Italia, Giappone e Mongolia vincono l’oro il secondo giorno all’IJF Tashkent Grand Slam

Italia, Giappone e Mongolia sono state tutte medaglie d’oro incoronate nella seconda giornata di gare della Federazione Internazionale di Judo (IJF) Tashkent Grand Slam in Uzbekistan.

L’italiano Christian Parlatti ha impedito a Sharovidin Poltaboyev di vincere il suo secondo evento del Grande Slam consecutivo quest’anno, battendo l’Uzbekistan nella finale maschile di 81 kg.

Entrambi sono stelle nascenti che sperano di qualificarsi per le Olimpiadi di Tokyo 2020.

Il giapponese Takanori Nagase e il belga Sami Chuchi hanno vinto le medaglie di bronzo.

La vittoria di Parlati sull’ex campione del mondo Nagase è stata uno degli shock di quel giorno.

Tsug Batar Tsund-Usher della Mongolia ha conquistato la seconda medaglia d’oro per il suo paese questo fine settimana vincendo con il peso di 73 kg maschile.

La sua vittoria è arrivata ieri dopo la sua connazionale Monkhbat Aurantzig nei 48 kg femminili.

Tasnad Usher ha battuto in finale il kazako Jansi Smagulov, mentre l’armeno Ferdinand Karapitan e l’azero Rustam Urujov hanno vinto medaglie di bronzo.

La quattro volte medaglia mondiale Miku Tashiro è emersa come campionessa femminile di 63 kg, dopo aver sconfitto in finale la slovena Andrea Lischke.

Liskey ha vinto la sua seconda medaglia d’argento consecutiva nel torneo del Grande Slam dopo la sua ultima apparizione a Tel Aviv a febbraio, ma non ha avuto abbastanza per sconfiggere la superstar giapponese.

Le medaglie di bronzo sono state vinte dalla britannica Amy Levese e Anriquelis Barrios del Venezuela.

Infine, la due volte campionessa del mondo Chizuru Arai ha continuato i suoi preparativi per le Olimpiadi vincendo la finale femminile di 70 kg contro Barbara Matic della Croazia.

READ  Una tempesta su Ferlaino, che fa arrabbiare i tifosi bianconeri

Le medaglie di bronzo sono state vinte anche dal venezuelano Elvismar Rodriguez e dall’Uzbekistan Gulnoza Matniyazova.

Domani ci sono altre cinque classi di peso in programma per competere nell’ultimo giorno di lavoro nella capitale uzbeka.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *