La nomina del CEO ad interim di Nalcor porta a risparmi sui costi per l’azienda; La questione del denaro è ancora di proprietà di Stan Marshall

L’amministratore delegato ad interim di Nalcor ritiene che la sua nomina sia il primo passo per snellire l’organizzazione perché comporta grandi risparmi.

Jennifer Williams, presidente di NL Hydro, assumerà la carica di CEO di Nalcor quando Stan Marshall si ritirerà il 15 giugno.

La Williams manterrà il suo ruolo di capo dell’acqua e unirà le due posizioni in una.

Nallcore afferma che la Williams guadagnerà $ 395.000 all’anno per i due ruoli che interpreta. La società afferma che il risparmio totale, inclusa l’eliminazione degli incentivi a breve termine, è di $ 601.900 se viene pagato il bonus massimo.

Per quanto riguarda gli altri risparmi sui costi che si possono trovare, Williams non entrerà nei dettagli perché i colloqui sono ancora nelle fasi iniziali, ma afferma che è necessario trovare un equilibrio nell’identificazione dei licenziamenti.

Dice che coglieranno “ogni opportunità” per semplificare le operazioni, ma i lavori in corso sono troppo pericolosi per compromettere la sicurezza o l’affidabilità.

Mentre la nomina di Williams comporterà risparmi, c’è ancora la questione dei soldi dovuti a Stan Marshall, l’ex CEO di Nalcor.

Il contratto di Marshall non include l’indennità di licenziamento, ma c’è ancora denaro dovuto attraverso i vari elementi di incentivo e compenso nel suo contratto di $ 682.500.

Marshall deve anche 47.000 dollari per le vacanze non utilizzate.

(Gran Presidente della Inno Nation Etienne Rich.)

Nel frattempo, Innu Nation ricorda a Jennifer Williams, CEO ad interim di Nalcor, che sono più di un semplice stakeholder nel progetto Lower Churchill.

Nel congratularsi con Williams, dicono che non vedono l’ora di incontrarla per approfondire la sua comprensione degli obblighi legali della Nazione Innu da Effetti, benefici e accordi di equità di Upper Churchill.

READ  Technogym italiana firma una partnership con Christian Dior

Il presidente senior Etienne Rich afferma che la Williams deve iniziare la sua nuova posizione con la piena consapevolezza che Muskrat Falls si trova sulla terra degli Innu e qualsiasi decisione presa da Nalcor, o dal governo di Terranova e Labrador riguardo a Muskrat Falls o qualsiasi altro sviluppo idraulico, deve includere Innu.

Vuole assicurarsi che Williams capisca la responsabilità di Nallcore nei confronti della nazione Innu “fin dall’inizio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *