Il partito al potere in Ungheria boicotta la sessione del parlamento sulla richiesta della Svezia di aderire alla NATO Notizie sulla guerra russo-ucraina

Il partito al potere in Ungheria boicotta la sessione del parlamento sulla richiesta della Svezia di aderire alla NATO  Notizie sulla guerra russo-ucraina

L’Ungheria è l’unico membro della NATO che non ha ancora accettato l’adesione della Svezia all’alleanza militare.

I deputati del partito al governo ungherese hanno boicottato la sessione parlamentare straordinaria nella quale era prevista la votazione sulla richiesta della Svezia di aderire all'Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO).

Alla sessione di lunedì, sostenuta da sei partiti di opposizione, i deputati di Fidesz non si sono presentati, ostacolando il tentativo di votare sull'ordine del giorno dell'Assemblea nazionale.

Il parlamento turco ha votato a favore dell'adesione della Svezia a gennaio, rendendo l'Ungheria l'ultimo paese della più grande alleanza militare mondiale composta da 31 membri a non farlo.

La Svezia ha seguito una politica di non allineamento militare sin dalla Guerra Fredda. Tuttavia, l’invasione su larga scala della vicina Ucraina da parte della Russia nel 2022 ha messo in subbuglio i calcoli geopolitici e Stoccolma ha presentato domanda per diventare membro della NATO lo stesso anno.

L’Ungheria ha mantenuto stretti legami con la Russia sin dall’invasione dell’Ucraina e, anche se ha affermato di sostenere in linea di principio l’offerta svedese, Budapest ha ritardato per mesi.

Il mese scorso il primo ministro Viktor Orban ha detto al segretario generale della NATO Jens Stoltenberg che avrebbe esortato il suo partito Fidesz a ratificare l'offerta “alla prima occasione possibile”.

Venerdì l’ambasciata americana ha ricordato in un comunicato a Orban che questi aveva promesso di agire “alla prima occasione” e che “la sessione di lunedì glielo fornirà”.

Diversi ambasciatori degli Stati membri della NATO hanno partecipato ai lavori di lunedì, tra cui l'ambasciatore americano David Pressman.

In brevi commenti ai media dopo l’udienza, Pressman ha affermato che gli Stati Uniti non vedono l’ora di “monitorare la situazione da vicino e che l’Ungheria si muova rapidamente”.

READ  In che modo il governo del Regno Unito intende fermare gli attraversamenti del canale? | Notizie sull'immigrazione

Ha aggiunto: “L'adesione della Svezia alla NATO è una questione che tocca direttamente la sicurezza nazionale degli Stati Uniti e tocca la sicurezza della nostra alleanza nel suo insieme”, ricordando a Orban il suo impegno.

Agnes Vaday, del più grande partito di opposizione, ha detto all'AFP che Orban stava rinviando il voto a causa della sua “arroganza personale”.

Ha accusato il primo ministro di cercare di “fare notizia a livello internazionale mentre fa un gesto al presidente russo Vladimir Putin minando l'unità della NATO e dell'Unione europea”.

In una dichiarazione separata, il senatore statunitense Ben Cardin, democratico del Maryland e presidente della commissione per le relazioni estere del Senato, ha sollevato la possibilità di sanzioni contro l'Ungheria per il suo comportamento e ha definito Orban “il membro meno affidabile della NATO”.

Funzionari ungheresi hanno indicato che i parlamentari di Fidesz non sosterranno il voto sulla richiesta della Svezia di aderire alla NATO finché il primo ministro svedese Ulf Kristersson non accetterà l'invito di Orban a visitare Budapest per negoziare la questione.

Kristersson ha detto che non farà il viaggio finché l'Ungheria non avrà approvato l'adesione del suo paese alla NATO.

Lunedì il partito Fidesz ha affermato in un comunicato che la ratifica dell'adesione della Svezia alla NATO potrebbe avvenire durante una normale sessione del Parlamento, “ma ci aspettiamo che il Primo Ministro svedese visiti prima l'Ungheria”.

“Se questa è una questione importante per gli svedesi, è chiaro che il primo ministro svedese verrà a Budapest”, ha detto il partito.

L'Assemblea nazionale ungherese si riunirà nuovamente il 26 febbraio e la sua ratifica potrebbe avvenire rapidamente una volta ricevuta l'approvazione di Orban.

READ  La magistratura francese rifiuta di cedere l'ex leader dell'ETA alla Spagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *