sottotitoli Substackdedicato a correlare le attività relative al PCC e alla RPC in Canada e negli Stati Uniti con i resoconti dei media statali cinesi.

dicembre 2017 posta WeChat Dalla “Sezione di apprendimento dell’Unione studentesca della sezione della lega giovanile” mostra Chen che discute della sua istruzione e formazione in Canada ad altre reclute della polizia MPS. Chen ha frequentato come volontario la China Public Security University.

JIBC ha confermato a Glacier Media che Chen ha frequentato JIBC per corsi sul sistema giudiziario canadese, inclusi “contenuti introduttivi comuni nei programmi di applicazione della legge accademici canadesi, come una panoramica del sistema giudiziario canadese e sistemi di giustizia internazionale comparati”.

L’istituto post-secondario finanziato dal governo ha indicato che l’istruzione di Chen rientrava nel programma accademico dell’istituto e non nell’accademia di polizia che gestisce per i potenziali agenti di polizia della BC.

La portavoce della JIBC April Van Ert ha dichiarato: “JIBC condivide le preoccupazioni internazionali sulla presunta intimidazione della Cina nei confronti dei dissidenti che vivono fuori dalla Cina”.

Tra il 2014 e il 2020, l’istituto ha ospitato più di una dozzina di accademie di polizia cinesi, come parte di un fiorente programma internazionale di studi sulle forze dell’ordine. L’istituto ha ricevuto 3,3 milioni di dollari dalle accademie sotto la supervisione del MPS.

READ  Papa Francesco è in buona forma e vigile dopo l'intervento

Le reclute della polizia cinese hanno studiato vari aspetti delle forze dell’ordine e del sistema giudiziario canadesi, nonché l’addestramento pratico di base della polizia (compreso l’uso di tattiche di forza) da membri del dipartimento di polizia di Vancouver.

Nel gennaio 2021, Glacier Media ha riferito di preoccupazioni all’interno delle forze dell’ordine canadesi e delle comunità della diaspora cinese secondo cui il programma rappresentava un rischio per la sicurezza nazionale. Il programma è stato successivamente chiuso nel 2021 dopo che i membri del consiglio di JIBC hanno espresso preoccupazioni simili.

Rob Gordon, criminologo della Simon Fraser University, ha dichiarato: “Questi sarebbero giovani uomini e donne, per lo più uomini, selezionati per venire in Canada per raccogliere alcune informazioni e poi riportarle nella RPC, a causa della loro purezza ideologica”. Si noti inoltre, tra A Grappolo di preoccupazioniche qualsiasi testimonianza consegnata a Chen ea più di 2.000 reclute della polizia durante quel periodo di tempo potrebbe essere utile per potenziali domande di immigrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *