La Francia apre un’indagine sul terrore dopo un incidente mortale con accoltellamento all’interno di una stazione di polizia

Le autorità francesi hanno aperto un’indagine sul terrorismo e arrestato tre persone dopo che un funzionario di polizia è stato accoltellato a morte venerdì all’interno di una stazione di polizia fuori Parigi. Le autorità hanno detto che gli agenti hanno sparato e ucciso l’aggressore sulla scena.

L’attacco ha sbalordito il tranquillo quartiere residenziale vicino al famoso e storico Palazzo di Rambouillet e ha spinto il governo francese a rinnovare le promesse per combattere l’estremismo e proteggere la polizia.

Il procuratore anti-terrorismo Jean-Francois Ricard ha detto ai giornalisti che il suo ufficio ha assunto le indagini perché l’aggressore aveva sviluppato la stazione all’inizio, a causa delle dichiarazioni che ha fatto durante l’attacco e perché ha preso di mira un funzionario di polizia.

Rijkaard non ha fornito dettagli sull’identità dell’aggressore o sulle sue motivazioni.

I resoconti dei media francesi hanno affermato che l’aggressore era un cittadino francese di 37 anni senza precedenti penali o di estremismo. Un funzionario giudiziario francese, che non era autorizzato a parlare pubblicamente delle indagini in corso, ha detto che l’aggressore è nato in Tunisia.

Venerdì gli agenti di polizia hanno bloccato l’accesso vicino alla stazione di polizia di Rambouillet. (Michael Euler / Associated Press)

La polizia ha perquisito la casa dell’aggressore, sempre a Rambouillet, e ha arrestato tre persone nel suo entourage, ha detto il funzionario.

Il primo ministro francese Jean Castex si è precipitato sulla scena con altri funzionari e ha promesso “la determinazione del governo a combattere il terrorismo in tutte le sue forme”. Gli estremisti islamici e altri hanno compiuto diversi attacchi in Francia negli ultimi anni, inclusi diversi attacchi contro la polizia.

Un portavoce della polizia nazionale ha detto all’Associated Press che il funzionario ucciso venerdì era un impiegato amministrativo di 49 anni che lavorava per il servizio di polizia nazionale. La polizia ha rilasciato solo il suo nome, Stephanie.

Valerie Pecriss, capo della regione parigina, ha detto di aver lasciato brevemente la stazione per prolungare il tempo nel suo parcheggio, ed è stata aggredita nel corridoio d’ingresso al suo ritorno.

“La polizia è il simbolo della repubblica. Sono la Francia”, ha detto Bicris ai giornalisti sul posto. Ha detto che “il volto della Francia” è stato preso di mira.

Gli investigatori stanno lavorando vicino al luogo dell’incidente di accoltellamento di venerdì. (Gonzalo Fuentes / Reuters)

L’attacco è avvenuto a sud-ovest di Parigi all’interno di una stazione di polizia nella città di Rambouillet, a circa 750 metri da un ex palazzo reale a volte utilizzato per negoziati di pace internazionali.

“C’è una specie di firma ben nota su questo attacco, un attacco di coltello alla gola, contro un agente di polizia in un edificio della polizia”, ​​ha detto all’Associated Press Francois Bursani, un funzionario del sindacato di polizia sul posto. .

Il primo ministro ha osservato che la regione circostante di Evelyn è stata testimone di due attacchi islamisti particolarmente brutali contro funzionari pubblici negli ultimi anni: la decapitazione di un insegnante lo scorso anno da parte di un estremista ceceno e l’accoltellamento fatale di due poliziotti a casa loro da un francese nel 2016. Chi ha rivendicato lealtà allo Stato Islamico.

L’attacco di venerdì è avvenuto quando il governo del presidente Emmanuel Macron ha rafforzato le sue politiche di sicurezza, tra le preoccupazioni degli elettori sulla criminalità e le denunce della polizia che corrono un rischio maggiore. Il cambiamento arriva quando la Francia si prepara per le elezioni regionali di giugno, dove la sicurezza è un grosso problema, e per le elezioni presidenziali del prossimo anno in cui il principale concorrente di Macron potrebbe essere il leader di estrema destra Marine Le Pen, se cerca un secondo mandato.

READ  Gli Stati Uniti stanno studiando una possibile risposta a un attacco missilistico nell'Iraq occidentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *