Il regista di “Blue Beetle” nella scena dei titoli di coda

Il regista di “Blue Beetle” nella scena dei titoli di coda

ImmaginiWarner Bros

Con l’uscita di Blue Beetle nelle sale da parte dei DC Studios lo scorso venerdì, il film presentava una scena a metà dei titoli di coda che doveva seguire una linea delicata.

Detto pungiglione dei titoli di coda è stato quello di innescare quella che potrebbe essere una storia in corso nel nuovo DCU di James Gunn e Peter Safran, ma in un modo che non blocca il DCU in nulla e potrebbe finire per essere abbandonato se decidono di andare in una direzione diversa.

Spoiler su “The Blue Beetle”

Il risultato è stata una scena che indica che il personaggio Ted Kord, il primo Blue Beetle scomparso e presunto morto, è ancora vivo ma nessuno sa dove si trovi. Il personaggio non appare nel film, lasciando la porta aperta a chi vuole essere scelto.

Ora ha parlato il regista del film, Angel Manuel Soto guerra elettronica Sull’inclusione di un uovo di Pasqua di Ted Kord e su come i piani di Gunn e Safran per una serie TV “Booster Gold” abbiano stimolato l’idea:

Tutti amiamo Ted Kord e Booster Gold, e sapendo che anche James Gunn ha dei piani per Booster Gold, ci è sembrata la cosa giusta da seguire.

Ted Kord è ancora vivo, è là fuori da qualche parte nell’universo e qualunque cosa il futuro riservi al nostro eroe è aperto all’interpretazione.

Quindi, che si tratti di Booster Gold, Ted Kord o entrambi [together]La possibilità c’è ed è qualcosa che vogliamo intrattenere.

Separatamente in un’intervista con correzione digitaleSoto ha parlato di chi gli piacerebbe vedere interpretare Cord sullo schermo. Si scopre che un certo attore noto per aver interpretato un altro Ted, vale a dire la star di “Ted Lasso” Jason Sudeikis, sarebbe la sua idea per il casting:

“Il team dei miei sogni per Ted Kord è sempre stato Jason Sudeikis. Ma alla fine, ciò che conta è chi si adatta meglio al personaggio, a chi piace quello che stiamo cercando di fare. E chi vorrebbe vedere la storia di Jaime Reyes continuare.” .

Anche Soto si offrì collisore Un breve aggiornamento sul film “Transformers” che stava sviluppando per lo sciopero dei pre-sceneggiatori dicendo:

“Ho lanciato loro un’idea. Ho letto la sceneggiatura e non mi è piaciuta, e ho mostrato loro un’idea completamente diversa, e a loro è piaciuta, ma poi era troppo tardi. E hanno detto: ‘Sì, possiamo “Non realizzare la tua idea, ma amiamo la tua idea, quindi vogliamo che tu scriva. Idea e poi direzione. ” Eravamo nel processo, ma c’è stato lo sciopero degli scrittori. [Laughs] Sarà diverso, sarà diverso”.

I dettagli sulla trama e sul cast del progetto “Transformers” di Soto sono segreti e non sono disponibili ulteriori dettagli.

READ  Visions ha un look speciale, rivela i titoli di ogni cortometraggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *