Italia, Canada e Australia si uniscono agli Stati Uniti nel sospendere i finanziamenti all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi

Italia, Canada e Australia si uniscono agli Stati Uniti nel sospendere i finanziamenti all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi

Italia, Canada e Australia hanno seguito l'esempio degli Stati Uniti nel ritirare il loro sostegno finanziario all'Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi |- AFP

Italia, Canada e Australia si sono unite agli Stati Uniti nel ritirare il loro sostegno finanziario all’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi. La decisione arriva sulla scia delle accuse secondo cui alcuni dipendenti dell'UNRWA sarebbero stati coinvolti negli attacchi del 7 ottobre in Israele compiuti dal movimento palestinese Hamas.

“Il governo italiano ha sospeso i finanziamenti all’UNRWA dopo il brutale attacco contro Israele del 7 ottobre”, ha scritto Tajani sulla piattaforma social X, aggiungendo che alcuni alleati dell’Italia avevano già preso la stessa decisione.

Articoli Correlati

palestinese

Un medico palestinese taglia la gamba ferita di sua nipote sul tavolo della cucina senza anestesia

palestinese

Conflitto tra Israele e Gaza: Hamas utilizza armi patchwork prodotte in Iran, Cina, Russia e Corea del Nord

Il ministro degli Esteri australiano Penny Wong ha rilasciato una dichiarazione simile riguardo alla sospensione del sostegno finanziario a Canberra, aggiungendo di aver accolto con favore la decisione dell'agenzia delle Nazioni Unite di indagare sulle accuse.

“Sono profondamente turbato dalle accuse riguardanti alcuni dipendenti dell’UNRWA”, ha dichiarato Ahmed Hussein, ministro canadese per lo sviluppo internazionale, in una dichiarazione sui social media. “Il Canada condanna inequivocabilmente l’attacco del 7 ottobre contro Israele”.

Tuttavia, Hussein Al-Sheikh, segretario generale dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina, ha affermato sabato che la decisione di alcuni paesi di smettere di sostenere l’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso ai palestinesi (UNRWA) comporta grandi rischi politici e di soccorso.

L’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA) ha licenziato venerdì “diversi” membri del personale per il loro presunto coinvolgimento nell’attacco senza precedenti di Hamas del 7 ottobre contro Israele che ha portato alla guerra di Gaza.

READ  Little Italy San Jose offre ai visitatori un assaggio del nuovo ristorante e museo - The Mercury News

Il direttore generale dell'UNRWA Philippe Lazzarini ha affermato di aver preso la decisione “per proteggere la capacità dell'agenzia di fornire assistenza umanitaria” e ha avviato un'indagine dopo che le autorità israeliane hanno fornito informazioni sul presunto coinvolgimento del personale.

A seguito di questo sviluppo, l’amministrazione Biden ha temporaneamente sospeso gli aiuti all’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi in seguito alle accuse secondo cui alcuni dei suoi dipendenti avrebbero partecipato agli attacchi di Hamas contro Israele il 7 ottobre.

Venerdì il Dipartimento di Stato ha dichiarato di essere “profondamente turbato” dalle accuse e di aver temporaneamente sospeso ulteriori aiuti all'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA) in attesa di una revisione delle richieste e di qualsiasi azione intrapresa dalle Nazioni Unite per affrontare loro.

L’UNRWA, fondata nel 1949 in seguito alla prima guerra arabo-israeliana, fornisce servizi tra cui istruzione, assistenza sanitaria di base e assistenza umanitaria ai palestinesi di Gaza, Cisgiordania, Giordania, Siria e Libano.

Un violento attacco terrestre e aereo israeliano ha distrutto vaste aree della Striscia di Gaza durante la guerra durata quasi quattro mesi. Il conflitto è scoppiato il 7 ottobre quando i terroristi di Hamas hanno preso d’assalto il sud di Israele, uccidendo circa 1.200 persone, la maggior parte dei quali civili, e rapendone circa altre 250.

L’attacco israeliano ha distrutto gran parte della densamente popolata Striscia di Gaza e ucciso più di 25.000 palestinesi.

L’UNRWA, i cui maggiori donatori nel 2022 sono stati Stati Uniti, Germania, Unione Europea e Svezia, ha ripetutamente affermato che la sua capacità di fornire aiuti umanitari agli abitanti di Gaza è sull’orlo del collasso.

READ  Villa firma il centrocampista italiano Zaniolo in prestito dal Galatasaray

Con il contributo delle agenzie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *