Joseph Gordon parla della normalizzazione dell’ansia e del suo nuovo spettacolo “Mr. Corman

Cerchi altre notizie e intrattenimento sulle celebrità? Partecipazione Yahoo Lifestyle Canada le notizie!

Joseph Gordon-Levitt in Mr. Corman. Foto tramite Apple TV +

Joseph Gordon – Lovett Ha più di 80 crediti di recitazione a suo nome, incluso lo show televisivo “3rd Rock From the Sun, ” che ha iniziato la sua carriera all’età di 14 anni. + Apple TV Corman, che ha creato, scritto, diretto, prodotto e interpretato.

La serie segue Josh Corman, un insegnante di quinta elementare sulla trentina che è infelice della sua vita. Ama insegnare ma gli manca ancora la sua passione per la composizione musicale. Non ha una vita sociale solida e ha da poco rotto con la sua ragazza Megan (Juno Temple) e anche il suo rapporto con la sua famiglia è fratturato.

Mr. Corman, interpretato da Gordon-Levitt, è un personaggio infelice che non può fare a meno di provare tutti quei sentimenti pesanti. È qualcosa a cui il pubblico, così come l’attore stesso, può relazionarsi.

“[Corman is] molto simile a me. Penso che ci assomigli molto; È qualcuno che fa del suo meglio e sai, ha molto di cui essere grato nella vita e vuole essere felice, ma non è necessariamente sempre felice”, ha detto Gordon-Levitt. Yahoo Canada.

“È qualcosa a cui mi affeziono, penso che sia qualcosa con cui tutti possiamo occuparci. E ho molto di cui essere grato nella mia vita. Ma a volte la mia mente va in questi luoghi oscuri, e non posso farne a meno, io ho cercato di fermarlo, quindi ho detto: ‘Ehi, cervello, non farlo. Sai, hai così tanto di cui essere grato!’ La mia mente non sempre mi ascolta.

READ  Il look di Cannes di Bella Hadid direttamente dalla passerella dell'haute couture
Joseph Gordon-Levitt in Mr. Corman.  Foto tramite Apple TV +

Joseph Gordon-Levitt in Mr. Corman. Foto tramite Apple TV +

I sentimenti di ansia sono “normali”

All’inizio della serie, Josh ha un attacco di panico. È pieno di ansia e le sue lotte mentali continuano nel corso di 10 episodi. Gordon-Levitt ha scritto l’episodio sulla base della sua esperienza personale con l’ansia.

“Ho avuto esperienze come questa nella mia vita, forse non così forti come il personaggio dello show, [but] “Ho altre persone vicino a me che hanno avuto gravi esperienze di ansia”, ha detto.

“Abbiamo anche parlato con un neuropsicologo per avere una prospettiva da uno scienziato. E, sai, una delle cose che ha detto che mi ha davvero colpito è stata: ‘Voglio assicurarmi che questo non stigmatizzi l’ansia, ma piuttosto riportalo alla normalità, perché molte persone hanno questi sentimenti. Sento che tutti quelli con cui ho parlato hanno questi stessi sentimenti o sono vicini a qualcuno che li prova”.

Guarda anche: Jennifer Aniston si apre sull’andare in terapia: “Il mio livello di ansia è diminuito”

Gordon-Levitt spera che “Mr. Corman” incoraggerà le persone a sentirsi più a loro agio nel parlare della propria salute mentale con i propri cari.

“Molte persone non si sentono a proprio agio a parlarne, perché penseranno: ‘Oh, le persone penseranno che sono rotto o strano, o penseranno che sto piagnucolando o qualcosa del genere. “Ma non c’è motivo di credere che questa persona sia rotta o strana o che brontoli se sta provando questi sentimenti di ansia”.

“È normale. La cosa migliore non è incolpare le persone, ma essere tolleranti, accettanti, solidali e gentili gli uni con gli altri”.

READ  Reginald riceve un aiuto ardente, stordisce China Päsler

Come la pandemia ha restituito JGL alla gratitudine

Il signor Corman era in produzione da tre settimane in Nuova Zelanda prima che la pandemia interrompesse le riprese.

Gordon-Levitt ha ammesso: “All’inizio, sarò onesto, ero frustrato. Eravamo nel bel mezzo delle riprese di ‘Mr. Corman’, questo progetto a cui tenevo così tanto, e abbiamo dovuto interrompere le riprese”. “Ero tipo, ‘Oh, no, dovremmo fermarci. “Ma abbastanza rapidamente, mi sono reso conto che non avevo nulla di cui lamentarmi. Le persone stanno attraversando tempi davvero difficili. Le persone si ammalano e muoiono qui. A chi importa chiudere uno show televisivo? Alla fine ero così grato di essere vivo e al sicuro nel mio casa con la mia famiglia”.

L’aggiunta della storia della pandemia ha permesso all’ansia del personaggio principale di essere più connessa con il mondo che entra in isolamento. Questa serie, che affronta in modo approfondito questo argomento, costituisce un buon inizio di conversazione su come normalizzare le discussioni sulla salute mentale, l’ansia e la solitudine, specialmente dopo l’anno che abbiamo passato.

I primi due episodi della premiere di “Mr. Corman” il 6 agosto + Apple TV Con nuovi episodi settimanali da allora in poi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *